Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Blackout elettrico, cosa dobbiamo aspettarci?

Aggiornamenti, orientamento, lavoro, attività professionali, riviste, libri, strumenti EY, Tips and tricks, consigli e pareri generici

Moderatore: Foto Utenteadmin

0
voti

[71] Re: Blackout elettrico, cosa dobbiamo aspettarci?

Messaggioda Foto Utentefpalone » 28 apr 2022, 12:28

Aggiungo a quanto detto la Foto Utentelelerelele che, al di là di vaghe chiacchiere elettorali, come sistema Italia siamo anche procedendo in modo inerziale per l'autorizzazione degli impianti di generazione da fonti rinnovabili, fermati come al solito da comitati NIMBY, organizzazioni ambientaliste ed amministrazioni più o meno locali.
Inoltre, nel silenzio quasi totale da parte degli organi di stampa, il sito del ministero della transizione energetica che gestisce i processi di valutazione di impatto ambientale è offline da oltre 22 giorni a causa di un attacco hacker (sono oltre 3 settimane perse per tutti i procedimenti autorizzativi di impianti a fonti rinnovabili):
https://www.open.online/2022/04/06/atta ... ecologica/
Avatar utente
Foto Utentefpalone
16,2k 5 8 11
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2983
Iscritto il: 26 dic 2007, 17:46
Località: roma

0
voti

[72] Re: Blackout elettrico, cosa dobbiamo aspettarci?

Messaggioda Foto Utenteeacquadro » 15 mag 2022, 22:45

i veri blackout sono quelli che si potrebbero verificare in casi rari ad esempio come successo anni fa quando un traliccio dalla svizzera ha interrotto l'arrivo di una linea ad altissima tensione. A quel punto il "sistema" in modo automatico ha deviato la corrente attraverso altre linee ma queste sono andate in protezione in cascata. per questo motivo è previsto il piano PESSE che potete vedere anche relativo alla vostra abitazione o azienda iscrivendovi sul sito del distributore di zona. lI cinque livelli di criticità prevedono nove fasce di interruzione di un'ora e mezza fra le 7 e le 21 mi sembra.
Avatar utente
Foto Utenteeacquadro
5 2
 
Messaggi: 13
Iscritto il: 27 feb 2022, 19:46

1
voti

[73] Re: Blackout elettrico, cosa dobbiamo aspettarci?

Messaggioda Foto UtenteNSE » 16 giu 2022, 17:59

Foto Utentefpalone
Scusami se ti cito. . ma mi sembri uno dei più ferrati in tema di produzione energia.
Ma oggettivamente, se il gas russo dovesse andre a disponibilità 0, noi come saremmo messi? Nel senso, abbiamo un tot numero di centrali capaci di utilizzare un altro combustibile per sopperire?
Altrove. .Volutamente Anonimo
Avatar utente
Foto UtenteNSE
2.246 5 7
Expert
Expert
 
Messaggi: 728
Iscritto il: 30 nov 2014, 18:25

6
voti

[74] Re: Blackout elettrico, cosa dobbiamo aspettarci?

Messaggioda Foto Utentefpalone » 17 giu 2022, 12:30

Salve Foto UtenteNSE,
in realtà più che di "se" direi che ormai bisogna parlare di "quando" il gas russo arriverà a disponibilità zero.
Tralasciando le considerazioni di politica economica (la Russia è dipendente dai flussi di cassa tanto quanto l'Europa è dipendente dai flussi di gas), è diventato ormai evidente come la politica di impiego del gas come combustibile di base sia orami non più perseguibile.

Nel breve periodo il problema è sicuramente l'impennata dei prezzi: infatti a causa della regolazione a prezzo marginale del mercato dell'energia elettrica, l'aumento del prezzo del gas fa aumentare anche il costo dell'elettricità prodotta con fonti rinnovabili (idroelettrico, eolico, biomasse, geotermico) e che costituisce il 40% circa della produzione italiana.
Visto anche il periodo estivo, il consumo di gas domestico è irrisorio e non ci saranno problemi di disponibilità ma "solo" di costo.

Nel medio periodo il problema sarà il reintegro degli stoccaggi in vista del periodo invernale, che presenta delle criticità rilevanti

Nel lungo periodo il problema non è solo la sostituzione del gas russo, ma di tutti i beni energetici che la russia fornisce all'Europa: anche carbone e olio combustibile vengono in buona parte da lì. Anche le centrali alimentate con questi combustibili dovranno quindi fronteggiare degli incrementi di costo.

Questo porta anche a dover valutare la disponibilità delle importazioni di energia elettrica, che pesano per circa il 15% sul fabbisogno di energia elettrica italiana.

Il problema è quindi ormai ben più complesso della sola scarsità di gas e porterà ad ulteriori incrementi dei costi di produzione dell'energia elettrica; in un sistema economico in evoluzione naturale, questo porterebbe ad una riduzione della domanda verso un nuovo punto di equilibrio del mercato, con molta meno generazione a gas.
Purtroppo le storture del mercato elettrico e l'interventismo delle politiche non giocano a favore della situazione:
- Il sistema del prezzo marginale rende le risorse rinnovabili costose come il gas naturale
- varie forme di sussidio tendono a non far riequilibrare il mercato verso un minore consumo di gas naturale.

Per contro, questo sarebbe un momento d'oro per l'installazione delle risorse rinnovabili: la prospettiva di una futura inflazione duratura e gli elevatissimi prezzi dell'energia rendono estremamente profittevole l'installazione di impianti a fonti rinnovabili.
Ma siamo praticamente fermi: al di là delle dichiarazioni di intenti dei politici le autorizzazioni e le installazioni di impianti rinnovabili sono ferme.
Allo stesso modo sono ferme le autorizzazioni e le installazioni di rigassificatori che potrebbero "tamponare" la situazione nell'attesa dello sviluppo delle fonti rinnovablii.

