Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Scelta dimensionamento interruttori per quadro

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto UtenteMike, Foto UtenteMASSIMO-G, Foto Utentelillo, Foto Utentesebago

0
voti

[21] Re: Scelta dimensionamento interruttori per quadro

Messaggioda Foto UtenteGioArca67 » 3 ago 2021, 10:17

Scusa intendevo lavastoviglie
Avatar utente
Foto UtenteGioArca67
1.792 2 4 7
Master
Master
 
Messaggi: 1641
Iscritto il: 12 mar 2021, 9:36

0
voti

[22] Re: Scelta dimensionamento interruttori per quadro

Messaggioda Foto UtenteGagge89 » 4 ago 2021, 11:47

Eh sì, ripensandoci sì sarebbe meglio, ma purtroppo ormai la lavastoviglie, così come Forno, Cucina ecc.. partono direttamente dal quadro con singoli corrugati e quindi non passa per una scatola di derivazione per sezionarlo. Quindi dovrei comunque partire dal quadro e mettere insieme la linea LAVASTOVIGLIE + FORNO,CUCINA.

Mi sai chiarire i dubbi appunto tra tipo e curva?
Per esempio per il condizionatore serve un interruttore TIPO D oppure CURVA D? Dai siti non si capisce niente uno scrive di curva, uno di tipo...altri ancora scrivono sia di TIPO sia di CURVA sia per gli MT che per gli MTD.... non ci sto capendo più nulla
Avatar utente
Foto UtenteGagge89
8 1 4
New entry
New entry
 
Messaggi: 76
Iscritto il: 18 mar 2016, 17:21

0
voti

[23] Re: Scelta dimensionamento interruttori per quadro

Messaggioda Foto UtenteGoofy » 4 ago 2021, 12:05

La curva (B,C,D,...) è quella tempo - corrente di intervento dei magnetotermici, il tipo (AC, A, B, F, eventualmente S) è riferito ai differenziali (capacità di intervenire con forme d'onda più o meno differenti dalla sinusoidale pura a 50 Hz)
Avatar utente
Foto UtenteGoofy
9.168 4 5 9
Master
Master
 
Messaggi: 3535
Iscritto il: 10 dic 2014, 20:16

0
voti

[24] Re: Scelta dimensionamento interruttori per quadro

Messaggioda Foto Utentelillo » 4 ago 2021, 12:06

ciao,
quando si parla di curva ci si riferisce al magnetotermico.
le diverse curve sostanzialmente spostano la magnetica (ovvero l'intervento "immediato") a diversi multipli della nominale:
un curva B ha la magnetica a 3-5 In;
un curva C ha la magnetica a 8-10 In;
un curva D ha la magnetica a 10-20 In;

quando si parla di tipo ci si riferisce al differenziale
i vari tipi di differenziali si differenziano per la loro capacità di interrompere le diverse forme d'onda della corrente:
un tipo AC (il più comune) interrompe correnti alternate a frequenza di rete;
un tipo A fa le stesse cose del tipo AC e in più interrompe correnti unidirezionali pulsanti;
un tipo B fa le stesse cose del tipo A e in più interrompe le correnti continue

quanto elencato è non esaustivo, ovvero vi sono anche curve e tipi che non ho citato per semplicità.

EDIT1: sovrapposto a Goofy.
EDIT2: non avevo letto il 3D dall'inizio, ma penso che nello schema iniziale al di là di moduli e compagnia bella, ci siano cose non chiare.
ad esempio non mi pare siano state indicate le distanze dal contatore (se si chiedo scusa).

ma 'sto quadro...... te lo stai facendo da solo :?:
Avatar utente
Foto Utentelillo
19,6k 7 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 3872
Iscritto il: 25 nov 2010, 11:30
Località: Nuovo Mondo

0
voti

[25] Re: Scelta dimensionamento interruttori per quadro

Messaggioda Foto UtenteGagge89 » 4 ago 2021, 12:38

lillo ha scritto:ad esempio non mi pare siano state indicate le distanze dal contatore (se si chiedo scusa).

ma 'sto quadro...... te lo stai facendo da solo :?:


Ciao sì mi era poi stato chiesto nei post successivi.. Il contatore dell'Enel è distante dal quadro 20cm.
Per questo mi sto chiedendo se è necessario inserire un sezionatore all'ingresso del quadro dato che il contatore dell'Enel che ha già l'interruttore è distante pochi cm dal quadro....senza il sezionatore già avrei 2 moduli in più da usare..
Il quadro sì me lo sto facendo da solo...guarda abbiamo avuto una ditta di deficienti che hanno fatto solo che casini, alla fine li abbiamo mandati via perché dopo 10 mesi non sono riusciti a finire un appartamento da 80mq!
Ora ho trovato un elettricista che ovviamente mi certifica l'impianto ma tra impegni e tutto mi ha detto che viene solo a controllare a lavoro finito...dato che appunto non voglio incorrere in problemi voglio che venga e non ci siano problemi ( anche questo comunque non mi sembra molto sveglio ma uno del tipo "Ma sì sì....va bene"). Dato che sulla sicurezza non si scherza ho preferito chiedere prima di procedere all'acquisto di materiale che non va bene
Avatar utente
Foto UtenteGagge89
8 1 4
New entry
New entry
 
