Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Info attività di progettazione in proprio

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto UtenteMike, Foto UtenteMASSIMO-G, Foto Utentelillo, Foto Utentesebago

0
voti

[11] Re: Info attività di progettazione in proprio

Messaggioda Foto UtenteSerafino » 11 apr 2016, 9:00

Una circolare dell'Agenzia delle Entrate esplicava chiaramente che NON può definirsi attività occasionale quella relativa alla professione di Ingegnere (affine quindi a quella di perito) nell'ambito della progettazione (lo aggiungo io per semplicità).
E' vero che parla in modo esplicito di una certa categoria di professionisti, ma niente niente che domani scippi il lavoro ad uno di loro e, per tramite del collegio (ergo a gratis) ti rompono l'anima e sei pure costretto a rinunciare agli incarichi o, peggio ancora, il tuo collegio per un vago ed alterato senso di deontologia, ritiene che il tuo operato sia una "sleale concorrenza" verso i tuoi colleghi....
Chiedi un parere anche al tuo collegio va...
Se facessi il disegnatore tecnico di impianti elettrici, il calcolatore tecnico di conduttori, il consulente in materia di cortocircuito nessuno potrebbe aggredirti ma se ci metti timbro e firma....
Avatar utente
Foto UtenteSerafino
2.620 1 2 4
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 1039
Iscritto il: 19 gen 2007, 19:39

0
voti

[12] Re: Info attività di progettazione in proprio

Messaggioda Foto UtenteAle83 » 11 apr 2016, 11:32

NSE ha scritto:uhmmmm non te l'ha consigliato nessuno????
allora ci penso io. .
Vasellina. . taaaanta vasellina!!!!

Andiamo con ordine.
Informati BENE sul regime fiscale su quello che puoi e non puoi fare anche da più commercialisti.

Questo perché per loro potresti essere un potenziale cliente, quindi potrebbero sminuire certe criticità fiscali e poi ti ci ritrovi impiccato.
Andiamo con ordine:
a) ai miei tempi ai professionisti (coloro che per esericitare una professione necessitavano di iscrizione ad albo) NON era consentito utilizzare l'escamotage delle prestazioni occasionali.
b) informati bene sul regime dei minimi, mi pare che sia andato sul 15%.
c) se apri una partita iva, ricordati che sei in balia delle leggi finanziare, ergo, se un domani il tuo regime diventa sottoposto agli studi di settore: occhio! che no credo che lavorando ad avanzatempo tu riesca a superare le soglie di soglie di corenza e congruità. e comuque sia: occhio! che le agevolazioni fiscali per i regimi minimi variano a seconda dell'anticiclone delle azzorre.
d) fai bene attenzione alle spese minime fisse: quale sarà il tuo regime pensionistico? INPS? EPPI? INARCASSA? c'è una quota minima annuale??
e) hai valutato bene le spese fisse annuali?.

POI.

se pensi di lavorare una volta ogni tanto o di buttare il cappello per aria: lascia perdere! te lo sconsiglio.
Se invece vuoi tirare su una cosa tua, allora fai come tutti gli imprenditori, ovvero PRIMA fai una analisi di mercato: chi sono i miei potenziali clienti? quanti ne posso agganciare? quanto posso fatturare in un anno? in virtù di questo fatturato, come devo dimensionare l'impresa?
non pensare di fare il progettista in proprio, tu sarai un imprenditore e come tale ti dovrai muovere, pena il fallimento (in senso lato).
A questo punto rivaluta il discorso che ti ho fatto prima.
Cosa vuoi fare? due piantine a cad? oppure vuoi dare qualche servizio? se dai qualche servizio devi comprare un po' di strumentazione? la strumentazione la puoi scaricare in relazione al regime fiscale prescelto?

