Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Reattore nucleare portatile

Fonti energetiche e produzione e fornitura dell'energia elettrica.

Moderatori: Foto UtenteMike, Foto Utentesebago, Foto Utentemario_maggi

0
voti

[91] Re: Reattore nucleare portatile

Messaggioda Foto UtenteGioArca67 » 26 ott 2021, 9:28

Etemenanki ha scritto:non per pregiudizi, solo per i troppi rischi di rimanere a piedi, senza una possibile propulsione alternativa in caso di guasto o batteria scarica.

Potresti dare un'idea del perché ritieni che una macchina full Electric abbia un maggior rischio di rimanere col serbatoio vuoto o di guastarsi più di una a combustione interna?
Avatar utente
Foto UtenteGioArca67
1.156 3 7
Expert
Expert
 
Messaggi: 976
Iscritto il: 12 mar 2021, 9:36

0
voti

[92] Re: Reattore nucleare portatile

Messaggioda Foto UtenteEtemenanki » 26 ott 2021, 9:31

Il teletrasporto stile Star Trek sarebbe un po pericoloso, senza un sistema per controllare se qualcosa occupa gia lo spazio in cui vuoi materializzarti (aria compresa), si rischierebbe di cercare di rimaterializzarsi in un punto gia occupato da altra materia (e cosa succede quando degli atomi cercano di occupare lo stesso spazio fisico contemporaneamente ? :mrgreen: )

Bisognerebbe che il sistema controllasse prima il punto di destinazione, e poi in assenza di oggetti solidi "scambiasse" tutti gli atomi di un determinato volume fra il punto di partenza e quello di arrivo in contemporanea ... o in alternativa creasse una "zona di vuoto totale" nel punto di arrivo e poi ci trasferisse l'intero volume equivalente dello spazio occupato dalla persona, piu una zona di sicurezza intorno, dal punto di partenza (il che creerebbe un "boom" sonico nel punto di partenza, ma almeno non ci sarebbe un "KABOOM" nucleare nel punto di arrivo :mrgreen: )
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.
Avatar utente
Foto UtenteEtemenanki
1.283 1 4 5
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 880
Iscritto il: 2 apr 2021, 23:42
Località: Dalle parti di un grande lago ... :)

0
voti

[93] Re: Reattore nucleare portatile

Messaggioda Foto UtenteEtemenanki » 26 ott 2021, 9:57

GioArca67 ha scritto:Potresti dare un'idea del perché ritieni che una macchina full Electric abbia un maggior rischio di rimanere col serbatoio vuoto o di guastarsi più di una a combustione interna?


Non e' che la probabilita' sia "maggiore" o "minore", rispetto ad un veicolo a combustione interna, di subire un guasto meccanico o di rimanere senza energia, e' la stessa a livello statistico, mentre invece, probabilmente, a livello pratico e' un po maggiore, ma solo perche' si stanno usando tecnologie non altrettanto collaudate e sviluppate di quelle dei motori a combustione interna, che esistendo ormai dal 1853 (invenzione Italiana, fra l'altro), hanno avuto molto piu tempo per essere studiati, migliorati e resi sempre piu efficenti e robusti.

Peraltro utilizzano molta piu elettronica, e come insegna la prima legge generale della tecnologia, "quello che non c'e' non puo guastarsi" ;-)

Inoltre e' palese che l'autonomia e' ancora parecchio minore ed il tempo "di ricarica" e' molto maggiore rispetto al "pieno" di un serbatoio di benzina o gas nel caso si rimanga senza energia.

Per di piu, se uno dei tanti elementi della batteria va in corto o in perdita, puo causare parecchio danno, mentre al massimo se un serbatoio si buca, si resta a piedi, ed anche, se ti si buca il serbatoio trovi il carburante in terra (gas a parte, ma anche li puoi sentirne l'odore) e te ne accorgi prima di partire, se la batteria va in perdita o si danneggia rischi di accorgertene quando ti molla a meta' strada, ed anche, se un'elemento va in corto mentre l'auto e' parcheggiata puo far esplodere la batteria o dare fuoco al veicolo, mentre un serbatoio al massimo si svuota, ma senza fiamme o scintille esterne, da solo non prende fuoco.

