Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Prezzi magnetotermici-differenziali, differenze giustificate

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto UtenteMike, Foto UtenteMASSIMO-G, Foto Utentelillo, Foto Utentesebago

0
voti

[1] Prezzi magnetotermici-differenziali, differenze giustificate

Messaggioda Foto Utenteclaudiocedrone » 19 ott 2021, 10:48

Immagino che non si possano dare risposte univoche ma almeno per avere una idea;

magnetotermico-differenziale 1+N 16 A 0,03 A (4,5 kA) tipo AC marca AEG (ora inglobata in ABB) 25 euro

idem come sopra ma tipo A marca Eaton 70 euro (BTicino "uguale" ma da 6 kA 100 euro);

tale differenza di prezzo è pienamente giustificata o stanno vendendo l'olio come si dice dalle mie parti?
"Non farei mai parte di un club che accettasse la mia iscrizione" (G. Marx)
Avatar utente
Foto Utenteclaudiocedrone
18,1k 4 7 9
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 12498
Iscritto il: 18 gen 2012, 13:36

0
voti

[2] Re: Prezzi magnetotermici-differenziali, differenze giustifi

Messaggioda Foto Utentealev » 19 ott 2021, 11:04

Non so dove e come siano prodotti i 2 dispositivi che hai menzionato ma penso una parte credo non trascurabile della differenza di prezzo penso sia dovuta alla diverse "caratteristiche" dei rispettivi produttori (oppure marchiatori):
  • ABB è una multinazionale, quotata in borsa, stabilmente nella Global 500 e produce di tutto
  • BTicino è tutta italiana (sebbene parte di gruppo internazionale) e produce solo nel settore equipaggiamenti elettrici a bassa tensione
In breve, sono due aziende molto differenti, mi pare naturale abbiano economie di scala molto diverse
Avatar utente
Foto Utentealev
4.631 2 9 12
free expert
 
Messaggi: 5027
Iscritto il: 19 lug 2010, 14:38
Località: Altrove

0
voti

[3] Re: Prezzi magnetotermici-differenziali, differenze giustifi

Messaggioda Foto Utenteclaudiocedrone » 19 ott 2021, 12:00

Lo AEG è made in Italy, lo Eaton (che non mi pare comunque un'azienda piccolina) è made in Romania.
Al di là della economia di scala la domanda verte su quanto sia (o meno) giustificata da differenze costruttive ovvero se è normale che un tipo A costi il triplo di un AC (anche perché in caso di eventuali disturbi allora per prendere un F occorre accendere un mutuo? :?)
"Non farei mai parte di un club che accettasse la mia iscrizione" (G. Marx)
Avatar utente
Foto Utenteclaudiocedrone
18,1k 4 7 9
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 12498
Iscritto il: 18 gen 2012, 13:36

0
voti

[4] Re: Prezzi magnetotermici-differenziali, differenze giustifi

Messaggioda Foto UtenteFranco012 » 19 ott 2021, 12:02

Secondo me, non puoi fare un confronto tra interruttori con diverse caratteristiche. In particolare, un differenziale di tipo "A" costa molto di più di uno del tipo "AC". Ho recentemente acquistato un magnetotermico differenziale ABB di tipo "A" da 10 A, 30 mA, 6kA (modello DS201 B10 A30) e l'ho pagato 122 euro, già scontati, da un magazzino per grossisti.
Penso sia solo una questione commerciale, non legata al costo di produzione, visto che, da quanto leggo su questo Forum, in altri paesi europei tutta questa differenza tra tipo "A" e tipo "AC" non c'è.
Big fan of ƎlectroYou
Avatar utente
Foto UtenteFranco012
4.401 2 3 7
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 1947
Iscritto il: 8 ago 2015, 19:40
Località: Sardegna

0
voti

[5] Re: Prezzi magnetotermici-differenziali, differenze giustifi

Messaggioda Foto Utenteclaudiocedrone » 19 ott 2021, 12:05

:ok:
"Non farei mai parte di un club che accettasse la mia iscrizione" (G. Marx)
Avatar utente
Foto Utenteclaudiocedrone
18,1k 4 7 9
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 12498
Iscritto il: 18 gen 2012, 13:36

0
voti

[6] Re: Prezzi magnetotermici-differenziali, differenze giustifi

Messaggioda Foto UtenteSediciAmpere » 19 ott 2021, 13:43

altrimenti, se costano troppo, c'è questo: viewtopic.php?f=3&t=83233
Avatar utente
Foto UtenteSediciAmpere
2.349 4 5 8
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 2663
Iscritto il: 31 ott 2013, 15:00