Poi, da conterraneo, ti suggerisco una strada alternativa, che un toscano non segue MAI (perché siamo un po' dei piccoli bottegai, ad ognuno di noi gli piace la sua bottega).
Se vuoi guadagnare di più tenta PRIMA di fare sinergia con lo studio in cui lavori.
Ci sono lavori che scartano? mercati che non seguono? taglie di lavori che rimandano indietro? ci sono dei settori che scartano, clienti che non seguano perché magari troppo piccoli o troppo distanti?

Io partirei da li.


Grazie veramente a tutti.
Rispondo al conterraneo

ho praticamente escluso la via delle prestazioni occasionali in quanto rischio poi di non rientrare più nel futuro nei regimi dei minimi. Terro' di conto del consiglio di sentire più commercialisti.
In teoria, per cinque anni dovrei rimanere nel regime dei minimi quindi il regime fiscale sarà quello, se devo aver paura di tutto, continuo a fare il dipendente a 1200€ al mese e stop.
Come spesa fissa ho l'EPPI e il 5% di tassazione (o 15%.... vediamo cosa dicono altri commercialisti...anche io sapevo il 15% ma mi il commercialista mi disse che era stato successivamente riabbassato,se uno ha determinate condizioni)
Il regime pensionistico sarà quello INPS fintanto che il maggior introito verrà dal lavoro dipendente.

Molto interessante l'ultima parte del post.
Purtoppo non penso in grande, anche perché sono legato al lavoro dipendente ed in questo momento in cui ho serie difficoltà ad arrivare alla fine del mese, non penso di poter lasciare il "posto fisso" e pensare in grande.
Penso di avvicinarmi piano piano, contattando i clienti che ho conosciuto negli anni, vedere di mettermi da parte un po' di soldi e poi nel caso organizzarmi per fare un salto o meno.
Non posso decidere ora se organizzare uno studio in un modo o in un altro. Lo posso forse sognare...
Se servirà della strumentazione conto su quello che ho seminato fino ad ora nella mia vita, cioè cordialità, sincerità, benevolenza e chi ho trattato bene, mi aiuterà.

Quello di fare sinergia, si è una cosa che dovrei valutare meglio e che avevo già buttato sul piatto della bilancia prima dell'assunzione in questo nuovo studio.
Avrei anche dei clienti abbastanza grossi, ma mi sembra di capire che loro (giustamente) vorrebbero la fetta più grossa e sinceramente un pochino mi rompe le palle.

Comunque grazie veramente dei consigli, sono tutte cose da verificare bene.
Avatar utente
Foto UtenteAle83
3 2
 
Messaggi: 8
Iscritto il: 14 feb 2016, 12:37

0
voti

[13] Re: Info attività di progettazione in proprio

Messaggioda Foto UtenteAle83 » 11 apr 2016, 11:34

Mike ha scritto:1) Ok, giusto, non rientrandoci non mi era venuto in mente, se riesci a entrare allora ti conviene.

2) No, al dire la verità non sono mai esistiti, già nel 1994 chi si faceva pagare a tariffa era una mosca bianca, si usava solo con gli enti pubblici.

3) Devi redigere un'offerta, la sua conferma scritta è già un incarico, dopo di che dipende dall'entità. Anche con incarichi firmati, contratti e il sigillo papale, se il committente non vuole pagare, i soldi non li prendi. O meglio, puoi prenderli, forse, a fronte di accordi extra contenzioso e/o spese legali che il più delle volte superano il valore della parcella e quindi ci rimetti... Su 6.000 euro che avanzavo, riuscivo a portarne a casa 3.000 ma arrivando a pagare altri 3.000 totali di spese legali per arrivare a fine giudizio... Valuta bene prima di fare causa, molto meglio l'accordo extragiudiziale.

4) Io prima avevo il Lloyd di Londra ma avevo assicurato la società e lo studio associato per 6 milioni di euro perché con le pratiche del FV non si scherza... Dipende che attività svolgi, diciamo che progettazione e DLL una vale l'altra non ci sono grandi differenze contrattuali. Per farti l'offerta si basano sul fatturato e/o sull'importo dei lavori presunto.



