Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Gestire una stessa uscita in due modi differenti

Elettronica lineare e digitale: didattica ed applicazioni

Moderatori: Foto Utentecarloc, Foto UtenteIsidoroKZ, Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteBrunoValente

0
voti

[11] Re: Gestire una stessa uscita in due modi differenti

Messaggioda Foto Utenteelfo » 27 mag 2022, 18:20

Dovrebbe essere sufficiente inserire una logica "OR" 74XX32 dove "XX" denota il diverso "sapore" della logica (nel ns caso dovrebbe andare bene qualunque "sapore" "liscia" (7432) oppure LS, HC ... es 74HC32)
Avatar utente
Foto Utenteelfo
5.292 3 5 7
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 2223
Iscritto il: 15 lug 2016, 13:27

0
voti

[12] Re: Gestire una stessa uscita in due modi differenti

Messaggioda Foto UtentemPol » 27 mag 2022, 18:45

Condivido pienamente il tuo suggerimento, ma poniamo un caso pratico... fintanto che piloto in TTL tramite la scheda MKS è tutto ok... Ma se vado a dare H sull'ingresso OR dal mio PCB (e la scheda non ha segnale TTL attivo quindi a 0v) avrò in uscita un valore fisso a quasi 5v (se alimento a 5v il 74HC32). questo si tradurrebbe in un test con la potenza laser a quasi il 100% della potenza disponibile il che non è sicuro (immagina che attualmente posso fare il test al 100%)! io i test li eseguo al 7/8 % di potenza il che vuol dire che sull'IN dell'alimentatore del tubo laser dovrei dare una tensione compresa tra 0.35v (7% di 5v) e al massimo 1v (20% di 5v). sotto il minimo indicato il punto è così lieve che diventa impercettibile, oltre il massimo (20%) non voglio andare per sicurezza mia. queste tensioni le dovrei creare o in TTL magari con un NE555 e potenziometro, o direttamente con un partitore di tensione variabile (sempre con potenziometro).
Il problema è che se io voglio modificare la tensione di uscita della porta logia OR dovrei andare a mettere un operazionale penso... mi sembra un cane che si vuole mordere la coda...
Avatar utente
Foto UtentemPol
20 2
 
Messaggi: 35
Iscritto il: 1 ott 2019, 15:50

0
voti

[13] Re: Gestire una stessa uscita in due modi differenti

Messaggioda Foto UtentemPol » 27 mag 2022, 18:51

Attenzione, preciso che tutto questo sbattimento è perché non ho voglia di implementare un uC (atmega ad esmpio)... con quello ci metterei meno un attimo a far funzionare tutto... ma volevo realizzare un circuito che funzionasse senza l'ausilio di un uC... ma se complico parecchio la situazione ho i 328p-au (tqfp) a perdere a casa...
Avatar utente
Foto UtentemPol
20 2
 
Messaggi: 35
Iscritto il: 1 ott 2019, 15:50

0
voti

[14] Re: Gestire una stessa uscita in due modi differenti

Messaggioda Foto Utenteelfo » 27 mag 2022, 18:55

mPol ha scritto: I pin di interesse sono un "IN" che accetta segnale TTL 5v (PWM) ad alta impedenza (immagino) per determinare la potenza da dare al tubo laser


mPol ha scritto:Ma se vado a dare H sull'ingresso OR dal mio PCB (e la scheda non ha segnale TTL attivo quindi a 0v) avrò in uscita un valore fisso a quasi 5v (se alimento a 5v il 74HC32). questo si tradurrebbe in un test con la potenza laser a quasi il 100% della potenza disponibile il che non è sicuro (immagina che attualmente posso fare il test al 100%)! io i test li eseguo al 7/8 % di potenza il che vuol dire che sull'IN dell'alimentatore del tubo laser dovrei dare una tensione compresa tra 0.35v (7% di 5v) e al massimo 1v (20% di 5v)


1) posta per favore la scheda tecnica

2) la modulazione della potenza del laser avviene tramite PWM o variando una tensione analogica?
Avatar utente
Foto Utenteelfo
5.292 3 5 7
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 2223
Iscritto il: 15 lug 2016, 13:27

0
voti

[15] Re: Gestire una stessa uscita in due modi differenti

Messaggioda Foto UtentemPol » 27 mag 2022, 19:11

non ho trovato il pdf completo da postare, ne sono alla ricerca, ma ti invio un'immagine della parte interessata dell'IN.
Allegati
48ff4ede-2e59-4284-b3ff-bd83e0f4ed04.__CR0,0,970,600_PT0_SX970_V1___.jpg
Avatar utente
Foto UtentemPol
20 2
 
