Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Alimentatore 30A - Massa flottante

Elettronica lineare e digitale: didattica ed applicazioni

Moderatori: Foto UtenteIsidoroKZ, Foto UtenteBrunoValente, Foto Utentecarloc, Foto Utenteg.schgor

0
voti

[41] Re: Alimentatore 30A - Massa flottante

Messaggioda Foto Utentestefanopc » 13 gen 2021, 0:07

Secondo me si.
Ti consiglio di fare qualche prova con e senza e vedere come si comporta il sistema in entrambi i casi.
Ciao
600 Elettra
Avatar utente
Foto Utentestefanopc
5.036 2 6 12
Master
Master
 
Messaggi: 1599
Iscritto il: 4 ago 2020, 9:11

1
voti

[42] Re: Alimentatore 30A - Massa flottante

Messaggioda Foto Utentenoise0 » 13 gen 2021, 0:55

stefanopc ha scritto:Secondo me si.
Ti consiglio di fare qualche prova con e senza e vedere come si comporta il sistema in entrambi i casi.
Ciao


Ho fatto la prova, cioè tocco con il puntale dell'oscilloscopio le uscite

Senza condensatore ho 36Vpp composto dalla frequenza di rete e da un disturbo ad alta frequenza sovraimposto.

Con il condensatore da 10n ho 12Vpp prevalentemente alla frequanza di rete.


Mi voglio rovinare, inserisco anche una resistenza da 10M per non far torto a Georg Ohm :mrgreen:
Avatar utente
Foto Utentenoise0
50 3
New entry
New entry
 
Messaggi: 64
Iscritto il: 9 nov 2018, 20:06

1
voti

[43] Re: Alimentatore 30A - Massa flottante

Messaggioda Foto Utentestefanopc » 13 gen 2021, 10:02

Meglio 100k.
Se poi metterai il Mov S10K25 avrà effetti minimi.
Potresti anche prevede un interruttore che inserisce o toglie il collegamento tra massa e terra come negli alimentatori da banco professionali.
Riguardo al Dac a parte usare schermature o contenitori metallici (e alimentazione 5v dedicata ) io a volte utilizzo anche un espediente sw per eliminare ulteriormente i problemi di rumore.
Una media "statistica - ponderata".
Magari lo conosci già.
Ad esempio
-fai 12 acquizioni e le metti in un array
-fai il bubble sort (ordinamento)
-fai la media dei sei valori centrali escludendo i tre più alti e i tre più bassi.
La lettura risulta molto più stabile e accurata.
Ciao
600 Elettra
Avatar utente
Foto Utentestefanopc
5.036 2 6 12
Master
Master
 
Messaggi: 1599
Iscritto il: 4 ago 2020, 9:11

1
voti

[44] Re: Alimentatore 30A - Massa flottante

Messaggioda Foto Utentenoise0 » 13 gen 2021, 13:05

stefanopc ha scritto:Riguardo al Dac a parte usare schermature o contenitori metallici (e alimentazione 5v dedicata ) io a volte utilizzo anche un espediente sw per eliminare ulteriormente i problemi di rumore.
Una media "statistica - ponderata".
Magari lo conosci già.
Ad esempio
-fai 12 acquizioni e le metti in un array
-fai il bubble sort (ordinamento)
-fai la media dei sei valori centrali escludendo i tre più alti e i tre più bassi.
La lettura risulta molto più stabile e accurata.
Ciao


Schermature e contenitori metallici vanno bene per proteggere una parte sensibile dai disturbi emessi da altri componenti. Purtroppo nel caso di questi adc integrati trovi sia la parte digitale che quella analogica sullo stesso minuscolo chip sot. #-o

Considerato che sia il sensore che l'adc gestiscono misure raziometriche, tentare di isolare i distrubi prodotti sulla linea di alimentazione dall'adc in modo che non si propaghino al sensore ad al resto del circuito mi ha dato risultati addirittura peggiori.

Al contrario la strategia che piu mi ha pagato è stata quella opposta. Assicurarmi cioè che i pin di alimentazione di adc e sensore fossero quanto piu ravvicinati possibile. In questo modo, le fluttuazioni sull'alimentazione dell'adc diventano quasi sovrapponibili a quelle che si registrano sull'alimentazione del sensore. Di conseguenza la misura raziomentrica risulta corretta anche in presenza di rumore sull'alimentazione del sistema.

Lato software mi son trovato a dover affrontare due distinti problemi: uno è quello della visualizzazione del valore di corrente, li avendo a disposizione 30ms tra i successivi aggiornamenti del display ed un data-set di un centinaio di valori ci si puo sbizzarrire con vari algoritmi di smoothing piu o meno raffinati.. Io ho usato una semplice media aritmetica ma la media ponderata che suggerisci è sicuramente migliore. Addirittura puoi ricavare degli indicatori di dispersione dei campioni. Ad esempio premendo il tasto MODE visualizzo la deviazione standard oppure la differenza tra campione massimo e minimo del data-set. Questo l'ho fatto un po a scopo di debug per tenere sott'occhio se le letture sono coerenti a vuoto e un po per avere un idea di quanto il carico sia stabile nell'assorbimento di corente. E devo dire che funziona, se collego un carico resistivo osservo che la dispersione è minima, intorno ai 20ma. Se invece alimento dell'elettronica digitale si vedono dispersioni di centinaia di mA.

Purtroppo questa modalità di lettura della corrente non mi andava bene per il secondo scopo, cioè quello di individuare una situazione di sovracorrente al fine di comandare l'apertura dei rele nel minor tempo possibile.
Qua ho usato un sitema piu semplice ma efficare: Ogni volta che una singola lettura supera il valore massimo impostato, incremento un contatore, ogni volta che una lettura NON supera il valore massimo azzero il contatore, quando il contatore arriva a N opporunamente stabilito (5 nel mio caso) intervengo con l'apertura dei rele. In pratica la condizione di sovracorrente viene certificata dalla presenza di 5 campioni consecutivi sopra il limite. In questo modo non devo attendere tutto il meccanismo di caricamento e analisi del data-set ma posso intervenire dopo soli 5 cicli di lettura "grezzi".
Avevo fatto le prove, ora non ricordo il tempo preciso, ma tra rilevazione e apertura meccanica dei rele passa una manciata di millisecondi.

E questo è tutto O_/
Avatar utente
Foto Utentenoise0
50 3
New entry
New entry
 
Messaggi: 64
Iscritto il: 9 nov 2018, 20:06

Precedente

Torna a Elettronica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 46 ospiti