Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Voltmetro per recinzioni elettriche per animali

Tecniche per la costruzione e la riparazione di apparecchiature elettriche e non. Ricerca guasti. Adattamenti e riutilizzazioni
0
voti

[21] Re: Voltmetro per recinzioni elettriche per animali

Messaggioda Foto UtenteIsidoroKZ » 11 ott 2022, 14:09

Vorrei solo fare un paio di osservazioni sui resistori usati in alta tensione.

La prima riguarda la potenza dissipata, ed e` assolutamente "normale". 100MΩ cui sono applicati 20kV dissipano 4W, anche distribuendoli si 10 resistori fa circa mezzo watt l'uno. In questa applicazione la sorgente riesce ad erogare quella potenza senza "sedersi"?

Seconda osservazione. I resistori hanno una tensione massima di lavoro, tipicamente qualche centinaio di volt, dovuta al campo elettrico dentro e fuori dal resistore, oltre a possibili perdite di isolamento. Ad esempio questi hanno una tensione di lavoro elevata, mentre queste altre, sempre da 10MΩ e 0.5W, tengono solo 350V/

Inoltre i resistori "normali" possono presentare una variazione di resistenza con la tensione applicata, cosa che manda a pallino la precisione della misura.
Per usare proficuamente un simulatore, bisogna sapere molta più elettronica di lui
Plug it in - it works better!
Il 555 sta all'elettronica come Arduino all'informatica! (entrambi loro malgrado)
Se volete risposte rispondete a tutte le mie domande
Avatar utente
Foto UtenteIsidoroKZ
116,3k 1 3 8
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 20315
Iscritto il: 17 ott 2009, 0:00

0
voti

[22] Re: Voltmetro per recinzioni elettriche per animali

Messaggioda Foto UtenteMarcoD » 11 ott 2022, 14:58

Le osservazioni di Isidoro sono sensate.
Presento uno schema rudimentale, che è poco preciso: misura, ma non si sa cosa :-) .

Il circuito di Etemenanki è meglio.
Avatar utente
Foto UtenteMarcoD
10,5k 5 9 13
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 5382
Iscritto il: 9 lug 2015, 16:58
Località: Torino

0
voti

[23] Re: Voltmetro per recinzioni elettriche per animali

Messaggioda Foto UtenteMarcoD » 11 ott 2022, 16:57

Mi è venuta la curiosità di calcolare quanto è la capacità rispetto al suolo del filo elettrificato per il bestiame.
Ho supposto un filo orizzontale di raggio 0,5 mm, lungo 1000 metri, alto 1m su un suolo perfettamente conduttivo.
Ho trovato un calcolo di una formula in
https://www.emisoftware.com/calculator/ ... pacitance/

Il risultato viene 6000 pF, neppure poco, contribuisce a smorzare la tensione impulsiva del generatore.
Avatar utente
Foto UtenteMarcoD
10,5k 5 9 13
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 5382
Iscritto il: 9 lug 2015, 16:58
Località: Torino

0
voti

[24] Re: Voltmetro per recinzioni elettriche per animali

Messaggioda Foto UtenteIsidoroKZ » 11 ott 2022, 18:41

Oppure a farla risuonare, dato che quella linea ha una frequenza di risonanza di circa 150kHz con una impedenza caratteristica dalle parti di 460Ω, se non ho sbagliato i conti.
Per usare proficuamente un simulatore, bisogna sapere molta più elettronica di lui
Plug it in - it works better!
Il 555 sta all'elettronica come Arduino all'informatica! (entrambi loro malgrado)
Se volete risposte rispondete a tutte le mie domande
Avatar utente
Foto UtenteIsidoroKZ
116,3k 1 3 8
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 20315
Iscritto il: 17 ott 2009, 0:00

0
voti

[25] Re: Voltmetro per recinzioni elettriche per animali

Messaggioda Foto UtenteEtemenanki » 11 ott 2022, 18:49

IsidoroKZ ha scritto:Vorrei solo fare un paio di osservazioni ...


