Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

DiCo 37/08 Quando deve essere compilata

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto UtenteMike, Foto UtenteMASSIMO-G, Foto Utentelillo, Foto Utentesebago

0
voti

[1] DiCo 37/08 Quando deve essere compilata

Messaggioda Foto UtenteNema » 13 apr 2021, 15:00

Buon pomeriggio,
scrivo per la prima volta in questo forum e spero di aver utilizzato lo spazio corretto.

Chiedo cortesemente un parere circa la redazione della dichiarazione di conformità (DiCo) DM 37/08 di un nuovo impianto elettrico. Più precisamente la DiCo potrebbe essere redatta prima dell'attivazione di una fornitura di energia elettrica ? Nell'art. 7 del DM 37/08 è indicato "Al termine dei lavori, previa effettuazione delle verifiche previste dalla normativa vigente, comprese quelle di funzionalità dell'impianto, l'impresa installatrice rilascia al committente la dichiarazione di conformità ...". Le verifiche previste dalla normativa potrebbero essere effettuate attraverso fonti di alimentazioni alternative (es. gruppo elettrogeno) ? Il committente potrebbe pretendere la DiCo non avendo attivato la nuova fornitura di energia elettrica ?

Grazie
Saluti
Avatar utente
Foto UtenteNema
0 3
 
Messaggi: 4
Iscritto il: 27 mag 2010, 21:07

0
voti

[2] Re: DiCo 37/08 Quando deve essere compilata

Messaggioda Foto Utenteattilio » 13 apr 2021, 16:04

indubbiamente sì,
tuttavia non sempre si ha a disposizione un gruppo elettrogeno

le verifiche che richiedono una fonte di alimentazione, sono essenzialmente
- la verifica di RT (loop test)
- la prova di intervento degli interruttori differenziali
- le verifiche funzionali

personalmente ho sempre fatto così:
se nel cantiere non è attiva alcuna fornitura (caso comunque assai improbabile visto che per eseguire i lavori serve comunque una fonte di alimentazione elettrica)
- valuto se è possibile un allaccio provvisorio ad altra fornitura privata nelle vicinanze
- se c'è disponibilità di un G.E. tanto meglio
- se proprio non vi sono possibilità e allo stesso tempo occorre avere la ddc, faccio le prove che è possibile fare, rilascio documentazione PRO-FORMA e non appena attivata la fornitura torno sul posto per completare le verifiche

è chiaro che il terzo caso è il più fastidioso perché costituisce un falso, e nel qualcaso al momento delle verifiche rimaste, emergessero problemi significativi "es: elevato valore RT o differenziali non funzionanti) occorre di comune accordo col committente risolvere/adeguare la situazione.
Ognuno sta solo sul cuor della terra
trafitto da un raggio di sole:
ed è subito sera


Salvatore Quasimodo
Avatar utente
Foto Utenteattilio
60,9k 8 12 13
free expert
 
Messaggi: 9052
Iscritto il: 21 gen 2007, 14:34

1
voti

[3] Re: DiCo 37/08 Quando deve essere compilata

Messaggioda Foto Utentelillo » 13 apr 2021, 16:12

ciao e benvenuto/a.
bella domanda.
Foto UtenteNema ha scritto:Le verifiche previste dalla normativa potrebbero essere effettuate attraverso fonti di alimentazioni alternative (es. gruppo elettrogeno)

la risposta è ni, si potrebbe, ma con qualche accorgimento.
mi spiego meglio: la mera verifica di funzionamento dei differenziali potrebbe essere eseguita tranquillamente.
altre prove (continuità o isolamento ad esempio) possono essere eseguite senza alimentazione.
il problema lo avresti con la resistenza di anello di guasto, che nella configurazione provvisoria non sarebbe attendibile (la corrente di prova non si richiuderebbe sul neutro del trasformatore in cabina).
a questo si potrebbe ovviare effettuando la misura della resistenza di terra con metodo volt-amperometrico o con metodo del confronto.
Avatar utente
Foto Utentelillo
19,6k 7 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 3860
Iscritto il: 25 nov 2010, 11:30
Località: Nuovo Mondo

0
voti

[4] Re: DiCo 37/08 Quando deve essere compilata

Messaggioda Foto UtenteNema » 13 apr 2021, 22:26

Vi ringrazio per le risposte. Mi sembra di capire che tecnicamente si possano trovare delle soluzioni alternative per effettuare le verifiche previste dalle normative prima del rilascio della DiCo. Un'ultima questione. Il fatto che la DiCo potrebbe presentare una data antecedente rispetto all'attivazione della fornitura (anche di alcuni mesi) potrebbe rendere non valida la DiCo stessa in caso di verifiche previste dal DPR 462/01 (ovviamente nei casi in cui questo si applica) da parte degli enti interessati ?
Avatar utente
Foto UtenteNema
0 3
 
Messaggi: 4
Iscritto il: 27 mag 2010, 21:07

0
voti

[5] Re: DiCo 37/08 Quando deve essere compilata

Messaggioda Foto UtenteGoofy » 14 apr 2021, 6:50

Nema ha scritto: Il fatto che la DiCo potrebbe presentare una data antecedente rispetto all'attivazione della fornitura (anche di alcuni mesi) potrebbe rendere non valida


