Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Trasformatore stabilizzato e frequenza instabile

Tecniche per la costruzione e la riparazione di apparecchiature elettriche e non. Ricerca guasti. Adattamenti e riutilizzazioni
0
voti

[31] Re: Trasformatore stabilizzato e frequenza instabile

Messaggioda Foto UtenteWALTERmwp » 3 feb 2023, 14:01

Ciao Foto UtentePaoloM84.
Pensavo non fosse necessario ma pare non sia così.
A fronte d'una richiesta le dinamiche portano ad approfondire la questione sollevata dallo OP(tu in tal caso) per fare chiarezza e raccogliere le informazioni ritenute necessarie.
Questo è quello che hanno fatto i colleghi intervenuti, a mio sindacabile parere, tutt'altro che sprovveduti.
Se tu non hai tempo da dedicare a coloro i quali, forse ingenuamente, spendono del tempo per provare a darti una mano, o pretendi che a relazionarsi con te siano solo specifici professionisti del settore, allora penso tu abbia sbagliato portale.
Se così è, hai la possibilità d'andare altrove, viceversa, se ti interessa, puoi collaborare; d'altra parte sei tu che stai chiedendo un aiuto.
Cosa che nessuno ha negato.

Se incontri dei problemi a caricare le immagini puoi leggere questa sintetica guida.
Ti suggerisco di fare delle foto del tuo dispositivo, esterno ed interno, così da completare il quadro della situazione, evitando di riportare quelle generiche presenti in rete.
Quanto sopra se sei ancora interessato.

Fraintendimenti ed equivoci sono all'ordine del giorno per cui basta un minimo di volontà per chiarirsi: atteggiamenti pretestuosi e sarcasmi di vario genere, visto la piega che ha assunto il thread, mi sembrano quanto meno fuori luogo.

Concediamo il beneficio del dubbio e lasciamo aperta la discussione, a chiuderla ci vuole poco.
Quanto sopra se Foto UtenteIsidoroKZ concorda, altrimenti sarà poi lui a decidere diversamente.
Grazie per l'attenzione.

Saluti
W - U.H.F.
Avatar utente
Foto UtenteWALTERmwp
29,1k 4 8 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 8681
Iscritto il: 17 lug 2010, 18:42
Località: le 4 del mattino

0
voti

[32] Re: Trasformatore stabilizzato e frequenza instabile

Messaggioda Foto UtentePaoloM84 » 3 feb 2023, 14:07

Non c'entra niente, si tratta di casi particolari che non hanno nulla a che fare con il mio. Sulle linee di alimentazione non ho alcuna distorsione.
Avatar utente
Foto UtentePaoloM84
-25 2
 
Messaggi: 19
Iscritto il: 1 feb 2023, 23:34

0
voti

[33] Re: Trasformatore stabilizzato e frequenza instabile

Messaggioda Foto UtentePaoloM84 » 3 feb 2023, 14:17

WALTERmwp ha scritto:Ciao Foto UtentePaoloM84.
Pensavo non fosse necessario ma pare non sia così. etc...


Allora, chiariamo una cosa. Io non prendo in giro e tanto meno insulto nessuno. I sarcasmi se li attirano le persone che scrivono cose senza senso e queste sì, sono offese implicite.

Se io dico che in casa non ho corrente e tu mi dici che devo accendere l'interruttore delle due l'una: o mi ritieni in buona fede un "minus habens", oppure mi vuoi proprio prendere in giro, non vedo una terza possibilità.

Se chiedo di parlare con persone con una "competenza specifica" c'è una ragione precisa e l'ho spiegato. Se uno conosce per bene i trasformatori OK, se uno non li conosce è meglio che non ne parli, mi sembra una cosa ovvia.

Se invece uno vuole scrivere tanto per il gusto di farlo fa solo perdere tempo a tutti e intasa il forum di domande banali e di considerazioni e battibecchi inutili.
Avatar utente
Foto UtentePaoloM84
-25 2
 
Messaggi: 19
Iscritto il: 1 feb 2023, 23:34

1
voti

[34] Re: Trasformatore stabilizzato e frequenza instabile

Messaggioda Foto Utenteelfo » 3 feb 2023, 15:29

PaoloM84 ha scritto:I sarcasmi se li attirano le persone che scrivono cose senza senso

PaoloM84 ha scritto:"Automatic Voltage Regulator", in italiano... "trasformatore stabilizzato"

Sicuro, sicuro, sicuro della traduzione?

