Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Adeguamento impianto elettrico e compenso

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto UtenteMike, Foto UtenteMASSIMO-G, Foto Utentelillo, Foto Utentesebago

0
voti

[11] Re: Adeguamento impianto elettrico e compenso

Messaggioda Foto Utentebrabus » 25 nov 2021, 12:47

Lucaiac89 ha scritto:Mi vendo a 20€/h (...)


Che brutto modo di mettere giù la questione. :D

Allora, la cifra in sé non indica nulla. Se pianifichi un guadagno netto di 20,00 €/h e lavori 8 ore al giorno, per 5 giorni alla settimana, fanno 3.200 € netti al mese, direi non male.

Se invece lavori per 20 €/h lordi per 20 ore a settimana, beh, direi che i conti decisamente non tornano.

La stesura di una offerta parte dalla definizione più esatta possibile del lavoro da eseguire. Poi si fa una stima del materiale necessario. Poi si mettono giù le ore/uomo stimate per l'esecuzione delle diverse fasi del lavoro. Fin qui tutto noto.
Ciò che non bisogna dimenticare di fare è una analisi finale sul bilancio di progetto.
Quanto incide questo progetto sul mio fatturato?
È un cliente strategico?
Quanto margine tengo sul materiale?
Imprevisti: ritardi ed errori. Come compensarli?
Investimenti senza ritorno: quanto incidono sul progetto?
Spese collaterali: trasporti, hotel, trasferte?
Posso acquisire durante questo progetto beni durevoli da ammortizzare?
A fine progetto, quanto voglio realizzare? Quanto deve rimanere in cassa? Quanto sono disposto a negoziare internamente questa somma?
Qual è il rischio d'impresa che sono disposto ad investire?
Quali somme voglio mettere di tasca mia e perché, sempre facendolo ben presente al cliente?
Tutto ovviamente mettendo la fiscalità al primo posto: sbagliare i conti per non aver messo in conto le tasse è imperdonabile.

Se i ragionamenti coincidono, l'offerta commerciale è solida.
Se invece a fine progetto ti trovi ad aver guadagnato meno di quanto previsto o ad essere addirittura in perdita, beh... i conti van rifatti.
Alberto.
Avatar utente
Foto Utentebrabus
21,3k 4 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2998
Iscritto il: 26 gen 2009, 15:16

0
voti

[12] Re: Adeguamento impianto elettrico e compenso

Messaggioda Foto UtenteLucaiac89 » 25 nov 2021, 13:32

brabus ha scritto:
Lucaiac89 ha scritto:Mi vendo a 20€/h (...)


Che brutto modo di mettere giù la questione. :D

Allora, la cifra in sé non indica nulla. Se pianifichi un guadagno netto di 20,00 €/h e lavori 8 ore al giorno, per 5 giorni alla settimana, fanno 3.200 € netti al mese, direi non male.

Se invece lavori per 20 €/h lordi per 20 ore a settimana, beh, direi che i conti decisamente non tornano.

La stesura di una offerta parte dalla definizione più esatta possibile del lavoro da eseguire. Poi si fa una stima del materiale necessario. Poi si mettono giù le ore/uomo stimate per l'esecuzione delle diverse fasi del lavoro. Fin qui tutto noto.
Ciò che non bisogna dimenticare di fare è una analisi finale sul bilancio di progetto.
Quanto incide questo progetto sul mio fatturato?
È un cliente strategico?
Quanto margine tengo sul materiale?
Imprevisti: ritardi ed errori. Come compensarli?
Investimenti senza ritorno: quanto incidono sul progetto?
Spese collaterali: trasporti, hotel, trasferte?
Posso acquisire durante questo progetto beni durevoli da ammortizzare?
A fine progetto, quanto voglio realizzare? Quanto deve rimanere in cassa? Quanto sono disposto a negoziare internamente questa somma?
Qual è il rischio d'impresa che sono disposto ad investire?
Quali somme voglio mettere di tasca mia e perché, sempre facendolo ben presente al cliente?
Tutto ovviamente mettendo la fiscalità al primo posto: sbagliare i conti per non aver messo in conto le tasse è imperdonabile.

Se i ragionamenti coincidono, l'offerta commerciale è solida.
Se invece a fine progetto ti trovi ad aver guadagnato meno di quanto previsto o ad essere addirittura in perdita, beh... i conti van rifatti.


Concordo con tutto. e mi fa piacere potermi confrontare con dei colleghi più esperti, in questo modo riesco ad aprire gli occhi su questioni di cui sono ancora acerbo.
Grazie ancora
Avatar utente
Foto UtenteLucaiac89
0 2
 
Messaggi: 6
Iscritto il: 19 lug 2021, 10:35

Precedente

Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 56 ospiti