Assolutamente no.
Avatar utente
Foto UtenteGoofy
8.152 4 4 9
Master
Master
 
Messaggi: 3010
Iscritto il: 10 dic 2014, 20:16

0
voti

[6] Re: DiCo 37/08 Quando deve essere compilata

Messaggioda Foto Utentelillo » 14 apr 2021, 16:58

Foto UtenteNema ha scritto:Il fatto che la DiCo potrebbe presentare una data antecedente [...]

come ti hanno già detto, no.
contratto di fornitura e Di.Co. non sono correlate tra loro in termini di data.
io potrei subentrare in un locale con la fornitura elettrica attiva da anni, eseguire opere di ampliamento e/o trasformazione, ed emettere Di.Co.
Foto UtenteNema ha scritto:in caso di verifiche previste dal DPR 462/01

questo dubbio deriva dalla lettura dell'art. 2 comma 2 del Dpr 462/01, e per come è scritto è un dubbio lecito.
la verità è un'altra:
gli organi competenti accettano qualsiasi Di.Co. (alcune INAIL si "accontentato" di una manutenzione straordinaria) purchè ai sensi del DM 37/08.
guardano poco le date per i seguenti motivi: le attività che effettuano denuncia dal 2002 ad oggi sono una percentuale irrisoria, e con il CIVA stanno disperatamente cercando di regolarizzare la cosa ( :^o );
io potrei subentrare in un attività esistente e non modificare l'impianto, lasciando valida la vecchia Di.Co. (questo però va comunicato).
in definitiva, non preoccuparti degli organi (in)competenti, l'importante è che tu abbia pagato il bollettino da 30 €.
Avatar utente
Foto Utentelillo
19,6k 7 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 3860
Iscritto il: 25 nov 2010, 11:30
Località: Nuovo Mondo

0
voti

[7] Re: DiCo 37/08 Quando deve essere compilata

Messaggioda Foto UtenteNema » 17 apr 2021, 1:23

Ringrazio ancora.
Ipotizzando quindi di avere una DiCo prima dell'attivazione della fornitura di ee. A valle dell'attivazione della fornitura l'operazione di attestazione dell'impianto al PdC potrebbe essere effettuata dallo stesso installatore che ha rilasciato la DiCo oppure da un soggetto differente. In quest'ultimo caso potrebbe esserci un tema di responsabilità da considerare ? La DiCo resta ancora valida ?
Avatar utente
Foto UtenteNema
0 3
 
Messaggi: 4
Iscritto il: 27 mag 2010, 21:07

0
voti

[8] Re: DiCo 37/08 Quando deve essere compilata

Messaggioda Foto UtenteGoofy » 17 apr 2021, 7:56

Nema ha scritto:In quest'ultimo caso potrebbe esserci un tema di responsabilità da considerare ?

Sì.
Ciascuno è responsabile del proprio operato.
Se chi rilascia la di.co. vuole pararsi il culo può scrivere che l'impianto era privo di allacciamento alla rete.


La DiCo resta ancora valida ?

Certo, la di.co. resta sempre valida: è una dichiarazione dell'installatore che afferma di aver fatto alcuni lavori (quelli descritti nella documentazione) a regola d'arte.
Avatar utente
Foto UtenteGoofy
8.152 4 4 9
Master
Master
 
Messaggi: 3010
Iscritto il: 10 dic 2014, 20:16

0
voti

[9] Re: DiCo 37/08 Quando deve essere compilata

Messaggioda Foto UtenteNema » 20 apr 2021, 11:44

Deduco che in quest'ultima casistica considerata sarebbe opportuno richiedere una seconda DiCo per le sole attività di connessione dell'impianto alla fornitura di energia elettrica. Nei casi più semplici la connessione alla fornitura di energia elettrica consiste nel preparare i terminali del cavo e nel fissarlo meccanicamente. In altri casi potrebbe essere richiesto anche la fornitura e posa del cavo stesso (correttamente dimensionato) ed eventuale fornitura e posa delle protezioni (dimensionate e coordinate).
Grazie
Saluti
Avatar utente
Foto UtenteNema
0 3
 
Messaggi: 4
Iscritto il: 27 mag 2010, 21:07

0
voti

[10] Re: DiCo 37/08 Quando deve essere compilata

Messaggioda Foto Utenteattilio » 20 apr 2021, 12:34

un conto è collegare quattro fili, un altro conto è dimensionare e mettere in opera un montante e un quadretto con le dovute protezioni
nel primo caso passa l'installatore che ha già consegnato la ddc e in 5 minuti ti allaccia al contatore, senza l'emissione di altra inutile documentazione
il secondo caso è ben diverso e si configura come intervento per cui è richiesta la ddc

fa un po' sorridere, visto quello che (non) si vede in giro, tanto zelo
Ognuno sta solo sul cuor della terra
trafitto da un raggio di sole:
ed è subito sera


Salvatore Quasimodo
Avatar utente
Foto Utenteattilio
60,9k 8 12 13
free expert
 
Messaggi: 9052
Iscritto il: 21 gen 2007, 14:34

Prossimo

Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Majestic-12 [Bot] e 43 ospiti