Ok perfetto grazie mille. molto chiaro.
Ho visto sul sito che la Marsh (broker assicurativo) fa dei buoni prezzi.
Avatar utente
Foto UtenteAle83
3 2
 
Messaggi: 8
Iscritto il: 14 feb 2016, 12:37

0
voti

[14] Re: Info attività di progettazione in proprio

Messaggioda Foto Utenteelettrolu » 17 apr 2016, 19:17

Non vorrei andare fuori tema, ma credo che dal 02015 non sia piu possibile emettere per un ingegnere una ricevuta per prestazione occasionale

http://www.confprofessioni.eu/sites/def ... IONALI.pdf
Avatar utente
Foto Utenteelettrolu
25 1 4
New entry
New entry
 
Messaggi: 50
Iscritto il: 13 mar 2016, 11:45

0
voti

[15] Re: Info attività di progettazione in proprio

Messaggioda Foto UtenteAle83 » 5 mag 2016, 10:13

NSE ha scritto:che no credo che lavorando ad avanzatempo tu riesca a superare le soglie di soglie di corenza e congruità


Riprendo un attimo questa discussione.

Siccome nello studio dove sono adesso, mi hanno aumentato un po' le mansioni, quindi ho minor tempo libero e si sono ridotte le possibilità di realizzare lavori in proprio, stavo pensando di portare allo studio clienti che conosco io e farmi riconoscere una percentuale sul fatturato dei lavori portati da quei clienti.
Secondo voi quale potrebbe essere una percentuale congrua?
Avatar utente
Foto UtenteAle83
3 2
 
Messaggi: 8
Iscritto il: 14 feb 2016, 12:37

0
voti

[16] Re: Info attività di progettazione in proprio

Messaggioda Foto UtenteNSE » 5 mag 2016, 10:24

Ale per curiosità, di che provincia /zona sei?
Gratis è un favore, se esiste una azione commerciale è giusto pagarla. Chi fa l'agente si fa pagare.
comunque sia Ale, devi un po' valutare la siutazione nello specifico, la conosci te, non andrei con una percentuale secca.
Ne parlerei con i tuoi titolari in maniera molto fumosa.. e poi vedi te come procedere.
Potrebbe anche realizzare un qualcosa del tipo. .che so. . il tizio porta 10'000 di fatturato, però i lavori piccoletti li fai te ad avanzatempo.

Insomma, non c'è uno standard te lo devi costruire.

per curisoità. . di che proporzioni si parla? il tuo studio quanti siete? e questi clienti tuoi quanto fatturato porterebero in ufficio?

Come mai si rivolgono a te direttamente? legami familiari/conoscenze? o sono legati a te per precedenti espereinze lavorative?
Altrove. .Volutamente Anonimo
Avatar utente
Foto UtenteNSE
2.148 5 6
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 674
Iscritto il: 30 nov 2014, 18:25

-1
voti

[17] Re: Info attività di progettazione in proprio

Messaggioda Foto UtenteNSE » 5 mag 2016, 11:16

IL tuo era un esempio troppo netto, che forse senza numeri alla mano è di difficile comprensione.

L'utente potrebbe portare clienti che portano un fatturato aggiuntivo di (esempio) 20'000 euro/annui in uno studio che ne fa 200'000.

Potrebbero avere la sua importanza, è giusto concordare una percentuale.
Ma sono troppo pochi per pensare a fare il commerciale di quello studio li (che conoscendoli di solito il titolare non accetta mai un commerciale diverso da se).

Il discorso "fumoso" era per dire che prima di andare direttamente a scorpire le carte uno deve capire la situazione.

Non è che uno va li e dice. . ti porto x e mi aspetto y.

Potrebbe essere di fronte a titolari. . particolarmente gelosi del mercato, potrebbero pensare che uno sta manovrando per andarsene ecc ecc.

