Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Dichiarazione di Rispondenza

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto UtenteMike, Foto UtenteMASSIMO-G, Foto Utentelillo, Foto Utentesebago

0
voti

[1] Dichiarazione di Rispondenza

Messaggioda Foto Utentegjkfriend » 13 mag 2021, 9:38

Buongiorno, dovrei fare una dichiarazione di rispondenza dell'impianto elettrico per un capannone di circa 2400 mq. Alimentato in bassa tensione, circa 30 kW di fornitura. E' obbligatorio fare anche la valutazione rischio fulmini, oppure nella Diri non c'è l'obbligo di fare questa analisi?

Quanto potrei chiedere per la DIRI ? 1.500 euro / 2.500 euro ? (non esiste un dwg, devo rimettere tutto su cad, rilievo e schemi di 4-5 quadri e sottoquadri, relazione tecnica, Diri). L'impianto è fatto abbastanza bene, con canali metallici e blindoluce.

Grazie
Avatar utente
Foto Utentegjkfriend
166 1 3 6
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 819
Iscritto il: 25 ott 2010, 22:25

1
voti

[2] Re: Dichiarazione di Rispondenza

Messaggioda Foto Utentelillo » 13 mag 2021, 10:13

ciao,
sull'obbligo degli elaborati minimi di una Di.Ri. se ne può parlare all'infinito, in quanto nessuna legge o norma ne parla chiaramente.
un ottimo riferimento che trovai era un vademecum del collegio dei periti di Milano, dove semplicemente per dualismo, spiegava che la mole di elaborati per una Di.Ri, è la stessa se facessi il progetto ex novo.

e ritengo sia cosa buona e giusta.
anche fare la valutazione del rischio scariche.

sulla parcella passo, dipende da troppi fattori, dal livello di accuratezza delle prove e delle misure, e soprattutto dal tempo che tutto quello che devi fare richiede.
Avatar utente
Foto Utentelillo
19,3k 7 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 3851
Iscritto il: 25 nov 2010, 11:30
Località: Nuovo Mondo

1
voti

[3] Re: Dichiarazione di Rispondenza

Messaggioda Foto Utenteferri » 13 mag 2021, 14:15

Ciao
di solito a rilevare, mettere in tavola e verificare impianti già realizzati impiego più tempo che a fare un progetto (esclusi i tempi per trovare i dati di ingresso).
Poi ci fai anche un collaudo, e prendi delle responsabilità su quanto realizzato da altri.

Con queste info dovresti riuscire a valutare l'importo; poi è tutto da riparametrare in base alla complessità (una canale perimetrale con 10 calate a blocchi prese e illuminazione per mezzo blindoluce differisce da un impianto con N utilizzatori, quadri e sottoquadri.
Avatar utente
Foto Utenteferri
1.280 2 4
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 400
Iscritto il: 24 nov 2012, 11:41

2
voti

[4] Re: Dichiarazione di Rispondenza

Messaggioda Foto Utenteiosolo35 » 13 mag 2021, 16:34

Questo è ciò che di solito faccio io:
- Rilievo, verifica impianto elettrico e del rischio elettrico (protezioni, distribuzione, ill.sicurezza, ecc.) e della documentazione tecnica (d.lgs.81/08 art.80)
- Analisi tecnica dei rilievi eseguiti e stesura della relazione tecnica sullo stato degli impianti ed eventuali interventi da eseguire (ai sensi del d.lgs.81/08 art.80 e D.M.37/08 art.5)
- Progetto impianto elettrico , relazione tecnica (ai sensi del D.M.37/08 art.5)
- Verifica scariche atmosferiche (D.lgs.81/08 art.84 CEI EN 62305)
- Redazione della dichiarazione di rispondenza dell' impianto elettrico dello stabile (D.M.37/08 art.7)
- Registro uso e manutenzione impianto elettrico dello stabile (dlgs. 81/08 art.80 e 86, D.M.37/08 art.8)
non ci sono problemi, ma solo soluzioni
Avatar utente
Foto Utenteiosolo35
47,0k 7 11 12
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 3737
Iscritto il: 15 mar 2012, 15:34
Località: Trento


Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 45 ospiti