Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Cosa succede toccando il neutro?

Circuiti, campi elettromagnetici e teoria delle linee di trasmissione e distribuzione dell’energia elettrica

Moderatori: Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteIsidoroKZ, Foto UtenteEdmondDantes

0
voti

[21] Re: Cosa succede toccando il neutro?

Messaggioda Foto UtenteWALTERmwp » 5 mar 2021, 0:34

@daniele1996, più spieghi e meno capisco, mio limite, ma ho l'impressione che tu stia improvvisando.
E non è una buona cosa.

Saluti
W - U.H.F.
Avatar utente
Foto UtenteWALTERmwp
24,3k 4 8 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 7235
Iscritto il: 17 lug 2010, 18:42
Località: le 4 del mattino

0
voti

[22] Re: Cosa succede toccando il neutro?

Messaggioda Foto Utentedaniele1996 » 5 mar 2021, 1:37

Sto lavorando ad un sistema di protezione che mira allo "scollegare" completamente una presa dalla rete elettrica un po come fa un comunissimo bipolare in modo che i fili rimangono completamente scollegati dall'impianto
Avatar utente
Foto Utentedaniele1996
590 2 8 11
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 1356
Iscritto il: 29 ago 2011, 11:29

0
voti

[23] Re: Cosa succede toccando il neutro?

Messaggioda Foto Utenteattilio » 5 mar 2021, 8:29

esistono già i "bio-relè"

in ogni caso prima di smontare una presa, l'unica cosa da fare è aprire l'interruttore onnipolare da cui è alimentata, che deve assolvere alla funzione di sezionamento

gli interruttori bipolari da serie civile ad esempio, pur aprendo entrambi i poli non sono dispositivi di sezionamento se ben ricordo (distanza tra i contatti insufficiente)
Ognuno sta solo sul cuor della terra
trafitto da un raggio di sole:
ed è subito sera


Salvatore Quasimodo
Avatar utente
Foto Utenteattilio
60,7k 8 12 13
free expert
 
Messaggi: 9004
Iscritto il: 21 gen 2007, 14:34

0
voti

[24] Re: Cosa succede toccando il neutro?

Messaggioda Foto UtentePietroBaima » 5 mar 2021, 10:03

attilio ha scritto:esistono già i "bio-relè"

Ogni tanto scopro anche cose che non vorrei scoprire. #-o
Generatore codice per articoli:
nomi
emoticon
citazioni
formule latex
Avatar utente
Foto UtentePietroBaima
82,6k 7 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 10609
Iscritto il: 12 ago 2012, 1:20
Località: Londra

0
voti

[25] Re: Cosa succede toccando il neutro?

Messaggioda Foto Utentedavi82 » 5 mar 2021, 14:26

daniele1996 ha scritto:da come ho strutturato il circuito interrompo solo la fase (e questo da un punto di vista circuitale può andar bene) ma il neutro rimane ugualmente collegato... così ho chiesto a voi cosa può succedere se malauguratamente si tocca il neutro...


Per questioni di sicurezza e anche conseguenze legali, l'utente non deve essere mai messo in condizione di venire in contatto inavvertitamente né con fase né con neutro.
Con inavvertitamente si intende che, per accedervi, deve essere necessario svitare viti ecc...

Proprio da qui nascono i discorsi relativi al discorso del "doppio isolamento" (https://it.wikipedia.org/wiki/Classi_di_isolamento) o protezione di terra.
Di conseguenza non esiste nemmeno il discorso "non stacco il neutro":
- se non stacchi il neutro e sei all'interno di un'apparecchiatura che risponde ai criteri di sicurezza legali vigenti, non importa... anzi, dentro l'apparecchiatura può essere presente la fase normalmente.
- se non stacchi il neutro e hai costruito un oggetto in cui l'utente potrebbe venire inavvertitamente in contatto con il neutro, sei nei guai: stai realizzando un'apparecchiatura insicura, potenzialmente letale. A prescindere da come stacchi il neutro e la fase. Dal punto di vista legale, il neutro e la fase sono considerati entrambi pericolosi e letali.

daniele1996 ha scritto:Per staccarlo avevo pensato di mettere un altro triac, ma evidentemente un relè azionato un secondo prima del triac può dare maggiore sicurezza... Allora può sorgere la domanda "Ma il relè non è già sufficiente?" Certo! è sufficiente, ma se metto un triac prima evito di fare scintille tra i contatti e quindi aumentare la durata della sua funzione...


Ma cosa devi rendere più sicuro? Se l'apparecchio rispetta i requisiti di isolamento, non capisco perché ti fai queste domande. Se l'apparecchio è costruito in modo che l'utente inavvertitamente potrebbe toccare il neutro, sei in guai seri. E ne risponderesti in tribunale se qualcuno dovesse farsi male.

daniele1996 ha scritto:Sto lavorando ad un sistema di protezione che mira allo "scollegare" completamente una presa dalla rete elettrica un po come fa un comunissimo bipolare in modo che i fili rimangono completamente scollegati dall'impianto

Non capisco bene: facci un esempio di come l'utente potrebbe venire in contatto con il neutro. Così parliamo di cose chiare. Ci stai spiegando troppo poco...

