Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

progettare un pacemaker

Elettronica lineare e digitale: didattica ed applicazioni

Moderatori: Foto Utentecarloc, Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteIsidoroKZ, Foto UtenteBrunoValente

1
voti

[21] Re: progettare un pacemaker

Messaggioda Foto UtenteIsidoroKZ » 16 gen 2021, 18:42

Per cominciare darei un'occhiata agli articoli su ieee, ce ne sono oltre 1800 a partire dal 1957 ad ora.

Poi guarderei fra i grandi editori scientifici (Springer, Wiley, McGraw-Hill...) quali libri ci sono sull'argomento.
Per usare proficuamente un simulatore, bisogna sapere molta più elettronica di lui
Plug it in - it works better!
Il 555 sta all'elettronica come Arduino all'informatica! (entrambi loro malgrado)
Se volete risposte rispondete a tutte le mie domande
Avatar utente
Foto UtenteIsidoroKZ
111,1k 1 3 8
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 19364
Iscritto il: 17 ott 2009, 0:00

0
voti

[22] Re: progettare un pacemaker

Messaggioda Foto UtentePietroBaima » 16 gen 2021, 18:57

IsidoroKZ ha scritto:ce ne sono oltre 1800 a partire dal 1957 ad ora.

Na passeggiata... :mrgreen:
Generatore codice per articoli:
nomi
emoticon
citazioni
formule latex
Avatar utente
Foto UtentePietroBaima
82,2k 7 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 10543
Iscritto il: 12 ago 2012, 1:20
Località: Londra

0
voti

[23] Re: progettare un pacemaker

Messaggioda Foto Utenteelfo » 16 gen 2021, 19:54

Racconto una curiosita':

Tre o quattro anni fa a mia madre e' stato impiantato un pace-maker "programmabile e leggibile dall'esterno".

All'atto delle dimissioni, nella cartella clinica, e' stato allegato un tagliandino con la raccomandazione di averlo sempre con se.

In questo tagliandino sono riportati alcuni dati riferiti al pace-maker:

- il costruttore
- il modello
- il numero di serie
- altre info

Sono andato sul sito del costruttore, sezione supporto, per scaricare il manuale del pace-maker.

All'atto della conferma del download mi e' stato chiesto di dichiarare (autodichiarazione) che ero un medico, al che ho desistito (avrei dichiarato il falso).
Avatar utente
Foto Utenteelfo
4.207 2 5 7
Master
Master
 
Messaggi: 1798
Iscritto il: 15 lug 2016, 13:27

0
voti

[24] Re: progettare un pacemaker

Messaggioda Foto UtenteMono » 16 gen 2021, 23:13

elfo ha scritto:All'atto della conferma del download mi e' stato chiesto di dichiarare (autodichiarazione) che ero un medico, al che ho desistito (avrei dichiarato il falso).


Bastava cliccare su "Sono un medico" per avviare il download? (come nei siti per adulti, dove la verifica dell'età viene fatta nello stesso "affidabile" modo). È atroce! Un tizio qualunque dietro una VPN o su rete Tor può spacciarsi per medico e scaricarlo. Poi vai a capire chi è.
Uno molto bravo potrebbe anche fare un tool con cui manipolare i parametri, come già accade con il firmware dei monopattini, per intenderci.
Avatar utente
Foto UtenteMono
179 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 120
Iscritto il: 30 apr 2013, 10:36

0
voti

[25] Re: progettare un pacemaker

Messaggioda Foto Utenteelfo » 17 gen 2021, 7:26

Mono ha scritto:Bastava cliccare su "Sono un medico" per avviare il download?