Osservazioni pertinenti, ne avevo tenuto conto (a me usciva 4.3W circa per 20kV, con una corrente sulla stringa di poco piu di 200uA), pero' non parliamo di un'alimentatore in DC ma di un generatore di EAT ad impulsi ;-)

Nella maggior parte di quelli che ho aperto, c'e' una pila a secco da 9V (e 130A :-P ) che alimenta un'oscillatorino, che carica un condensatore a qualche centinaio di volt, che al raggiungimento di una certa tensione viene scaricato brutalmente sul primario di un trasformatore elevatore con il secondario collegato direttamente all'uscita, al massimo una volta al secondo circa (alcuni hanno un deviatore con una posizione piu leggera, scarica circa una volta ogni 2 secondi e mezzo), quindi la tensione di uscita per quanto alta sia e' solo una serie di impulsi molto brevi, larghi dai 5 ai 10 mS, secondo il modello ed i valori dei componenti, la potenza dissipata e' applicata alle resistenze solo per un centesimo circa del tempo, ed inoltre e' suddivisa sulle 9 resistenze dal valore piu alto per la maggior parte, quindi dal punto di vista della dissipazione non mi era sembrato molto influente.

Lato tensione applicata invece potrebbero avere qualche problema, se misurasse un generatore che butti fuori 20kV, ma in genere quei "cosi" stanno verso i 10kV, salvo modelli molto potenti, mentre per le resistenze, le poche vlote che ho trovato quel dato fornito da un costruttore, davano quasi tutti 1000V per valori sopra i 100k, quindi si, a 20kV potrebbe essere un problema ... io pensavo ad una stringa di resistenze da 1/4W saldata in aria e poi rivestita da un paio di strati di termorestringente, oppure saldata su uno stampato (opportunamente spaziate) con i corpi leggermente sollevati e poi il tutto abbondantemente verniciato con un paio di mani di lacca isolante da 20kV/mm, come quella spray, pero' non avevo considerato le tensioni sui singoli componenti, meglio in effetti usare piu resistenze in serie, ad esempio 18 da 4M7 piu una da 1M6 (si potrebbeo usare quelle in cermet passivate in vetro, ma il costo in proporzione al tipo di strumento non lo giustifica)

Lato precisione invece non mi preoccuperei troppo, parliamo di uno strumentino da 20kV di fondoscala, gia a riuscire a farci stare 20 tacche sulla scala si avrebbe un'indicazione di 1000V per tacca, se la lancetta fosse abbastanza lunga da permettere di distanziarle a sufficenza, siamo nell'ordine di riuscire a rilevare si e no differenze di posizione di circa un quarto di tacca o anche meno ad occhio ;-) (vero che si puo realizzarne uno con un'arco di scala di circa 270 gradi in modo abbastanza economico, ma qui andiamo su un discorso completamente differente) ... inoltre qui lo scopo non e' quello di costruire uno strumento di precisione, ma solo uno strumento indicativo il piu preciso possibile nel limite della realizzazione casalinga, non cerco di sicuro di far concorrenza ai costruttori di strumenti da laboratorio, ed inoltre credo voglia realizzarlo il piu economico possibile (l'ultima volta che ho visto un voltmetro da 20kV da laboratorio, il cartellino del prezzo superava i 25000 Euro, e non credo siano scesi di molto ;-) )
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.
Avatar utente
Foto UtenteEtemenanki
3.442 3 4 9
Master
Master
 
Messaggi: 2288
Iscritto il: 2 apr 2021, 23:42
Località: Dalle parti di un grande lago ... :)

0
voti

[26] Re: Voltmetro per recinzioni elettriche per animali

Messaggioda Foto UtenteGioArca67 » 11 ott 2022, 18:54

Per cui facendo un rapido conto:
20000/500=40 resistenze in serie da 500V 1/2W, magari con dei separatori fra ciascuna in modo che se è umido sta ugualmente tranquillo.