Che tecnologia/circuito utilizza Il tuo "trasformatore" per "stabilizzare" la tensione?

Cosa "recita" il manuale?
Avatar utente
Foto Utenteelfo
6.268 4 5 7
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2645
Iscritto il: 15 lug 2016, 13:27

0
voti

[35] Re: Trasformatore stabilizzato e frequenza instabile

Messaggioda Foto UtenteEtemenanki » 3 feb 2023, 19:49

Non e' che l'immagine e' in un formato non accettato ? (non tutte le estensioni sono caricabili)
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.
Avatar utente
Foto UtenteEtemenanki
6.399 3 5 10
Master
Master
 
Messaggi: 4106
Iscritto il: 2 apr 2021, 23:42
Località: Dalle parti di un grande lago ... :)

2
voti

[36] Re: Trasformatore stabilizzato e frequenza instabile

Messaggioda Foto UtenteEtemenanki » 3 feb 2023, 20:16

Sbaglio o su quell'integrato c'e' scritto SG3525A ? ... https://www.st.com/resource/en/datasheet/sg3525.pdf ... Se si, quello nella tua foto e' chiaramente un'inverter.

Il trasformatore "da solo" e' quello giallo e nero (e, chiaramente, dentro "il trasformatore" non c'e' alcun condensatore), mentre tutto quanto il circuito (compreso il trasformatore ed il condensatore) e' l'inverter.

"Automatic Voltage Regulator" in Italiano e' "Regolatore Automatico di Tensione"

"Trasformatore stabilizzato" (che non esiste, fra l'altro, ci sono alimentatori stabilizzati, oppure trasformatori stabilizzatori a ferro saturo) sarebbe "stabilized transformer" in Inglese.

Non per fare polemiche, solo per precisare.

Rimane il fatto che finche' non posti un'immagine decente di quello che c'e' realmente dentro quello scatolotto, nessuno di noi puo darti informazioni utili in merito, non potendo vedere di cosa si parla ... ho provato a cercare in rete immagini con la sigla che hai fornito tu (Goldsource Automatic Voltage Regulator AR 7500), ma pare che non ne esistano, o meglio esistono molte immagini per quella definizione, alcuni hanno all'interno un trasformatore multiuscite con un banco di rele' che le scambiano, altri hanno un variac con la spazzioa mossa da un servocomando in base alla tensione, altri hanno un'inverter con uscita pseudo-sinusoidale, altri ancora (cinesate) un semplice inverter sena alcuna rete in uscita per la sinusoide, ma di quel particolare modello, nulla.

A proposito dell'errore del tester usato come frequenzimetro, il circuito che misura la frequenza nei tester ha un semplice accoppiamento capacitivo che e' progettato per funzionare solo entro una certa gamma di frequenze (e di solito riferito solo ad una sinusoide, anche se a volte puo funzionare pure con altre forme d'onda regolari e pulite), ma non ha alcuna protezione dai picchi di commutazione, se dentro il tuo regolatore c'e' un'inverter senza filtri adeguati sull'uscita, i picchi ed i disturbi di commutazione (che di solito aumentano quando colleghi un carico) potrebbero benissimo dare quelle false letture casuali, perche' leggerebbe i disturbi invece della frequenza di base.
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.
Avatar utente
Foto UtenteEtemenanki
6.399 3 5 10
Master
Master
 
Messaggi: 4106
Iscritto il: 2 apr 2021, 23:42
Località: Dalle parti di un grande lago ... :)

0
voti

[37] Re: Trasformatore stabilizzato e frequenza instabile

Messaggioda Foto UtenteGioArca67 » 3 feb 2023, 21:23

Etemenanki ha scritto:Sbaglio o su quell'integrato c'e' scritto SG3525A ? ... https://www.st.com/resource/en/datasheet/sg3525.pdf ... Se si, quello nella tua foto e' chiaramente un'inverter.