Dalle domande che hai scritto non mi sembri molto esperto. Ti consiglio di stare molto attento a quello che fai, visto che lavori con 230 V e stai costruendo qualcosa che utilizzano altre persone. Prima schiarisciti le idee molto molto bene... altrimenti potresti pentirtene...

Fai domande e spiegaci, così da evitare pericolo.
Avatar utente
Foto Utentedavi82
264 2 4
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 249
Iscritto il: 24 giu 2011, 0:09

0
voti

[26] Re: Cosa succede toccando il neutro?

Messaggioda Foto Utentedavi82 » 5 mar 2021, 14:35

Se quanto scritto prima non bastasse, ti dico pure un'altra cosa interessante: capita, a volte (ci sono molte testimonianze in merito), che il distributore di energia elettrica scambi fase con neutro nella cabina di trasformazione; quindi l'utilizzatore si può trovare fase e neutro scambiati di punto in bianco. Di conseguenza anche il concetto di fidarsi che la fase sia sempre su un certo polo, è sbagliato.
Avatar utente
Foto Utentedavi82
264 2 4
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 249
Iscritto il: 24 giu 2011, 0:09

0
voti

[27] Re: Cosa succede toccando il neutro?

Messaggioda Foto UtentePietroBaima » 5 mar 2021, 15:23

Scambi per errore?
In questo caso il filo blu si troverebbe ad avere la fase!!
Generatore codice per articoli:
nomi
emoticon
citazioni
formule latex
Avatar utente
Foto UtentePietroBaima
82,6k 7 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 10609
Iscritto il: 12 ago 2012, 1:20
Località: Londra

0
voti

[28] Re: Cosa succede toccando il neutro?

Messaggioda Foto Utentedavi82 » 5 mar 2021, 15:35

PietroBaima ha scritto:Scambi per errore?
In questo caso il filo blu si troverebbe ad avere la fase!!


Esatto.
Non solo, è sufficiente un guasto che interrompa il neutro nel tornare verso terra in cabina per far sì che sul neutro 230 V rispetto a terra.

https://elettronialtramonto.forumfree.it/?t=75061871
Avatar utente
Foto Utentedavi82
264 2 4
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 249
Iscritto il: 24 giu 2011, 0:09

0
voti

[29] Re: Cosa succede toccando il neutro?

Messaggioda Foto Utenteattilio » 5 mar 2021, 18:01

che il distributore scambi il neutro con una fase, per di più in cabina, mi sembra alquanto difficile
certo, tutto può capitare, non so cosa hai sentito dire né chi ti ha raccontato certe cose
comunque in quel caso i danni sarebbero rilevanti, non è che si potrebbe protrarre quella situazione a tempo indeterminato!

non serve pensare ai casi limite, per dare risposte alle domande dell' OP
Ognuno sta solo sul cuor della terra
trafitto da un raggio di sole:
ed è subito sera


Salvatore Quasimodo
Avatar utente
Foto Utenteattilio
60,7k 8 12 13
free expert
 
Messaggi: 9004
Iscritto il: 21 gen 2007, 14:34

0
voti

[30] Re: Cosa succede toccando il neutro?

Messaggioda Foto Utenteguzz » 5 mar 2021, 18:19

davi82 ha scritto:capita, a volte (ci sono molte testimonianze in merito), che il distributore di energia elettrica scambi fase con neutro nella cabina di trasformazione

Non so chi ti abbia detto questa cosa, ma mi sa molto di bufala (per non dire c*****a).

Che sappia io il distributore non parte dalla cabina con linee monofasi, nemmeno quando deve alimentare una utenza monofase. Lo dico perché ho visto più volte in zone rurali linee trifase dirette a singole abitazioni (con utenza monofase), lunghe anche centinaia di metri.
Nel caso in cui si inverta una fase col neutro, chi è connesso su quella fase si troverebbe solo i conduttori scambiati, senza particolari conseguenze.
Chi invece è connesso ad una delle altre due fasi, si troverebbe in casa due fasi ad una tensione di 400 V al posto di fase e neutro a 230 V. Senza contare tutte le utenze trifasi che si troverebbero una fase scambiata col neutro.
Quindi direi che i danni sarebbero parecchi e gli utenti se ne accorgerebbero subito...

Al massimo potrebbero invertire la connessione della singola utenza monofase sul cavo trifase, ma non credo che capiti molto spesso che vadano a toccare le connessioni delle utenze...
Almeno l'itagliano sallo...
Avatar utente
Foto Utenteguzz
4.000 3 5 7
Master
Master
 
Messaggi: 2384
Iscritto il: 8 set 2011, 19:14
Località: Possagno (TV)

PrecedenteProssimo

Torna a Elettrotecnica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 19 ospiti