Suppongo di si.
Non mi sono azzardato a cliccare sul quadratino e non ho proseguito nel download.
Avatar utente
Foto Utenteelfo
4.207 2 5 7
Master
Master
 
Messaggi: 1798
Iscritto il: 15 lug 2016, 13:27

0
voti

[26] Re: progettare un pacemaker

Messaggioda Foto UtenteGuidoB » 18 gen 2021, 0:09

elfo ha scritto:All'atto della conferma del download mi e' stato chiesto di dichiarare (autodichiarazione) che ero un medico

Allora un ingegnere biomedico (uno che i pacemaker li progetta) non può scaricarlo. E neanche uno studente di medicina o bioingegneria, un tesista o un semplice curioso. Solo per addetti ai lavori, ma solo per una parte e con regolare titolo accademico. Mah...

Sarà per qualche orpello legale, facilmente aggirabile ma formalmente soddisfatto... Una cosa inutile insomma. Non se ne può più.

Mono ha scritto:Uno molto bravo potrebbe anche fare un tool con cui manipolare i parametri, come già accade con il firmware dei monopattini, per intenderci.

E magari ammazzare qualcuno per sbaglio. Comunque almeno una password "sicura" ce la metterei. Molto più sicura di questi controlli che lasciano il tempo che trovano.
Big fan of ƎlectroYou!
Avatar utente
Foto UtenteGuidoB
15,9k 7 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2416
Iscritto il: 3 mar 2011, 16:48
Località: Madrid

0
voti

[27] Re: progettare un pacemaker

Messaggioda Foto Utenteboiler » 18 gen 2021, 12:05

GuidoB ha scritto:E magari ammazzare qualcuno per sbaglio. Comunque almeno una password "sicura" ce la metterei. Molto più sicura di questi controlli che lasciano il tempo che trovano.

Molto probabilmente (sicuramente!) la protezione c'è e non è data da una semplice password.

Boiler
Avatar utente
Foto Utenteboiler
17,9k 5 7 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 3322
Iscritto il: 9 nov 2011, 12:27

0
voti

[28] Re: progettare un pacemaker

Messaggioda Foto UtenteDrCox » 26 gen 2021, 13:02

ingmarketz ha scritto:
Questo che ho appena descritto sarebbe il funzionamento complessivo. Il uC or la FPGA si occuperebbero
di programmare il monostabile per cambiare durata dell impulso e ampiezza dell impulso e programmare altri parametri del pacemaker. Questo significa che deve comunicare con un dispositivo esterno al corpo umano durante la programmazione (ex: blutooth, MICS band, ...) , inoltre il uC/FPGA dovrebbe anche monitorare lo stato della batteria.

considerando questi ulteriori dettagli che vi ho appena fornito voi cosa usereste? FPGA o uC?


Se devi solo settare alcuni parametri dei registri ed al massimo bufferizzare i dati verso un modulo bluetooth, usa un micro.
"The past is not really the past until it has been registered. Or put another way, the past has no meaning or existence unless it exists as a record in the present."
John Archibald Wheeler
Avatar utente
Foto UtenteDrCox
2.718 2 8 12
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 732
Iscritto il: 8 giu 2010, 21:42

3
voti

[29] Re: progettare un pacemaker

Messaggioda Foto Utenteingmarketz » 27 gen 2021, 13:26

Grazie mille per tutti i vostri suggerimenti, ma ho trovato la risposta alla mia domanda leggendo un po di articoli su internet. Come qualcuno aveva menzionato precedentemente, la soluzione migliore consiste in un mix delle due tecnologie uC e FPGA, poiche' ci sono delle funzioni che devono avvenire in real time e per questioni di sicurezza. Sono contento di aver ricevuto molte critiche costruttive.

Giusto per dare una breve risposta ad alcuni commenti, questo pacemaker e' legato a un progetto di ricerca che dovrebbe partire fra qualche hanno, ed ha come obiettivo la realizzazione di un self-powered pacemaker la cui energia deriva dal movimento del cuore. Il circuito andra' realizzato in ASIC e il progetto sara' finanziato da un ente europeo. Purtroppo non ho tutti i dettagli riguardo il progetto, poiche' non sono il team leader, ma solo un consulente della parte elettronica. Non sono al corrente, se il prodotto finale e' destinato al mercato, personalmente penso che questo sia piu' o meno un prototipo iniziale da cui si realizzera' un prototipo per il mercato, ma come ho detto prima, non ho molte informazioni a riguardo.