Un veicolo esclusivamente elettrico ha quindi, potenzialmente, una maggiore probabilita' di avere un malfunzionamento non immediatamente riparabile e "potenzialmente" distruttivo, anche da fermo (principalmente a livello elettrico/elettronico e di batteria), ed in caso di "serbatoio vuoto", di costringere a maggiori attese di un normale pieno, anche supponendo di poterlo spingere o trasportare ad un punto di ricarica.

E' pur vero che anche un'ibrido ha potenzialmente lo stesso rischio di esplosione da batteria in corto, ma in misura un po minore (se la batteria non viene usata il 100% del tempo e quindi si usura di meno), ma non presenta gli altri rischi connessi all'esclusivo elettrico.

La logica quindi sembrerebbe consigliare un sistema ibrido, che sia elettrico/benzina o ancora meglio elettrico/gas, per cercare sia di prevenire la possibilita' di "restare a piedi" in mezzo alla strada per un guasto non prevedibile, sia per la possibilita', in caso di mancanza di energia, di continuare a viaggiare con il secondo sistema (magari recuperando anche parte dell'energia elettrica durante moto a carburante e frenate, se il tutto fosse ben progettato), sia per la complessiva maggiore autonomia.

IMHO, almeno ;-)
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.
Avatar utente
Foto UtenteEtemenanki
1.283 1 4 5
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 880
Iscritto il: 2 apr 2021, 23:42
Località: Dalle parti di un grande lago ... :)

2
voti

[94] Re: Reattore nucleare portatile

Messaggioda Foto UtenteGioArca67 » 26 ott 2021, 13:49

Perdonami la franchezza... Ma stai dicendo cose paragonabili alla microchippatura nei vaccini Covid19.
Un motore elettrico meno affidabile di uno a combustione interna?
Cortocircuito delle batterie più probabile di un incendio di benzina?

Statisticamente non si può dir nulla, ma potenzialmente sì...

A me sembra ci sia solo una preclusione mentale.
Sono d'accordo che vi sono limitazioni sull'autonomia, ma come si diceva giustamente prima quanti hanno necessità di fare più di 200km al giorno?

La ricarica veloce è quasi paragonabile al rifornimento, sono stato varie volte su una una Tesla model 3 e ricaricare 1/4 di batterie non è stato un problema.
400km di autonomia son pochini per Roma Milano ad es. ma basta fermarsi per un caffè e si arriva.
Avatar utente
Foto UtenteGioArca67
1.156 3 7
Expert
Expert
 
Messaggi: 976
Iscritto il: 12 mar 2021, 9:36

0
voti

[95] Re: Reattore nucleare portatile

Messaggioda Foto Utentestefanopc » 26 ott 2021, 14:01

Etemenanki ha scritto:Peraltro utilizzano molta piu elettronica, e come insegna la prima legge generale della tecnologia, "quello che non c'e' non puo guastarsi" ;-)


Per di piu, se uno dei tanti elementi della batteria va in corto o in perdita, puo causare parecchio danno... un serbatoio si buca, si resta a piedi, ed anche, se ti si buca il serbatoio trovi il carburante in terra (gas a parte, ma anche li puoi sentirne l'odore) e te ne accorgi prima di partire... da solo non prende fuoco.



Due frasi discutibili.
1) L'elettronica è da sempre più affidabile della meccanica a parità di lavoro svolto e richiede manutenzione minima o nulla.
Il motore elettrico poi è decisamente durevole e affidabile.
Le automobili moderne con motore termico hanno una quantità di elettronica molto molto simile molto sofisticata e complessa con centinaia di sensori e svariati organi di governo.
Certo se paragoni la Tesla alla prima Fiat '500 la differenza di complessità è evidente.
Peraltro mia madre rimaneva a piedi spesso con la 500 nonostante la regola dovrebbe dire l' opposto.
E la manutenzione era una costante ogni due settimane.
2) se un elemento della batteria è problematico la centralina se ne accorge molto prima che succeda questa situazione pericolosa.
La centralina misura continuamente tutti gli elementi della batteria molto volte al secondo.
Il problema è evidenziato molto prima che ci sia una situazione di pericolo.