Insomma, l'argomento se non ci sono usi e consuetudini precedenti, va un po' impostato prima di trattarlo.
Altrove. .Volutamente Anonimo
Avatar utente
Foto UtenteNSE
2.148 5 6
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 674
Iscritto il: 30 nov 2014, 18:25

3
voti

[18] Re: Info attività di progettazione in proprio

Messaggioda Foto UtenteGuerra » 5 mag 2016, 11:22

Esistono i contratti ed esistono le mansioni.
Si parla di accordi che nulla hanno a che vedere con mansione (progettista) e contratto stipulato.
Un riconoscimento economico (chiamalo premio di produzione o quant'altro) va discusso con i titolari nella maniera dovuta, perché sono molti gli svantaggi che potrebbero nascere e far guastare poi il rapporto.
Nulla è dovuto contrattualmente in questo caso, perciò è bene fare attenzione.
"Le domande non sono mai indiscrete. Le risposte lo sono a volte"
Per qualche dollaro in più
Avatar utente
Foto UtenteGuerra
34,9k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 4769
Iscritto il: 14 apr 2010, 16:38

0
voti

[19] Re: Info attività di progettazione in proprio

Messaggioda Foto UtenteAle83 » 5 mag 2016, 12:44

Mah, io non ci vedo tutta questa problematica.
Io lavoro in uno studio in cui fino ad adesso la progettazione elettrica la facevano fare fuori. Io qui faccio il progettista elettrico ma non metto il timbro. Per ora ho un contratto a termine a giugno di assistente alla progettazione con l'idea di adeguarlo alla vera mansione con il rinnovo del contratto.
Ho accettato questa posizione perché sono scappato da una ditta medio grande di impianti elettrici in cui avevo 40 persone da governare ed ero solo nell'ufficio tecnico ed era diventato impossibile vivere.
Grazie a quegli anni in quella ditta ho diversi contatti da sfruttare.
Già ne parlai all'inizio di portare qualche lavoro in cambio di percentuali, ma non stetti a sottolineare il come e il quando.
Comunque, io non ci vedo grandi problemi. Porto lavori allo studio, mi riconosci una cifra o una percentuale...che sia una volta nella vita o mille... mi sembra più che dovuto! A gratis si fa solo una cosa....
Qualcuno dice

se porti clienti dove sei dipendente fai solo la metà del tuo dovere

se vuoi correttamente guadagnare su questo non hai che da smettere di progettare e aprire un contratto come agente
in questo caso è giusto e corretto che prenda una congrua percentuale MA non devi più progettare


Secondo me questa affermazione è sbagliatissima.... se sono dipendente e faccio quello che spetta a un dipendente, progetto per i lavori che il titolare porta e lui mi paga per le ore che lavoro. stop.
Se io porto un po' di lavoro allo studio e faccio incrementare anche il guadagno del titolare più di quello che già faccio con il lavoro che esso porta, è più che sacrosanto che mi riconosca una percentuale. Se no che me ne frega, mi faccio gli affari miei e stop.

L'entità dei lavori puo' variare dalle poche centinaia di euro a lavoro a importi che possono venire fuori per la progettazione e direzione lavori di supermercati. la frequenza? boh

Quindi....ricapitolando... avete per caso un'idea sulla percentuale ? 1%, 10%, 30%, 50%?
mi sapete dire quanto è sul fatturato un idea di percentuale di costi che ha uno studio con 3 dipendenti di cui 2 in età di apprendistato e n°2 collaboratori a partita iva più 2 titolari?
in modo da fargli un po' di conti in tasca.
Grazie
Avatar utente
Foto UtenteAle83
3 2
 
Messaggi: 8
Iscritto il: 14 feb 2016, 12:37

0
voti

[20] Re: Info attività di progettazione in proprio

Messaggioda Foto UtenteNSE » 5 mag 2016, 12:50

minimo 400'000
Altrove. .Volutamente Anonimo
Avatar utente
Foto UtenteNSE
2.148 5 6
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 674
Iscritto il: 30 nov 2014, 18:25

PrecedenteProssimo

Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 56 ospiti