Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Cosa succede in un mutuo accoppiamento?

Leggi e teorie della fisica

Moderatori: Foto UtenteIsidoroKZ, Foto UtentePietroBaima, Foto UtenteIanero

0
voti

[21] Re: Cosa succede in un mutuo accoppiamento?

Messaggioda Foto Utentediscovery90 » 4 nov 2021, 16:45

Scusami Isidoro, secondo questo calcolo
m2_u966 (1).gif
m2_u966 (1).gif (541 Byte) Osservato 571 volte
se aumenta la mutua iduttanza con il valore k di 1 l'induttanza equivalente è 0,se invece è 0 diventa l'induttanza equivalente è la metà delle 2 induttanze,questa formula l'ho trovata in questo sito. Sbaglio io a interpretarla oppure è sbagliata?http://www.barrascarpetta.org/01_ele/m_2/m2_u9.htm
Avatar utente
Foto Utentediscovery90
0 4
 
Messaggi: 34
Iscritto il: 2 set 2019, 23:18

2
voti

[22] Re: Cosa succede in un mutuo accoppiamento?

Messaggioda Foto UtenteRenzoDF » 4 nov 2021, 19:07

Ricordando che

M=k\sqrt{L_1L_2}

visto che nel tuo caso particolare

L_1=L_2

puoi facilmente verificare che la relazione che hai riportato è equivalente a quella indicata da Foto UtenteIsidoroKZ,
... ovviamente. :D
"Il circuito ha sempre ragione" (Luigi Malesani)
Avatar utente
Foto UtenteRenzoDF
54,6k 8 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 12785
Iscritto il: 4 ott 2008, 9:55

0
voti

[23] Re: Cosa succede in un mutuo accoppiamento?

Messaggioda Foto Utentediscovery90 » 4 nov 2021, 19:47

Mettendo che k=1 e le induttanzanze valgono 2 H otteniamo 1×2=2. Quindi secondo la formula 2×2-4=0,l'induttanza quindi è nulla. Allora dove sto sbagliando??? A me sembra strano che è nulla altrimenti non avrei chiesto qui, ma non riesco a venirne a capo.
Avatar utente
Foto Utentediscovery90
0 4
 
Messaggi: 34
Iscritto il: 2 set 2019, 23:18

0
voti

[24] Re: Cosa succede in un mutuo accoppiamento?

Messaggioda Foto UtenteRenzoDF » 4 nov 2021, 20:14

Se k=1 è nullo anche il denominatore, non solo il numeratore di quella relazione. ;-)
"Il circuito ha sempre ragione" (Luigi Malesani)
Avatar utente
Foto UtenteRenzoDF
54,6k 8 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 12785
Iscritto il: 4 ott 2008, 9:55

1
voti

[25] Re: Cosa succede in un mutuo accoppiamento?

Messaggioda Foto UtenteIsidoroKZ » 5 nov 2021, 3:47

discovery90 ha scritto:Sbaglio io a interpretarla oppure è sbagliata?


La formula e` giusta. Nel tuo caso con le due induttanze uguali hai che la L equivalente vale

L_{eq}=\frac{L^2-M^2}{2L-2M} : e` vero che il numeratore viene zero, ma, come dice Foto UtenteRenzoDF (che non mi ha ancora risposto su whatsapp!) anche il denominatore viene zero, e quanto fa 0/0? Ovviamente 42 :D :D

Nel caso di forme indeterminate bisogna procedere con i limiti: al posto di scrivere M=L, che porta a 0/0, si lascia M generico e poi si fa il limite per M\to L

L_{eq}=\frac{L^2-M^2}{2L-2M}=\frac{L^2-M^2}{2(L-M)}=\frac{(L+M)(L-M)}{2(L-M)}=\frac{L+M}{2}

A questo punto se M tende a L, non ci sono piu` forme indeterminate.

E adesso la domanda bastarda: se le due induttanze sono diverse, e il coefficiente di accoppiamento vale 1, si ha la (17) che ti da` dei problemi e che e` giusta

L_{eq}=\frac{L_1L_2-M^2}{L_1+L_2-2M} e se l'accoppiamento e` ideale, M=\sqrt{L_1 L_2} e quindi

L_{eq}=\frac{L_1L_2-L_1L_2}{L_1+L_2-2\sqrt{L_1L_2}} e il numeratore e` proprio zero, mentre il denominatore e` diverso da zero!

