Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Preparazione laureati

Notizie scientifiche e non, comunicazioni, auguri, AAA cercasi, vendo, compro, piccoli racconti, curiosità, idee, fantasie ecc. Un fuori tema soft, senza argomenti scottanti

Moderatori: Foto Utenteadmin, Foto UtentePaolino

2
voti

[1] Preparazione laureati

Messaggioda Foto UtenteIsidoroKZ » 25 ott 2021, 3:37

Ho una curiosita` nata qualche tempo fa, ho gia` provato a domandare a qualche amico, ma mi piacerebbe estendere la platea di opinioni.

La curiosita` e` questa: secondo voi qual e` la percentuale di laureati che non ha capito un accidenti di nulla di tutto il corso di studi? Quelli che sono passati intonsi attraverso i vari esami, senza imparare nulla se non forse alcune parole qua e la` ma mancando completamente i concetti. Quelli che fanno dire "ma come ha fatto quello a prendere la laurea?". Mi riferisto a lauree di tipo scientifico in senso lato, niente sociologia, lettere e umanismi simili.

Non parlo di qualche defaillance momentanea o di un argomento che non si e` studiato bene o e` stato dimenticato (in questo sono un professionista di ignoranza), ma proprio di casi in cui non si ha la minima idea "sensata", stavo per scrivere scientifica ma basta sensata, e si viene fuori con fesserie sesquipedali, quando va bene, oppure piu` spesso con cose senza senso.

Datemi le vostre opinioni, basta un numero. Se volete approfondire siete i benvenuti. Capisco che sia una domanda non molto precisa, e` il meglio che riesco ad esprimere. Poi raccontero` da dove arriva la curiosita`.
Per usare proficuamente un simulatore, bisogna sapere molta più elettronica di lui
Plug it in - it works better!
Il 555 sta all'elettronica come Arduino all'informatica! (entrambi loro malgrado)
Se volete risposte rispondete a tutte le mie domande
Avatar utente
Foto UtenteIsidoroKZ
114,6k 1 3 8
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 20030
Iscritto il: 17 ott 2009, 0:00

4
voti

[2] Re: Preparazione laureati

Messaggioda Foto Utentefairyvilje » 25 ott 2021, 5:53

Dipende da ateneo ad ateneo ed anche dal corso. Ho avuto esperienza direttamente con 3 atenei in Italia ed uno in UK, quindi sul secondo non mi permetto di estendere giudizi signfiicativi, almeno non su questa questione.
Senza fare nomi e per quanto riguarda i settori disciplinari a me affini: a naso siamo intorno ad un 20%, 35% e 60% di laureati che escono senza soddisfare quelli che ritengo essere i requisiti minimi. Incredibilmente anche con voti molto alti. Il problema è che spesso gli studenti non ne sono nemmeno del tutto consapevoli per via della complicità di sistema di valutazione molto di comodo e la mancanza di un confronto colle figure di altri atenei.
Questa stortura è legata a tre ragioni principali:
- Curricula costruiti ad hoc per evitare gli esami "difficili" a meno di non selezionarseli manualmente, che pongono due laureati di atenei diversi, idealmente equivalenti, su piani ben separati.
- Criteri molto meno stringenti nella valutazione degli esami. Quanto ciò sia programmato od emergente è difficile a dirsi.
- Criteri molto meno stringenti in entrata. Alcune università capitalizzano sul fatto di "accogliere" i rifiutati delle altre con tutta una serie di corsi liberi che mimano corsi programmati/numero chiuso, promettendo poi di poter convertire i crediti se si passasse il test in futuro. Statisticamente la percentuale di persone che poi riescono a fare il passaggio o sono motivate a farlo non credo sia significativa, ma non ho dati concreti al riguardo. In compenso riescono tranquillamente a laurearsi nella soluzione alternativa offerta.
"640K ought to be enough for anybody" Bill Gates (?) 1981
Qualcosa non ha funzionato...

Lo sapete che l'arroganza in informatica si misura in nanodijkstra? :D
Avatar utente
Foto Utentefairyvilje
14,0k 4 9 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2920
Iscritto il: 24 gen 2012, 19:23

1
voti

[3] Re: Preparazione laureati

Messaggioda Foto UtenteEcoTan » 25 ott 2021, 7:44

Secondo me con gli esami come si facevano una volta, con qualche semplice esercizio a sorpresa alla lavagna, era difficile che uno fosse proprio inadatto o digiuno e riuscisse a passare. Ma anche il corso era tutto sommato chiaro e convincente, magari un po' limitato.
Avatar utente
Foto UtenteEcoTan
6.200 4 10 13
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 4149
Iscritto il: 29 gen 2014, 8:54

1
voti

[4] Re: Preparazione laureati

Messaggioda Foto UtenteGioArca67 » 25 ott 2021, 10:03

Io ho fatto ripetizioni a qualche centinaio di studenti universitari alcuni anni fa (10 circa) delle università romane.
Studenti quindi già carenti per conto loro.
Non posso dire di aver trovato un elevato numero di completi ignoranti o perfetti inetti.
Qualche caso molto disastrato sì, per il quale non aveva alcun senso il proseguimento.

Con tutto il rispetto però la domanda è malposta. Occorre fare dei distinguo.
Purtroppo la laurea, in Italia specialmente e nelle grandi città in particolare, è trattata dall'80% dei datori di lavoro (privati e pubblici) come un super diploma: ci si attende dal laureato non tanto una qualità tecnica di lavoro ben superiore a quella di un diplomato, ma viene il laureato assimilato ad un asino da soma.
Questo anche in società prettamente tecniche. Ho lavorato 10 anni in Telecom Italia alla Rete e per il lavoro mio e di numerosi altri miei colleghi (la maggior parte!) non vi era alcuna necessità di specifiche conoscenze universitarie: un qualsiasi diplomato tecnico con la testa sulle spalle avrebbe potuto svolgere tranquillamente il lavoro.

