Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Controllore di isolamento sistemi IT

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto UtenteMike, Foto UtenteMASSIMO-G, Foto Utentelillo, Foto Utentesebago

0
voti

[1] Controllore di isolamento sistemi IT

Messaggioda Foto Utentejhonny » 30 apr 2021, 21:02

Leggendo la CEI 64-8 non sono onestamente riuscito a capire se il controllore di isolamento è obbligatorio nei sistemi IT.
Nel qualcaso lo fosse non mi è chiaro il motivo in quanto in occasione del secondo guasto l'interruzione automatica del circuito garantisce la protezione dai contatti indiretti.

Aggiungo inoltre che l'art. 413.1.5.3 e 413.1.5.3 (commenti) sembrerebbero dire due cose non propriamente allineate:

Il primo recita "Un dispositivo di controllo dell’isolamento deve essere previsto" - Obbligo
Il secondo recita "Allo scopo di poter eliminare il primo guasto nel più breve tempo possibile è necessario" - Sembrerebbe lasciare piu' libertà di scelta.

Grazie mille
Avatar utente
Foto Utentejhonny
29 1 4
New entry
New entry
 
Messaggi: 72
Iscritto il: 22 mag 2007, 15:58

2
voti

[2] Re: Controllore di isolamento sistemi IT

Messaggioda Foto Utenteattilio » 30 apr 2021, 23:03

la risposta sta già nel principio del sistema IT, ovvero l'assoluta necessità di garantire la continuità di servizio a tal punto che il sistema deve funzionare in sicurezza anche con una fase a terra

viene però naturale immaginare che in caso di doppio guasto e intervento delle protezioni, la continuità di servizio va a farsi benedire

è quindi necessario avere un costante monitoraggio e degli allarmi che segnalino valori di basso isolamento per potere intervenire (ricercare l'anomalia e pianificare i necessari interventi di manutenzione) e scongiurare il pericolo di un doppio guasto che prenda alla sprovvista
Ognuno sta solo sul cuor della terra
trafitto da un raggio di sole:
ed è subito sera


Salvatore Quasimodo
Avatar utente
Foto Utenteattilio
60,9k 8 12 13
free expert
 
Messaggi: 9053
Iscritto il: 21 gen 2007, 14:34

1
voti

[3] Re: Controllore di isolamento sistemi IT

Messaggioda Foto Utente6367 » 1 mag 2021, 7:53

Esistono anche applicazioni particolari dei sistemi IT ove non serve la continuità di servizio. Allora neanche serve l'IMD.

In Norvegia, invece, hanno sistemi IT con interruzione al primo guasto tramite interruttore differenziale (sistemi "quasi TT").

Insomma, il sistemi IT sono molto vari, ma l'uso più tipico è interruzione al secondo guasto con IMD per prevenire che accada.
Avatar utente
Foto Utente6367
20,6k 6 9 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6467
Iscritto il: 9 set 2005, 0:00

0
voti

[4] Re: Controllore di isolamento sistemi IT

Messaggioda Foto Utentejhonny » 1 mag 2021, 8:14

6367 ha scritto:Esistono anche applicazioni particolari dei sistemi IT ove non serve la continuità di servizio. Allora neanche serve l'IMD.


Questo punto è particolarmente interresante.
E' proprio per questo motivo che l'obbligatorietà dell'impiego del controllore di isolamento non mi torna moltissimo.

In altre parole se mi trovassi in un sistema IT senza la necessità di garantire la continuità di servizio sono normativamente obbligato a metterlo?
Avatar utente
Foto Utentejhonny
29 1 4
New entry
New entry
 
Messaggi: 72
Iscritto il: 22 mag 2007, 15:58

1
voti

[5] Re: Controllore di isolamento sistemi IT

Messaggioda Foto Utenteattilio » 1 mag 2021, 8:40

se accetti l'interruzione improvvisa per doppio guasto, non sei obbligato a metterlo

es: in una sala chirurgica non è accettabile, se l'IMD segnala basso isolamento, si sospende l'attività operativa della sala fino al ripristino dell'anomalia

continuità di servizio non vuol dire testualmente che il sistema deve funzionare h24, ma piuttosto che non deve interrompersi nel momento più critico

ovviamente dipende dal contesto e dalle relative valutazioni
Ognuno sta solo sul cuor della terra
trafitto da un raggio di sole:
ed è subito sera