La formula e` giusta, i conti sono giusti e il risultato da` induttanza equivalente nulla :shock:

Domanda bastarda: perche', dal punto di vista fisico, l'induttanza viene nulla quando le due induttanze diverse sono idealmente accoppiate?
Per usare proficuamente un simulatore, bisogna sapere molta più elettronica di lui
Plug it in - it works better!
Il 555 sta all'elettronica come Arduino all'informatica! (entrambi loro malgrado)
Se volete risposte rispondete a tutte le mie domande
Avatar utente
Foto UtenteIsidoroKZ
114,6k 1 3 8
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 20030
Iscritto il: 17 ott 2009, 0:00

0
voti

[26] Re: Cosa succede in un mutuo accoppiamento?

Messaggioda Foto Utentelelerelele » 5 nov 2021, 9:22

discovery90 ha scritto:Quindi secondo la formula 2×2-4=0,l'induttanza quindi è nulla. Allora dove sto sbagliando??? A me sembra strano che è nulla altrimenti non avrei chiesto qui, ma non riesco a venirne a capo.
Te lo spiego da ignorante.

Se i due induttori in prarallelo sono contrapposti, un induttore, sottoposto ad una tensione provoca una corrente, che indurrà tensione nell'altro induttore di verso opposto e di valore uguale, quale sarà il risultato, uno zero di tensione, quindi un corto.

non so se sono stato chiaro.
saluti.
Avatar utente
Foto Utentelelerelele
2.982 3 7 9
Master
Master
 
Messaggi: 3384
Iscritto il: 8 giu 2011, 8:57
Località: Reggio Emilia

0
voti

[27] Re: Cosa succede in un mutuo accoppiamento?

Messaggioda Foto Utenteclavicordo » 5 nov 2021, 11:04

Domanda bastarda: perche', dal punto di vista fisico, l'induttanza viene nulla quando le due induttanze diverse sono idealmente accoppiate?

Ma in questo caso (condensatori accoppiati) c'è modo di annullare la capacità, come succede per le induttanze? (Domanda mia nel mio commento precedente)

Chi risponde a queste due domande?
"Ogni cosa va resa il più possibile semplice, ma non ANCORA più semplice" (A. Einstein)
Avatar utente
Foto Utenteclavicordo
18,8k 6 11 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 1181
Iscritto il: 4 mar 2011, 14:10
Località: Siena

0
voti

[28] Re: Cosa succede in un mutuo accoppiamento?

Messaggioda Foto Utentelelerelele » 5 nov 2021, 11:28

ci provo.

clavicordo ha scritto:
Domanda bastarda: perche', dal punto di vista fisico, l'induttanza viene nulla quando le due induttanze diverse sono idealmente accoppiate?

occhio, questo quando le due induttanze accoppiate sono collegate in parallelo invertito. Prova a pensare ad un trasformatore 1/1 se colleghi il secondario collegato al primario, se è nello stesso senso , (le tensioni sono concordi), non fa niente, se il senso è opposto cosa fara?


clavicordo ha scritto:
Ma in questo caso (condensatori accoppiati) c'è modo di annullare la capacità, come succede per le induttanze? (Domanda mia nel mio commento precedente)

Per me non c'è modo. La differenza è il mutuo accoppiamento che manca sul condensatore. Le induttanza possono generare corrente dal campo magnetico, il condansatore non ha modo di generare corrente da niente. Sono due cose diverse.

saluti.
Avatar utente
Foto Utentelelerelele
2.982 3 7 9
Master
Master
 
Messaggi: 3384
Iscritto il: 8 giu 2011, 8:57
Località: Reggio Emilia

0
voti

[29] Re: Cosa succede in un mutuo accoppiamento?

Messaggioda Foto Utentediscovery90 » 5 nov 2021, 14:47

Domanda bastarda: perche', dal punto di vista fisico, l'induttanza viene nulla quando le due induttanze diverse sono idealmente accoppiate?

[quote]
Questo è il mio dilemma :lol: .
Lelerelele si se sono discordi i sensi l'ho capito. Ma se sono concordi???
Avatar utente
Foto Utentediscovery90
0 4
 
Messaggi: 34
Iscritto il: 2 set 2019, 23:18

0
voti

[30] Re: Cosa succede in un mutuo accoppiamento?

Messaggioda Foto UtenteEcoTan » 6 nov 2021, 9:00

lelerelele ha scritto:mutuo accoppiamento che manca sul condensatore

Se realizziamo ogni armatura con la forma due pettini contrapposti che si inseriscono uno nell'altro senza toccarsi, non otteniamo due condensatori accoppiati sullo stesso dielettrico?
Certo è un caso teorico, ma anche ottenere due induttori perfettamente accoppiati non è che conceda molta libertà.
Avatar utente
Foto UtenteEcoTan
6.200 4 10 13
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 4149
Iscritto il: 29 gen 2014, 8:54

PrecedenteProssimo

Torna a Fisica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 11 ospiti