0
voti

[7] Re: Prezzi magnetotermici-differenziali, differenze giustifi

Messaggioda Foto Utenteclaudiocedrone » 19 ott 2021, 14:11

Per carità :lol: conosco la problematica infatti evito accuratamente di acquistare certe cose in rete anche perché quando di marca affidabile è praticamente impossibile sapere le vere caratteristiche tipo compri un A e quando ti arriva scopri che è un AC.
Ragion per cui mi sono dovuto fare una settantina di km tra andata e ritorno per comprare il tipo A che nei negozi qui nei dintorni è praticamente sconosciuto, ne avevo trovato uno ma da 25 A mentre a me serviva da 16 A.
Non parliamo per niente poi dei B o degli F, chi aveva lo A da 25 A ha detto che lo usano per il fotovoltaico... che diamine, a me risulta che in caso di componente continua serve il B!
"Non farei mai parte di un club che accettasse la mia iscrizione" (G. Marx)
Avatar utente
Foto Utenteclaudiocedrone
18,1k 4 7 9
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 12498
Iscritto il: 18 gen 2012, 13:36

0
voti

[8] Re: Prezzi magnetotermici-differenziali, differenze giustifi

Messaggioda Foto UtenteFranco012 » 19 ott 2021, 15:10

A volte, possono capitare anche vere e proprie occasioni, basta cercare (ed essere fortunati).
Il mese scorso volevo acquistare due interruttori magnetotermici da 10 A, 1P+N, 4,5 kA. Ho cercato un po' dappertutto online, e su Ebay ho visto questa inserzione:

Magnetotermici ABB a 3 euro su Ebay.png
Magnetotermico ABB mod. S202 C10

Visto il prezzo, mi sono ovviamente posto dei dubbi, anche perché gli interruttori sono di marca ben nota, e con caratteristiche superiori a quelle che cercavo (2 poli protetti, 6 kA di potere d'interruzione). Ho chiesto al venditore conferma delle caratteristiche tecniche, e una volta avuta la conferma ne ho acquistato quattro, al prezzo di € 2,54 ciascuno + € 5,99 per spese di spedizione. In pratica, mi sono costati circa 4 euro ciascuno.
Sono arrivati nella scatola originale ABB, li ho esaminati uno per uno e non ho rilevato niente che faccia pensare a un dispositivo non originale ABB.
Probabilmente si tratta di una rimanenza di magazzino, rimasta invenduta per scarsa richiesta.

P.S.
Ho visto ora che l'oggetto è ancora in vendita, ma ne sono rimasti solo tre, e le spese di spedizione sono aumentate a € 6,49 (però sempre complessive).
Big fan of ƎlectroYou
Avatar utente
Foto UtenteFranco012
4.401 2 3 7
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 1947
Iscritto il: 8 ago 2015, 19:40
Località: Sardegna

2
voti

[9] Re: Prezzi magnetotermici-differenziali, differenze giustifi

Messaggioda Foto UtenteGioArca67 » 19 ott 2021, 15:26

claudiocedrone ha scritto:Non parliamo per niente poi dei B o degli F, chi aveva lo A da 25 A ha detto che lo usano per il fotovoltaico... che diamine, a me risulta che in caso di componente continua serve il B!


Sono ammessi nel caso in cui l'inverter per costruzione (su indicazione del costruttore ovviamente) non possa immettere componenti continue lato rete.
Avatar utente
Foto UtenteGioArca67
1.156 3 7
Expert
Expert
 
Messaggi: 976
Iscritto il: 12 mar 2021, 9:36

2
voti

[10] Re: Prezzi magnetotermici-differenziali, differenze giustifi

Messaggioda Foto Utente6367 » 19 ott 2021, 20:10

alev ha scritto: ?%
  • ABB è una multinazionale, quotata in borsa, stabilmente nella Global 500 e produce di tutto
  • BTicino è tutta italiana (sebbene parte di gruppo internazionale) e produce solo nel settore equipaggiamenti elettrici a bassa tensione
In breve, sono due aziende molto differenti, mi pare naturale abbiano economie di scala molto diverse


Molto diverse?
Non direi nel settore specifico.

Forse ABB è più italiana nel settore del din-rail (ex Elettrocondutture) visto che buona parte della produzione è a Pomezia, in uno dei più grandi stabilimenti del genere (ma altri stabilimenti sono in Germania, Svizzera, Ungheria...).

Bticino ha conservato solo per l'Italia il marchio storico (cosa che non ha fatto qualche decennio fa Elettrocondutture) ma è a tutti gli effetti parte della multinazionale Legrand con stabilimenti in Italia, Francia e altrove.

Se andiamo a vedere altri settori (es. EV charging o robotica) le cose sono diverse.

Va anche detto che ABB si è molto trasformata. Per esempio, negli ultimi anni ha ceduto la storica divisione Power Grids (ex Asea famosa per l'HVDC), divenuta Hitachi Energy. Ha ceduto anche il solare (Fimer) e Oil&Gas (Arkad). Ma si è rafforzata nella bassa tensione acquisendo General Electric Industrial che è tanta roba.
Avatar utente
Foto Utente6367
20,6k 6 9 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6469
Iscritto il: 9 set 2005, 0:00

Prossimo

Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 33 ospiti