Per farla breve, il problema non saranno i blackout ma dei costi crescenti ed in ultima analisi incompatibili con l'economia di paesi industriali.
Delle soluzioni per mitigare il problema (rinnovabili e nucleare, soluzioni tra loro assolutamente non alternative) non se ne sta portando avanti nessuna, questo mi preoccupa maggiormente.
Avatar utente
Foto Utentefpalone
16,2k 5 8 11
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2983
Iscritto il: 26 dic 2007, 17:46
Località: roma

2
voti

[75] Re: Blackout elettrico, cosa dobbiamo aspettarci?

Messaggioda Foto Utentefpalone » 17 giu 2022, 12:49

Giusto per quantificare il "non si sta facendo nulla" sugli impianti a fonte rinnovabile:
Provvedimenti unici in maniera ambientale sui progetti VIA a PNRR: 0 su 96
Valutazione Impatto Ambientale (PNIEC-PNRR): 6 su 377
PNRR via.JPG


Fonte: ministero della transizione ecologica
https://va.mite.gov.it/it-IT/Procedure/ ... ?anno=2022
Avatar utente
Foto Utentefpalone
16,2k 5 8 11
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2983
Iscritto il: 26 dic 2007, 17:46
Località: roma

0
voti

[76] Re: Blackout elettrico, cosa dobbiamo aspettarci?

Messaggioda Foto UtenteGoofy » 17 giu 2022, 13:04

fpalone ha scritto:
Delle soluzioni per mitigare il problema (rinnovabili e nucleare, soluzioni tra loro assolutamente non alternative) non se ne sta portando avanti nessuna, questo mi preoccupa maggiormente.

:ok:
Sempre impeccabile Foto Utentefpalone
Avatar utente
Foto UtenteGoofy
9.069 4 5 9
Master
Master
 
Messaggi: 3492
Iscritto il: 10 dic 2014, 20:16

0
voti

[77] Re: Blackout elettrico, cosa dobbiamo aspettarci?

Messaggioda Foto UtenteNSE » 17 giu 2022, 14:57

:ok:
Altrove. .Volutamente Anonimo
Avatar utente
Foto UtenteNSE
2.246 5 7
Expert
Expert
 
Messaggi: 728
Iscritto il: 30 nov 2014, 18:25

0
voti

[78] Re: Blackout elettrico, cosa dobbiamo aspettarci?

Messaggioda Foto UtenteMarcoD » 17 giu 2022, 16:09

Cosa aspettarsi ?
Suppongo le seguenti restrizioni (ovviamente sono solo supposizioni mie):

Riscaldamento domestico ( teleriscaldamento da parte di una centrale turbogas a ciclo combinato con fornitura vapore a 120 C° per il teleriscaldamento:
Ridotto da 12 h a 8 ore al giorno.
Temperatura nominale interni abitazioni ridotta da 20 C° a 18 C° ?

Razionamento gasolio, benzina: 50 litri al mese ad autovettura a prezzo calmierato.

Forni elettrici per fusione rottami di ferro ?

Forni per trattamenti termici e per cottura ceramiche ? (Tecnicamente è possibile spegnerli e riaccenderli?)

Altro non mi viene in mente, commenti?
Avatar utente
Foto UtenteMarcoD
10,1k 5 9 13
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 5096
Iscritto il: 9 lug 2015, 16:58
Località: Torino

0
voti

[79] Re: Blackout elettrico, cosa dobbiamo aspettarci?

Messaggioda Foto Utentefpalone » 17 giu 2022, 16:31

Con i costi attuali dell'energia elettrica dubito che i forni ad arco possano sopravvivere industrialmente...
Avatar utente
Foto Utentefpalone
16,2k 5 8 11
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2983
Iscritto il: 26 dic 2007, 17:46
Località: roma

2
voti

[80] Re: Blackout elettrico, cosa dobbiamo aspettarci?

Messaggioda Foto UtenteOasis91 » 18 giu 2022, 22:21

La prossima mossa di Putin sarà lo stop totale al gas prima del riempimento degli stoccaggi per l'inverno. Gazprom martedì ha comunicato che ha ridotto i flussi di transito nel Nord Stream del 40%, a suo dire per "problemi tecnici" alle stazioni di compressione di Vyborg (la porta di ingresso del gas nel Mar Baltico); guardacaso ogni volta che il prezzo del gas flette, Gazprom trova il modo di rialzarlo.

Le armi a nostra disposizione sono poche, per colpa della politica energetica demenziale di gran parte dei paesi EU negli ultimi decenni ora non ci resta che stringere la cinghia e pedalare.
Anche il price cap che è stato applicato in Spagna e Portogallo a partire da questa settimana non ha prodotto gli effetti sperati sui prezzi dell' energia, a dimostrazione che le manovre distorsive di mercato non portano nulla di buono.

Per abbassare le pressioni inflazionistiche sui prezzi dell' energia ci sono solo 2 strade:
-Riduzione della domanda ( + efficienza energetica)
-Aumento dell' offerta (offerta di fonti di energia alternative al gas)
L' idea che si possa contrastare l' inflazione energetica con i decreti, le leggi o con gli aiutini di stato come il taglio delle accise e i soldi pubblici elargiti a piene mani per calmierare i prezzi è una follia.
Tutto cio non fa altro che sostenere la domanda (e di conseguenza il prezzo) ed è soltanto un modo per "dare un calcio alla lattina" e spostare il problema più avanti.
Avatar utente
Foto UtenteOasis91
652 3 6
Expert
Expert
 
Messaggi: 264
Iscritto il: 26 ott 2015, 20:56

PrecedenteProssimo

Torna a Informazioni varie più o meno utili

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti