Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Raddrizzatore di precisione: ipotesi

Elettronica lineare e digitale: didattica ed applicazioni

Moderatori: Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteBrunoValente, Foto UtenteIsidoroKZ, Foto Utentecarloc

2
voti

[11] Re: Raddrizzatore di precisione: ipotesi

Messaggioda Foto UtenteIsidoroKZ » 4 mar 2024, 2:02

1) Stai studiando il circuito senza carico. Comunque, anche se ci fosse il carico (ma sarebbe un ALTRO circuito) avresti sempre V- diverso da 0V e quindi l'uscita satura.

2) Ok, quando conduce D1 l'impedenza e` R1

3) Quando conduce D2... Se ipotizzi che D2 conduca, sostituisci il diodo con un corto (lascia perdere gli altri simboli colorati): quanto vale l'impedenza?



La risposta che si ricava con un cortocircuito al posto del diodo e` corretta, pero` potrebbero venire dei dubbi del tipo:

Gia`, ma nel circuito c'e` il diodo, come fa la corrente a passare a rovescio? Obiezione: il generatore di prova potrebbe far scorrere la corrente nel verso della freccia gialla e risolvere cosi` il problema? Si`, ma non e` importante qui, non risolverebbe il problema, semplicemente nasconderebbe i dubbi sotto il tappeto.

La cosa importante e` il cerchio viola. Hai tolto il generatore di tensione perche' le impedenze si calcolano (e misurano) con i generatori spenti, dato che di solito i circuiti sono lineari. Qui il circuito e` non lineare, per avere D2 in conduzione devi avere un generatore di ingresso di polarita` negativa (figura sotto sinistra). POI linearizzi il circuito, ma questa volta il circuito comprende il generatore di ingresso. Il generatore Vs sparisce ma rimane il suo effetto come rD (circuito qui sotto a destra)


A questo punto puoi mettere il generatore di prova, e il suo verso e` indifferente



E ora si vede che l'impedenza e` nulla (se assumi guadagno infinito), oppure tende a circa r_{out}=\frac{r_D}{1+A\frac{R_1}{R_1+R_2}}


PS: In una risposta precedente avevo detto che assumevi che il potenziale del morsetto invertente fosse nullo, e che questa assunzione non e`corretta. Perche' il potenziale dell'ingresso invertente non e` nullo, come invece capita nei buoni amplificatori invertenti? Prova anche a guardare questo post, dovrebbe passarti la tentazione di porre sempre V-=0V.
Per usare proficuamente un simulatore, bisogna sapere molta più elettronica di lui
Plug it in - it works better!
Il 555 sta all'elettronica come Arduino all'informatica! (entrambi loro malgrado)
Se volete risposte rispondete a tutte le mie domande
Avatar utente
Foto UtenteIsidoroKZ
118,6k 1 3 8
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 20725
Iscritto il: 17 ott 2009, 0:00

0
voti

[12] Re: Raddrizzatore di precisione: ipotesi

Messaggioda Foto UtenteAllen » 4 mar 2024, 16:17

Perche' il potenziale dell'ingresso invertente non e` nullo, come invece capita nei buoni amplificatori invertenti?


Innanzitutto, grazie. Ho solo dato un'occhiata al posto che hai linkato, vado a studiarmelo con calma appena posso :ok:

Se posso azzardare direi che il potenziale dell'ingresso invertente non é nullo perché c'é un generatore di tensione che impone proprio in quel punto il valore del potenziale. É giusto pensare che V+ e V- siano praticamente uguali come conseguenza di un guadagno differenziale molto grande, ma non posso chiedere all' operazionale una cosa impossibile. Nell'invertente abbiamo una resistenza sulla quale circola una corrente che isola il generatore dal potenziale invertente. In questo caso, e nell'ipotesi di linearitá, posso pensare di sfruttare il corto circuito "virtuale"
Avatar utente
Foto UtenteAllen
13 4
 
Messaggi: 38
Iscritto il: 14 giu 2018, 21:39

0
voti

[13] Re: Raddrizzatore di precisione: ipotesi

Messaggioda Foto UtenteIsidoroKZ » 6 mar 2024, 22:57

Non c'e` un generatore di tensione su V-, quando i diodi sono entrambi aperti c'e` un partitore di tensione (in cui non scorre corrente).

Il punto importante e` che l'ingresso V- insegue la tensione su V+ (o almeno ci prova se non si tira il collo all'operazionale) solo se c'e` retroazione negativa. Se entrambi i diodi sono aperti, come da ipotesi, non c'e` retroazione negativa e V+ e V- vanno dove pare loro.
Per usare proficuamente un simulatore, bisogna sapere molta più elettronica di lui
Plug it in - it works better!
Il 555 sta all'elettronica come Arduino all'informatica! (entrambi loro malgrado)
Se volete risposte rispondete a tutte le mie domande
Avatar utente
Foto UtenteIsidoroKZ
118,6k 1 3 8
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 20725
Iscritto il: 17 ott 2009, 0:00

Precedente

Torna a Elettronica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 59 ospiti