Salvatore Quasimodo
Avatar utente
Foto Utenteattilio
60,9k 8 12 13
free expert
 
Messaggi: 9053
Iscritto il: 21 gen 2007, 14:34

1
voti

[6] Re: Controllore di isolamento sistemi IT

Messaggioda Foto UtenteGioArca67 » 1 mag 2021, 13:07

jhonny ha scritto:Aggiungo inoltre che l'art. 413.1.5.3 e 413.1.5.3 (commenti) sembrerebbero dire due cose non propriamente allineate:


In caso di dubbi interpretativi prevale il testo sui commenti.

comunque al primo guasto a terra un IT si trasforma in TN o TT a seconda dei collegamenti delle masse.
In caso di TT non è detto che al secondo guasto intervengano le protezioni (tipicamente sugli IT non c'è differenziale), quindi oltre a causare l'interruzione del servizio (proprio il motivo per cui si era scelto l'IT) è un pericolo per le persone.
Col TN (tutte le masse collegate insieme e non a gruppi) la situazione migliora ma comunque l'interruzione automatica crea il disservizio che si voleva evitare.
Se allora si può ammettere un disservizio perché usare l'IT e complicarsi la vita?

In definitiva il controllo di isolamento deve esserci.
Avatar utente
Foto UtenteGioArca67
1.156 3 7
Expert
Expert
 
Messaggi: 968
Iscritto il: 12 mar 2021, 9:36

0
voti

[7] Re: Controllore di isolamento sistemi IT

Messaggioda Foto UtenteBimbone » 24 nov 2021, 14:19

Ciao,
Avevo lo stesso quesito che ho postato qui: viewtopic.php?f=3&t=85226

Il CEI mi ha risposto che non c'è interpretazione nella norma, il controllo dell'isolamento nel sistema IT è necessario.
Avatar utente
Foto UtenteBimbone
0 2
 
Messaggi: 22
Iscritto il: 30 mag 2010, 22:42

0
voti

[8] Re: Controllore di isolamento sistemi IT

Messaggioda Foto UtenteAria » 24 nov 2021, 20:08


In Norvegia, invece, hanno sistemi IT con interruzione al primo guasto tramite interruttore differenziale (sistemi "quasi TT").


Non mi è chiaro come in un sistema IT possa essere efficace un differenziale, forse è un ibrido.
Avatar utente
Foto UtenteAria
275 1 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 259
Iscritto il: 6 lug 2019, 8:53

0
voti

[9] Re: Controllore di isolamento sistemi IT

Messaggioda Foto Utente6367 » 24 nov 2021, 21:36

Ibrido sì, ma la definizione stessa di IT contempla che il sistema sia isolato oppure messo a terra con una resistenza elevata (IT impedente).
Avatar utente
Foto Utente6367
20,6k 6 9 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6467
Iscritto il: 9 set 2005, 0:00

0
voti

[10] Re: Controllore di isolamento sistemi IT

Messaggioda Foto UtenteGioArca67 » 24 nov 2021, 22:23

Un sistema elettrico in cui nessun punto (generalmente il neutro) viene messo a terra ed in cui le masse sono collegate a terra (quindi IT), se non presenta capacità verso terra elevate, è intrinsecamente sicuro al primo guasto di isolamento di una parte attiva verso una massa in quanto non vi è percorso dove la corrente alternata si possa richiudere se non quello capacitivo.
A questo punto però diviene pericoloso e simile ad un TN.

Se è a livello di distribuzione BT e non limitato in estensione non c'è garanzia che le capacità verso terra siano sufficientemente basse.

La corrente di primo guasto potrebbe non essere così bassa. Quindi un RCD sull'utilizzatore (non sul generatore) sente una corrente differenziale e può intervenire... certo la continuità del servizio si va a far benedire...
Allegati
IMG_20211124_212202.jpg
Avatar utente
Foto UtenteGioArca67
1.156 3 7
Expert
Expert
 
Messaggi: 968
Iscritto il: 12 mar 2021, 9:36

Prossimo

Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 62 ospiti