Col buco nel serbatoio non te ne accorgi...
Li vicino passa la marmitta e magari è rovente.
Siamo proprio sicuri sicuri?

Il Gpl invece esplode spontaneamente senza innesco se la miscela gas aria supera il 3%.
E in caso di perdita i vigili del fuoco lasciano finire di bruciare i veicoli per non rischiare la pelle.

Poi se non ti piace il veicolo elettrico come idea quella è una cosa diversa.
Ciao
600 Elettra
Avatar utente
Foto Utentestefanopc
5.643 2 7 12
Master
Master
 
Messaggi: 1756
Iscritto il: 4 ago 2020, 9:11

0
voti

[96] Re: Reattore nucleare portatile

Messaggioda Foto Utentealev » 26 ott 2021, 14:06

GioArca67 ha scritto:400km di autonomia son pochini per Roma Milano ad es. ma basta fermarsi per un caffè e si arriva.

RM-MI sono circa 600 e molto traffico e nella tratta NA-MI ed oltre, magari dalla Puglia

In ogni caso, se oltre al caffè (1 oppure 2) aggiungi la "ricarica", perdi 3/4 d'ora come niente, le operazioni di ricarica rapida non possono essere "unattended"
Avatar utente
Foto Utentealev
4.631 2 9 12
free expert
 
Messaggi: 5027
Iscritto il: 19 lug 2010, 14:38
Località: Altrove

0
voti

[97] Re: Reattore nucleare portatile

Messaggioda Foto UtenteGoofy » 26 ott 2021, 14:10

GioArca67 ha scritto:
Sono d'accordo che vi sono limitazioni sull'autonomia, ma come si diceva giustamente prima quanti hanno necessità di fare più di 200 km al giorno? .


Quasi nessuno.
Quasi tutti però, qualche giorno all'anno, fanno più di 400 km.
Avatar utente
Foto UtenteGoofy
8.600 4 5 9
Master
Master
 
Messaggi: 3180
Iscritto il: 10 dic 2014, 20:16

0
voti

[98] Re: Reattore nucleare portatile

Messaggioda Foto Utentestefanopc » 26 ott 2021, 14:13

Ma se da Milano devi andare a Roma o Napoli magari prendi il Frecciarossa o Flixbus così leggi il giornale o fai un pisolo invece di guidare.
Ciao
600 Elettra
Avatar utente
Foto Utentestefanopc
5.643 2 7 12
Master
Master
 
Messaggi: 1756
Iscritto il: 4 ago 2020, 9:11

0
voti

[99] Re: Reattore nucleare portatile

Messaggioda Foto UtentePiercarlo » 26 ott 2021, 14:21

gianniniivo ha scritto:“lo scetticismo è una storia senza inizio e senza fine”, dubitare affermazioni straordinarie è vecchio quanto l'umanità.


Senza dubbio uno dei suoi pochi istinti sani vista la tendenza generale a bersi ogni panzana (o ad alterare la sostanza delle cose fino a farle diventare panzane) pur di assecondare le proprie megalomanie (tendenza questa ancor più vecchia dello scetticismo). Come hanno già precisato un po' di signori da parecchio tempo, affermazioni straordinarie (o anche solo le pretese straordinarie su di esse come in questo caso) esigono prove straordinarie a loro sostegno.
Avatar utente
Foto UtentePiercarlo
22,3k 6 10 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6143
Iscritto il: 30 mar 2010, 19:23
Località: Milano

0
voti

[100] Re: Reattore nucleare portatile

Messaggioda Foto UtenteGoofy » 26 ott 2021, 14:23

E se devo andare da Bassano del Grappa a Perugia? (*)
E se devo trainare la roulotte o una barca?
La ovvia questione è che le esigenze sono differenti, ci vuole libertà di scelta ognuno si compri quel che preferisce.

P.S. (*) Ho sbagliato esempio pescando a caso due città che sono servite abbastanza bene dalla ferrovia :D
Avatar utente
Foto UtenteGoofy
8.600 4 5 9
Master
Master
 
Messaggi: 3180
Iscritto il: 10 dic 2014, 20:16

PrecedenteProssimo

Torna a Energia e qualità dell'energia

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti