Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Rifacimento quadro elettrico

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto UtenteMike, Foto UtenteMASSIMO-G, Foto Utentesebago, Foto Utentelillo

0
voti

[1] Rifacimento quadro elettrico

Messaggioda Foto Utenteramar73 » 17 nov 2022, 10:13

Ciao, sono nuovo del forum, sono sempre stato appassionato di elettronica e voglio rifare il quadro elettrico (ha 20anni) per renderlo conforme alle nuove normative ed in generale più sicuro.
E' un impianto bifase (+127 +127) da 4.5 kW con 4 circuiti dedicati, la terra è presente ed è collegata a quella condominiale (appartamento 70 in condominio, contatori ENEL condominiali in quadro di plastica).
Attualmente è composto da un differenziale puro da 25 A di tipo AC (6 kA) e da 4 magnetotermici (uno per circuito, da 10 A luci, 16 A prese, 16 A condizionatori sono 3 con inverter , 6 A per allarme ).

Di seguito lo schema che vorrei realizzare, vorrei un consiglio :D

Ultima modifica di Foto UtenteFranco012 il 17 nov 2022, 17:19, modificato 1 volta in totale.
Motivazione: Corretto alcune imprecisioni unità di misura.
Avatar utente
Foto Utenteramar73
0 1 3
 
Messaggi: 5
Iscritto il: 15 nov 2022, 12:54

0
voti

[2] Re: Rifacimento quadro elettrico

Messaggioda Foto UtenteGoofy » 17 nov 2022, 14:55

Io farei dimensionare per 6 kW, senza i differenziali puri e con un MTD per ciascuna linea
Avatar utente
Foto UtenteGoofy
12,3k 4 5 9
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 4829
Iscritto il: 10 dic 2014, 20:16

0
voti

[3] Re: Rifacimento quadro elettrico

Messaggioda Foto UtenteFranco012 » 17 nov 2022, 17:35

Secondo l'ultima edizione delle Norme CEI, è consigliabile utilizzare interruttori differenziali di tipo "F" per i circuiti che alimentano dispositivi dotati di inverter.

Norma CEI 64-8 - VIII edizione.png
Norma CEI 64-8 - VIII edizione (su sfondo grigio le novità rispetto alla precedente edizione).
Big fan of ƎlectroYou
Avatar utente
Foto UtenteFranco012
5.309 3 4 7
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2392
Iscritto il: 8 ago 2015, 19:40
Località: Sardegna

0
voti

[4] Re: Rifacimento quadro elettrico

Messaggioda Foto Utenteramar73 » 17 nov 2022, 17:54

Franco012 ha scritto:Secondo l'ultima edizione delle Norme CEI, è consigliabile utilizzare interruttori differenziali di tipo "F" per i circuiti che alimentano dispositivi dotati di inverter.


Verissimo, non vorrei però che mettendo un differenziale di tipo F sul circuito dei condizionatori ad inverter poi ci siano dei distacchi dovuti al fatto che il motore del condizionatore è stato pensato 16 anni fa. Vi risultano problemi di questo tipo ?
Avatar utente
Foto Utenteramar73
0 1 3
 
Messaggi: 5
Iscritto il: 15 nov 2022, 12:54

0
voti

[5] Re: Rifacimento quadro elettrico

Messaggioda Foto Utenteramar73 » 17 nov 2022, 18:00

Goofy ha scritto:Io farei dimensionare per 6 kW, senza i differenziali puri e con un MTD per ciascuna linea

Ciao,
che vantaggi avrebbe questa soluzione ? in pratica un MT generale e poi 4 MTD.
Avatar utente
Foto Utenteramar73
0 1 3
 
Messaggi: 5
Iscritto il: 15 nov 2022, 12:54

0
voti

[6] Re: Rifacimento quadro elettrico

Messaggioda Foto UtenteFranco012 » 17 nov 2022, 18:46

ramar73 ha scritto: non vorrei però che mettendo un differenziale di tipo F sul circuito dei condizionatori ad inverter poi ci siano dei distacchi dovuti al fatto che il motore del condizionatore è stato pensato 16 anni fa.