Messaggi: 76
Iscritto il: 18 mar 2016, 17:21

0
voti

[26] Re: Scelta dimensionamento interruttori per quadro

Messaggioda Foto UtenteGagge89 » 4 ago 2021, 13:46

lillo ha scritto:ciao,
quando si parla di curva ci si riferisce al magnetotermico.
le diverse curve sostanzialmente spostano la magnetica (ovvero l'intervento "immediato") a diversi multipli della nominale:
un curva B ha la magnetica a 3-5 In;
un curva C ha la magnetica a 8-10 In;
un curva D ha la magnetica a 10-20 In;

quando si parla di tipo ci si riferisce al differenziale
i vari tipi di differenziali si differenziano per la loro capacità di interrompere le diverse forme d'onda della corrente



Da quanto hai scritto sui condizionatori quindi dovrei metterci un MTD di tipo AC? Il problema è che, per come mi è stato suggerito il quadro qualche post fa, sui condizionatori avrei un MT e quindi non avrei la possibilità di mettere qualcosa di tipo A ( che per quanto hai detto è riferito alla parte differenziale), corretto? Quindi come potrei fare? Ci potrebbero essere dei problemi se sui condizionatori mettessi un MT curva C?
Avatar utente
Foto UtenteGagge89
8 1 4
New entry
New entry
 
Messaggi: 76
Iscritto il: 18 mar 2016, 17:21

0
voti

[27] Re: Scelta dimensionamento interruttori per quadro

Messaggioda Foto UtenteGioArca67 » 4 ago 2021, 15:15

Gagge89 ha scritto:Mi sai chiarire i dubbi appunto tra tipo e curva?
Per esempio per il condizionatore serve un interruttore TIPO D oppure CURVA D? Dai siti non si capisce niente uno scrive di curva, uno di tipo...altri ancora scrivono sia di TIPO sia di CURVA sia per gli MT che per gli MTD.... non ci sto capendo più nulla


Nella pratica comune è invalso l'uso pratico di identificare un determinato interruttore automatico magnetotermico con una certa CURVA di intervento del dispositivo magnetico.
In effetti nella norma IEC60898-1 viene definito un certo numero di TIPI di intervento per il tramite di maschere (punti fissi) sul piano tempo-corrente (vedi figura).
Dovremmo dire: interruttore automatico magnetotermico di tipo C, il quale ha una caratteristica di intervento rientrante nel tipo C, i cui produttori rappresentano con una certa curva nel piano tempo-corrente.
Per velocità si usa dire semplicemente interruttore in curva C.
Per inciso le curve di intervento di interruttori automatici di produttori diversi ben possono essere diverse, ma devono essere racchiuse dalla maschera di cui sopra e quindi è garantita una certa compatibilità (ma non completa).

Poiché per gli interruttori differenziali non c'è una caratteristica riferibile ad una curva di intervento, ma ci sono delle caratteristiche della corrente che viene rilevata identificate anch'esse da un tipo (es tipo AC che rileva solo correnti di tipo alternato) non c'era modo né necessità di fare compressioni e quindi si usa TIPO.

Per cui se il venditore parla di un interruttore magnetotermico di tipo D non sbaglia.

Per un interruttore magnetotermico differenziale devi quindi esplicitare entrambe le caratteristiche di intervento: ovvero a quale tipo di intervento magnetico appartiene e quale tipo di corrente differenziale rileva: caratteristica di intervento magnetico di tipo D e corrente differenziale rilevata di tipo A.

Ma come dicevo prima il tipo (D in esempio) di intervento magnetico identifica una possibile curva ed allora è molto più veloce e anche dà luogo a meno confusioni dire che l'interruttore magnetotermico differenziale è con CURVA D e TIPO A.

Le lettere identificative sono per lo più disgiunte (ovvero non è stata definita una curva di intervento di tipo A o AC) come non c'è un differenziale che interviene per una corrente di tipo D, allora la confusione è limitata nella pratica solo alla lettera B poiché vi è sia un tipo B di differenziale, sia una curva di intervento magnetico di tipo B
Allegati
mcb_tripping_iec60898.png
Avatar utente
Foto UtenteGioArca67
1.792 2 4 7
Master
Master
 
Messaggi: 1641
Iscritto il: 12 mar 2021, 9:36

0
voti

[28] Re: Scelta dimensionamento interruttori per quadro

Messaggioda Foto UtenteGioArca67 » 4 ago 2021, 15:37

Al post 17 ti ho indicato le caratteristiche essenziali ovvero il tipo di curva di intervento (per tutti la C) della funzione magnetica (es. C6A C16A)
lo so.. in effetti non sarebbe preciso indicare la A di Ampere... ma è mia abitudine.

Inoltre ho indicato l'intensità della corrente differenziale (30mA per tutti, a volte indicata anche come 0,03A) ed il tipo (A oppure AC).

La curva di tipo D a te non serve.
I differenziali di tipo AC vanno più che bene. Se proprio vuoi essere super zelante , a protezione del condizionatore (e quindi anche di prese, cucina, ecc che stanno tutte sotto ad un unico differenziale) metti un tipo A.

Rileggi il post 17 c'è scritto tutto.
Avatar utente
Foto UtenteGioArca67
1.792 2 4 7
Master
Master
 
Messaggi: 1641
Iscritto il: 12 mar 2021, 9:36

Precedente

Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 35 ospiti