Mi sono venute alcune domande:
Ma non potrebbe fare un partitore capacitivo?
Non si potrebbe acchiappare l'impulso con alcune spire intorno ai cavi o con un'antenna a dipolo a distanza predeterminata dal cavo? In entrambi questi casi si potrebbero tarare in base al numero e area delle spire / lunghezza e distanza dell'antenna.
Avatar utente
Foto UtenteGioArca67
2.218 3 4 9
Master
Master
 
Messaggi: 2042
Iscritto il: 12 mar 2021, 9:36

0
voti

[27] Re: Voltmetro per recinzioni elettriche per animali

Messaggioda Foto Utenteelektronik » 11 ott 2022, 20:44

Etemenanki ha scritto:Ho provato a buttare giu un circuito semplice, credo il piu semplice che mi sia venuto in mente, ma considera che e' disegnato al volo da ricordi molto vecchi, per cui e' tutto da testare.

Per adesso ti dico grazie per l'aiuto, appena trovo un po di tempo provo a farlo e vediamo cosa ne esce fuori, se trovo qualche difficolta o non capisco qualcosa nella taratura mi farò sentire.
Avatar utente
Foto Utenteelektronik
7.235 4 6 7
Master
Master
 
Messaggi: 3582
Iscritto il: 12 mag 2015, 22:26

0
voti

[28] Re: Voltmetro per recinzioni elettriche per animali

Messaggioda Foto Utenteelektronik » 11 ott 2022, 20:54

Etemenanki ha scritto:
IsidoroKZ ha scritto:Vorrei solo fare un paio di osservazioni ...


Osservazioni pertinenti, ne avevo tenuto conto (a me usciva 4.3W circa per 20kV, con una corrente sulla stringa di poco piu di 200uA), pero' non parliamo di un'alimentatore in DC ma di un generatore di EAT ad impulsi ;-)

Nella maggior parte di quelli che ho aperto, c'e' una pila a secco da 9V (e 130A :-P ) che alimenta un'oscillatorino, che carica un condensatore a qualche centinaio di volt, che al raggiungimento di una certa tensione viene scaricato brutalmente sul primario di un trasformatore elevatore con il secondario collegato direttamente all'uscita, al massimo una volta al secondo circa
Mi fa piacere che ne hai avuto per le mani alcuni così e più facile che tu capisca come funzionano. Io per quando riguarda le resistenze potrei inserirle in un tubicino in caucciù e chiuse una ad una con delle piccole fascette oppure colandoci dentro della resina.
Avatar utente
Foto Utenteelektronik
7.235 4 6 7
Master
Master
 
Messaggi: 3582
Iscritto il: 12 mag 2015, 22:26

0
voti

[29] Re: Voltmetro per recinzioni elettriche per animali

Messaggioda Foto Utenteelektronik » 12 ott 2022, 13:23

Ciao Foto UtenteMarcoD ti volevo dire che purtroppo il circuito non funziona, se metto il voltmetro per la portata 200 millivolt si vede qualcosa ma non e costante, mentre per portate 20v l'ago non si muove per niente.
Avatar utente
Foto Utenteelektronik
7.235 4 6 7
Master
Master
 
Messaggi: 3582
Iscritto il: 12 mag 2015, 22:26

0
voti

[30] Re: Voltmetro per recinzioni elettriche per animali

Messaggioda Foto UtenteMarcoD » 12 ott 2022, 13:52

Se applichi 230 Vac 50 Hz, con attenzione.. cosa succede?
tensione troppo bassa, non funziona.
Avatar utente
Foto UtenteMarcoD
10,5k 5 9 13
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 5382
Iscritto il: 9 lug 2015, 16:58
Località: Torino

PrecedenteProssimo

Torna a Costruzione, riparazione, riutilizzo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti