Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

LTSpice, TR ideale

Strumenti informatici per la matematica applicata, le simulazioni, il disegno: Mathcad, Matlab, Scilab, Microcap, PSpice, AutoCad ...

Moderatori: Foto Utenteg.schgor, Foto Utentedimaios

0
voti

[41] Re: LTSpice, TR ideale

Messaggioda Foto Utentegekofive » 18 set 2022, 21:16

Ripresomi dallo svarione di prima, ho provato a simulare un trasformatore capacitivo 1:1 ch effettivamente funziona.
TR3.PNG

Modificando il carico, il rapporto di trasformazione non cambia e la rete sembra trasparente. Tralasciando il sorriso per l'utilizzo dei condensatori negativi (...), il comportamento non è comunque duale a quello degli induttori accoppiati. In questo circuito tensioni e correnti sono sempre in fase. Sia dalla parte della sorgente che da quella del carico. Quindi non va bene per il famoso punto 5.
Penserò a qualcosa altro.
Avatar utente
Foto Utentegekofive
40 2
 
Messaggi: 43
Iscritto il: 14 set 2022, 14:44

2
voti

[42] Re: LTSpice, TR ideale

Messaggioda Foto UtenteIsidoroKZ » 19 set 2022, 0:00

Ho dato una lettura veloce al papero suggerito da Foto UtenteRenzoDF ma non mi convince piu` di tanto. Parte bene, dice una cosa giusta e poi parla di tutt'altro :(

All'inizio dice giustamente che non esiste un duale capacitivo delle mutue induttanze, e sbaglia a scrivere le eq. di Maxwell che dovrebbero essere \nabla\cdot D=\rho e \nabla\cdot B=0 (manca il puntino che cambia completamente il significato).

La ragione scritta nelle due equazioni e` che ci sono le cariche elettriche ma non ci sono le cariche magnetiche. Poi, trovandosi senza la possibilita` di fare un trasformatore capacitivo vero, presenta delle reti capacitive piu` o meno standard, reti che secondo me non sono capacita` accoppiate attraverso il campo elettrico.

Ci sono anche altre cose che mi hanno fatto arricciare un po' il naso. Ad esempio ha bisogno di capacita` negative e dice che si possono realizzare con dei NIC, senza dire che i NIC flottanti non sono proprio facilissimi da fare. In un altro punto bara un pochino perche' dice che al posto di un condensatore negativo si puo` mettere un induttore. E` vero, ma solo per segnali sinusoidali a frequenza fissa, sta facendo delle reti a "trasformatore" che lavorano solo a banda stretta.
Per usare proficuamente un simulatore, bisogna sapere molta più elettronica di lui
Plug it in - it works better!
Il 555 sta all'elettronica come Arduino all'informatica! (entrambi loro malgrado)
Se volete risposte rispondete a tutte le mie domande
Avatar utente
Foto UtenteIsidoroKZ
116,1k 1 3 8
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 20267
Iscritto il: 17 ott 2009, 0:00

Precedente

Torna a Programmi applicativi: simulatori, CAD ed altro

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 8 ospiti