Sebbene progettare questi dispositivi sembra una cosa impossibile per molti, questo tipo di progetti sono molto comuni nell' ambito dell ricerca. Nella mia breve carriera di ricercatore, sono stato fortunato di essere stato coinvolto in altri progetti in cui ho mi sono occupato di altri implantable devices. Per esempio in uno di questi progetti stiamo realizzando una smart protesi per pazienti con un braccio amputato. Io mi occupo della circuiteria che va inserita all'interno del braccio del paziente e acquisisce i segnali elettrici ENG dai nervi. La circuiteria e' stata recentemente testata con successo, in un esperimento su un maiale d'allevamento. Ovviamente, non mi sono messo ad aprire un maiale a casa, la procedura e' stata fatta da un ospedale in Romania da dottori professionisti. Inoltre sono a conoscenza di molti concetti riguardanti la sicurezza e l'affidabilita' che alcuni implanted device devono avere. Infatti tutta la circuiteria progettata ha dovuto passare dei test di bio-compatibilita' and safety. L'anno prossimo si fara' il test su un paziente vero, per cui al momento stiamo mettendo apposto tutta la burocrazia necessaria.

Questo per dire che simile procedura sara' seguita anche per la realizzazione del pacemaker di cui mi sto iniziando ad occupare. Come detto in precedenza, c'e' ancora molto tempo prima che il progetta parta e in questo tempo mi e' stato chiesto di prepararmi riguardo il dispositivo, cosicche' non si parta completamente al buio.

Detto cio' spero di aver messo al corrente molti di voi, che progetti che una volta sembravano impossibili per via dei costi o per via della burocrazia da fare, sono all ordine del giorno, quando si parla di progetti finanziati. Inoltre, non saro' solo nel team ma ci saranno dottori e altri ingegneri coinvolti.

Ad ogni modo, grazie a tutti per i suggerimenti e opinioni. Come trovo un po di tempo mi piacerebbe scrivere un articoletto qui in electroyou che parla un po dei progetti che ho svolto in questi ultimi anni, sperando che possa interessarvi :)

Alla prossima.
Avatar utente
Foto Utenteingmarketz
155 1 2 6
Stabilizzato
Stabilizzato
 
Messaggi: 358
Iscritto il: 23 nov 2011, 23:49

1
voti

[30] Re: progettare un pacemaker

Messaggioda Foto UtenteWALTERmwp » 27 gen 2021, 15:10

Mi pare che tra [29] e [1] ci sia differenza sostanziale, potevi sbilanciarti già nell'esordio.

Personalmente non li ritengo progetti quasi inimmaginabili ma, che necessitino di competenze pluridisciplinari, quello sì.
Non so sino a che punto si potrebbe discutere di riservatezza trattandosi di un progetto finanziato(o co-finanziato) dall'istituzione europea però considero, per ragioni di trasparenza, che il disciplinare del rapporto con i titolari dell'ipotetico beneficio e realizzazione dovrebbe essere noto o comunque consultabile.
Come poi i referenti si possano(o si debbano) confrontare a loro volta con parti terze(altri consulenti) non so.
Eventualmente, se vorrai quando potrai, ci farai sapere.

ingmarketz ha scritto:(...) Come trovo un po di tempo mi piacerebbe scrivere un articoletto qui in electroyou che parla un po dei progetti che ho svolto in questi ultimi anni, sperando che possa interessarvi :)
un genere di contributo che diversi utenti troverebbero interessante, credo farebbe piacere ad EY, quindi grazie a te in anticipo.

Saluti
W - U.H.F.
Avatar utente
Foto UtenteWALTERmwp
24,1k 4 8 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 7166
Iscritto il: 17 lug 2010, 18:42
Località: le 4 del mattino

PrecedenteProssimo

Torna a Elettronica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 64 ospiti