Il differenziale di tipo "F" rileva dispersioni che il tipo AC non è in grado di rilevare. Il corpo umano, invece, "rileva" tutte le tipologie di dispersione, per cui il tipo "F" aggiunge una protezione in più per gli utenti. Si aggiunge anche il fatto che un differenziale di tipo "F" garantisce un certo grado di immunità ai disturbi (che possono essere causa di interventi impropri), equiparabile ai differenziali cosiddetti "immuni" o "resistenti ai disturbi".
ramar73 ha scritto:che vantaggi avrebbe questa soluzione ? in pratica un MT generale e poi 4 MTD.

Innanzitutto si avrebbe una maggiore selettività nell'impianto (sia per l'intervento del differenziale che del magnetotermico), in quanto eventuali interventi per dispersioni/sovracorrenti interesserebbero solo una linea, lasciando le altre funzionanti, con l'eccezione del corto circuito (che però dovrebbe costituire un fatto del tutto eccezionale).
In secondo luogo, le inevitabili piccole dispersioni dell'impianto e degli utilizzatori verrebbero grosso modo distribuite su più differenziali, evitando che un unico differenziale possa intervenire per superamento della soglia massima (i 30 mA nominali, che potrebbero anche essere poco più di 15 mA effettivi), anche in assenza di dispersioni dovute ad un guasto.
Big fan of ƎlectroYou
Avatar utente
Foto UtenteFranco012
5.309 3 4 7
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2392
Iscritto il: 8 ago 2015, 19:40
Località: Sardegna

0
voti

[7] Re: Rifacimento quadro elettrico

Messaggioda Foto Utenteramar73 » 18 nov 2022, 9:58

Ciao, grazie per i consigli ! Ora modifico lo schema elettrico. A questo punto penso di fare in questo modo:
- MTD tipo F per prese ( c'è collegata una lavasciuga con inverter)
- MTD tipo F per condizionatori
- D tipo A con magnetotermici per Luci ed Allarme (così se un domani devo aggiungere qualcosa a basso corrente non devo per forza prendere un nuovo MTD.

Il magnetotermico che fa da interruttore generale lo lascerei da 25A visto che il diametro dei fili che arrivano dal contatore sono di 6mmq. E' corretto ?
Avatar utente
Foto Utenteramar73
0 1 3
 
Messaggi: 5
Iscritto il: 15 nov 2022, 12:54

0
voti

[8] Re: Rifacimento quadro elettrico

Messaggioda Foto UtenteFranco012 » 18 nov 2022, 11:35

Se, come ti ha consigliato Foto UtenteGoofy, fai dimensionare l'impianto per 6 kW (tra l'altro, così è previsto dalla normativa tecnica per i nuovi impianti), forse è più adatto un interruttore generale da 32 A (sempre con potere d'interruzione di 6 kA e due poli protetti).

Per la linea luci e linea impianto d'allarme un differenziale di tipo "A" male non fa, però secondo me è sprecato, nel senso che le sue caratteristiche peculiari difficilmente verranno sfruttate (e oltretutto costa un sacco di soldi).

Ricordo che i lavori citati costituiscono manutenzione straordinaria dell'impianto, per cui devono essere realizzati da un'impresa abilitata per legge, in grado di rilasciare la prevista Dichiarazione di conformità dei lavori (non è sufficiente il semplice elettricista) e con la quale si assume la responsabilità della corretta esecuzione dei lavori (scelta dei dispositivi e installazione a regola d'arte), riferita a tutto l'impianto.
Big fan of ƎlectroYou
Avatar utente
Foto UtenteFranco012
5.309 3 4 7
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2392
Iscritto il: 8 ago 2015, 19:40
Località: Sardegna

0
voti

[9] Re: Rifacimento quadro elettrico

Messaggioda Foto Utenteramar73 » 18 nov 2022, 13:21

Ciao,
ho fatto le modifiche suggerite. Non ho dimensionato per i 6 kW ( andrebbe cambiata la sezione dei cavi del montante) ed a quanto costa la corrente...
Valuto in base ai costi se D +MT o MTD per Luci e Allarme.

Avatar utente
Foto Utenteramar73
0 1 3
 
Messaggi: 5
Iscritto il: 15 nov 2022, 12:54


Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 37 ospiti