Diversamente la libera professione, dove c'è una più intensa necessità di conoscenze superiori. Ma non poi tale che validi Periti Industriali non possano gestire.

Occorrerebbe specificare meglio l'obiettivo della domanda.

In generale comunque io penso che ci siano troppi laureati.
Avatar utente
Foto UtenteGioArca67
1.126 3 7
Expert
Expert
 
Messaggi: 925
Iscritto il: 12 mar 2021, 9:36

1
voti

[5] Re: Preparazione laureati

Messaggioda Foto UtenteGoofy » 25 ott 2021, 10:42

IsidoroKZ ha scritto:percentuale di laureati che non ha capito un accidenti di nulla di tutto il corso di studi?


Voglio sperare che sia zero.
Non ho molti rapporti con nuovi laureati, fra quelli vecchi ci sono capre ma non al livello che chiedi tu.
Oddio, a pensarci bene forse un paio li conosco.
Avatar utente
Foto UtenteGoofy
8.535 4 5 9
Master
Master
 
Messaggi: 3159
Iscritto il: 10 dic 2014, 20:16

0
voti

[6] Re: Preparazione laureati

Messaggioda Foto Utentealev » 25 ott 2021, 10:43

GioArca67 ha scritto:Io ho fatto ripetizioni a qualche centinaio di studenti universitari alcuni anni fa (10 circa) delle università romane.
Studenti quindi già carenti per conto loro.

In che senso "carenti per conto loro"? :-k
Avatar utente
Foto Utentealev
4.582 2 9 12
free expert
 
Messaggi: 4966
Iscritto il: 19 lug 2010, 14:38
Località: Altrove

1
voti

[7] Re: Preparazione laureati

Messaggioda Foto Utentelelerelele » 25 ott 2021, 11:02

Purtroppo ritengo sia il sistema completo della scuola, a partire dalle superiori, (fose c'è da partire ancora prima, gli insegnanti), non viene riconosciuto allo studente un merito per avere imparato cio che deve sapere, e così si insegna tutto, sperando che imparino tutto, e si promuovono per sapere tutto, non si può pretendere di sapere tutto di tutto, questo implica che non saprai qualcosa, e guardacaso non saprai cio per cui hai studiato!

Non conosco una quantità di laureati, quelli con cui ho avuto a che fare per lavoro, sono abbastanza competenti, gli errori li fanno come gli altri, mi è capitato anche un paio di casi che probabilmente non lo erano competenti.

Speriamo bene.

So che a mio figlio, (è in classe 5a superiore), è stato proposto di fare ingegneria meccanica, ed il professore gli ha prospettato l'idea di fare i 5 anni, perché con i 3 non impara niente. Detto questo....

Saluti.
Avatar utente
Foto Utentelelerelele
2.982 3 7 9
Master
Master
 
Messaggi: 3384
Iscritto il: 8 giu 2011, 8:57
Località: Reggio Emilia

1
voti

[8] Re: Preparazione laureati

Messaggioda Foto UtenteGioArca67 » 25 ott 2021, 11:09

alev ha scritto:In che senso "carenti per conto loro"? :-k


Nel senso che la matematica non fa per loro, avevano gravi carenze di preparazione di base ed una voglia prossima a 0. Non so però le loro evoluzioni.
Avatar utente
Foto UtenteGioArca67
1.126 3 7
Expert
Expert
 
Messaggi: 925
Iscritto il: 12 mar 2021, 9:36

0
voti

[9] Re: Preparazione laureati

Messaggioda Foto UtenteGioArca67 » 25 ott 2021, 11:10

lelerelele ha scritto:
So che a mio figlio, (è in classe 5a superiore), è stato proposto di fare ingegneria meccanica, ed il professore gli ha prospettato l'idea di fare i 5 anni, perché con i 3 non impara niente.

Pressappochismo.
Il mio collega ha fatto i 3 anni ma da una pista a molti laureati con 5 anni... Dipende dalle persone
Avatar utente
Foto UtenteGioArca67
1.126 3 7
Expert
Expert
 
Messaggi: 925
Iscritto il: 12 mar 2021, 9:36

0
voti

[10] Re: Preparazione laureati

Messaggioda Foto Utentelelerelele » 25 ott 2021, 11:14

GioArca67 ha scritto:
lelerelele ha scritto:
So che a mio figlio, (è in classe 5a superiore), è stato proposto di fare ingegneria meccanica, ed il professore gli ha prospettato l'idea di fare i 5 anni, perché con i 3 non impara niente.

Pressappochismo.
Il mio collega ha fatto i 3 anni ma da una pista a molti laureati con 5 anni... Dipende dalle persone

Non ho dubbio su questo.

io non ho neanche la laurea, ma posso (devo), discutere con i laureati in elettronica per risolvere le beghe sulle loro schede, (più di una volta le ho risolte).

Il discorso lo vedrei in modo diverso, per coloro che invece non sono portati per questo studio...perché dobbiamo dargli il foglio in mano comunque?

saluti.
Avatar utente
Foto Utentelelerelele
2.982 3 7 9
Master
Master
 
Messaggi: 3384
Iscritto il: 8 giu 2011, 8:57
Località: Reggio Emilia

Prossimo

Torna a Magazine: notizie, presentazioni, annunci e molto altro

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 18 ospiti