Messaggi: 35
Iscritto il: 1 ott 2019, 15:50

0
voti

[16] Re: Gestire una stessa uscita in due modi differenti

Messaggioda Foto UtentemPol » 27 mag 2022, 19:15

A me sembra che a lui non interessa se vede un segnale analogico (partitore di tensione cc) o modulato TTL. A lui serve leggere la tensione efficace (penso che sia questa la definizione della tensione RMS) generata dal segnale TTL. Spero di non aver detti castronerie...
Avatar utente
Foto UtentemPol
20 2
 
Messaggi: 35
Iscritto il: 1 ott 2019, 15:50

0
voti

[17] Re: Gestire una stessa uscita in due modi differenti

Messaggioda Foto Utenteelfo » 27 mag 2022, 19:41

Con le specifiche date si puo' supporre che l'ingresso IN sia strutturato come un "RC" - Vedi R1, C1 - nello schema qui sotto - che "spianano" l'eventuale PWM in ingresso.

Vedi al riguardo di convertire un PWM in analogico i due magistrali :D articoli di Foto UtenteIsidoroKZ

- Conversione PWM->Tensione I
https://www.electroyou.it/isidorokz/wik ... -analogico
- Conversione PWM -> Tensione II
https://www.electroyou.it/isidorokz/wik ... ensione-ii

In questo caso (ingresso "R1C1") la "soluzione" e' quella dello schema in cui le due tensioni provenienti da MKS DLC32 e MIO PCB vengono (se necessario - caso PWM) "prespianate" (convertite grossolanamente in analogico) e sommate.

Se da MIO PCB viene generata una tensione (ad es. di 0.5V) e da MKS DLC32 0V in uscita all'OP-Amp (e in ingresso all'alimentatore laser) hai 0.5V.
Avatar utente
Foto Utenteelfo
5.292 3 5 7
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 2223
Iscritto il: 15 lug 2016, 13:27

0
voti

[18] Re: Gestire una stessa uscita in due modi differenti

Messaggioda Foto UtentemPol » 27 mag 2022, 20:15

Aaaahhhh!!!! ecco!!!!! avevo intuito che un opamp avrebbe potuto risolvere il problema, solo che ogni volta che cerco di studiarli mi perdo... non so come se fosse un po troppo ostico da capire...
Faccio allora un attimo il punto della situazione e vediamo se ho capito bene dallo schematico perché ho avuto la percezione della tipica lampadina accesa grazie a quello schema.
Per convenzione MKS = TTL scheda
Pongo 0,5V su MIO PCB ed MKS a 0. Al nodo tra le 2 R e C si avrà 0,25v che verranno guadagnati di nuovo in uscita grazie alla retroazione giusto?
Se si cosa succede se metto 0,5v su MIO PCB e 0,3v su MKS? si sommano le due tensioni ottenendo 0,8v in uscita? giusto?
GRAZIE DAVVERO!!!! non ci sarei mai arrivato da solo!
Avatar utente
Foto UtentemPol
20 2
 
Messaggi: 35
Iscritto il: 1 ott 2019, 15:50

0
voti

[19] Re: Gestire una stessa uscita in due modi differenti

Messaggioda Foto UtenteMarcoD » 27 mag 2022, 20:32

Con i due resistori uguali hai la media:
Pongo 0,5V su MIO PCB ed MKS a 0. Al nodo tra le 2 R e C si avrà 0,25v che verranno guadagnati di nuovo in uscita grazie alla retroazione giusto?
(0.5 +0 )/2= 0,25 V
Se si cosa succede se metto 0,5v su MIO PCB e 0,3v su MKS? si sommano le due tensioni ottenendo 0,8v in uscita? giusto?
(0.5+0.3)/2 = 0,4
Ma se hai entrambe le tensioni al massimo. avrei in uscita due volte il massimo, forse più del forndo scala

Faccio l'esempio con i due diodi. In questo caso la tensione maggiore passa

Avatar utente
Foto UtenteMarcoD
10,1k 5 9 13
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 5095
Iscritto il: 9 lug 2015, 16:58
Località: Torino

0
voti

[20] Re: Gestire una stessa uscita in due modi differenti

Messaggioda Foto UtentemPol » 27 mag 2022, 20:43

ma il guadagno non è settabile con lesistenze poste tra Vout (opamp) e ingresso invertente e tra ingresso invertente e GND?
Ve lo avevo detto, ho difficoltà sugli opamp...
Avatar utente
Foto UtentemPol
20 2
 
Messaggi: 35
Iscritto il: 1 ott 2019, 15:50

PrecedenteProssimo

Torna a Elettronica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 59 ospiti