È la prima foto che ha trovato su internet (come le altre del resto) solo per far vedere che in un trasformatore c'è pure (almeno) un condensatore.

Etemenanki ha scritto:all'interno un trasformatore multiuscite con un banco di rele' che le scambiano

Nel suo scatolotto ha proprio questo, visto che pesa una 25ina di kg.

Purtroppo l'atteggiamento non è dei migliori.
Avatar utente
Foto UtenteGioArca67
3.426 4 5 9
Master
Master
 
Messaggi: 3311
Iscritto il: 12 mar 2021, 9:36

0
voti

[38] Re: Trasformatore stabilizzato e frequenza instabile

Messaggioda Foto UtentePaoloM84 » 3 feb 2023, 23:58

Finalmente mi carica le foto. Ignoro i commenti inutili.

Ho esaminato questa specie di affare cinese, insieme ad un collega, purtroppo senza schema elettrico non è facile capire la logica. Non ha nemmeno uno straccio di fusibile di protezione!

Ho trovato e sostituito due condensatori malmessi.

Il problema non è ancora risolto, nonostante due ore di modifiche e controlli il guasto rimane.

Restano da controllare a fondo gli avvolgimenti e i singoli relay.

La cosa strana è che qualche volta, avvicinando il tester alla zona dove si trovano i relay, il frequenzimetro da i numeri senza nemmeno usare i puntali.

Una differenza rispetto a prima però c'è, adesso la frequenza nelle uscite a 120 V è stabile: 60 Hz, mentre nelle uscite a 230 V è ancora variabile. Prima era instabile in tutte le uscite e perfino negli ingressi.

Proverò a cercare il fabbricante di questo "coso" e a chiedergli uno schema e un parere, ma sarà difficile.
Allegati
Photo (3).jpg
Photo (2).jpg
Photo (1).jpg
Avatar utente
Foto UtentePaoloM84
-25 2
 
Messaggi: 19
Iscritto il: 1 feb 2023, 23:34

0
voti

[39] Re: Trasformatore stabilizzato e frequenza instabile

Messaggioda Foto UtenteGioArca67 » 4 feb 2023, 0:07

Bene!
Quindi abbiamo scoperto di avere un trasformatore multipresa, dei rele e una schedina di controllo...
Quando è acceso i rele fanno rumore?
Avatar utente
Foto UtenteGioArca67
3.426 4 5 9
Master
Master
 
Messaggi: 3311
Iscritto il: 12 mar 2021, 9:36

0
voti

[40] Re: Trasformatore stabilizzato e frequenza instabile

Messaggioda Foto UtenteEtemenanki » 4 feb 2023, 0:20

In effetti, con quel tipo di "stabilizzatore" (per modo di dire, dato che funziona a gradini), non ci dovrebbe essere variazione di frequenza, dato che e' in pratica solo il trasformatore che fa l'elevazione (la scheda con i componenti legge la tensione di uscita e commuta fra le varie prese del secondario quando sale o cala troppo, di solito a gradini di 30V o valori simili (dipende dal produttore, non tutti hanno gli stessi intervalli di tensione).

Purtroppo pero' le commutazioni fatte a rele' meccanici possono introdurre un sacco di disturbi (non c'e' la commutazione al passaggio dello zero della sinusoide come nei dispositivi elettronici), per cui ogni volta che scatta un rele' puo mandare picchi che falsano la lettura del tester ... se poi i contatti di uno dei rele' sono magari rovinati e non chiudono perfettamente, ancora peggio.

Si potrebbe provare a mettere uno snubber in uscita (tipo, ad esempio, un condensatore in poliestere da 470n 1kV con in serie una resistenza da 120 ohm 5W, collegati fra i morsetti di uscita) e vedere se si stabilizza un po, ma ne dubito (ci sarebbe anche da vedere i ritardi di attivazione fra i diversi rele').
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.
Avatar utente
Foto UtenteEtemenanki
6.399 3 5 10
Master
Master
 
Messaggi: 4106
Iscritto il: 2 apr 2021, 23:42
Località: Dalle parti di un grande lago ... :)

PrecedenteProssimo

Torna a Costruzione, riparazione, riutilizzo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 12 ospiti