Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Testare componenti con oscilloscopio

Apparecchi di misura: oscilloscopi, multimetri, analizzatori di rete ecc
0
voti

[11] Re: Testare componenti con oscilloscopio

Messaggioda Foto Utenteelektronik » 28 nov 2015, 22:07

quindi mettendo il circuito sotto tensione e possibile testare componenti tipo: transistor, diodi, integrati, fet e altro. Basta solo l'oscillosopio o serve anche un generatore di frequenza? esiste un video che spiega passo passo come si esegue questo test su i vari componenti. Nel frattengo approfitto per ringraziarvi per l'aiuto ricevuto fino ad ora.
Avatar utente
Foto Utenteelektronik
6.540 4 6 7
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 3273
Iscritto il: 12 mag 2015, 22:26

0
voti

[12] Re: Testare componenti con oscilloscopio

Messaggioda Foto Utenteibra » 28 nov 2015, 22:22

esiste un video che spiega passo passo come si esegue questo test su i vari componenti

Non credo proprio. Nel senso che ogni componente che esce dalla fabbrica può avere 100000000000000 di modi di impiego. ;-)
Verba volant, scripta manent
Avatar utente
Foto Utenteibra
1.286 3 4 6
CRU - Account cancellato su Richiesta utente
 
Messaggi: 2106
Iscritto il: 15 lug 2015, 0:45

0
voti

[13] Re: Testare componenti con oscilloscopio

Messaggioda Foto UtenteSjuanez » 28 nov 2015, 23:43

Foto Utenteelektronik io non sono un esperto, ma non è tanto testare i componenti che ti aiuta, quanto capire il circuito e analizzarne il comportamento. Solo allora puoi effettuare un intervento o dei test su componenti critici.

Dissaldare e testare tutti i componenti (magari con gli appositi circuiti di test) non mi pare una cosa consigliabile.

Dai una sfogliata al primo libro che ti ho linkato e tutto ti sarà più chiaro. ;-)

O_/ O_/ O_/
Più so e più mi accorgo di non sapere.

Qualsiasi cosa abbia scritto, tieni presente che sono ancora al mio primo rocchetto di stagno.
Avatar utente
Foto UtenteSjuanez
11,3k 5 8 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 3480
Iscritto il: 18 mar 2015, 13:48

0
voti

[14] Re: Testare componenti con oscilloscopio

Messaggioda Foto Utenteclaudiocedrone » 29 nov 2015, 0:55

:-) Foto Utenteelectronik, l'oscilloscopio è lo "strumento principe" dell'elettronico ma è appunto uno strumento; occorre conoscere il comportamento previsto del circuito (e serve quindi tanta teoria) e dalla concordanza o meno dei valori rilevati (segnali, livelli logici, tensioni etc.) nei vari "test point" con quelli attesi si può risalire (serve conoscenza della teoria e molta pratica,; lo ribadisco) a quali elementi funzionano correttamente e quali no e ai vari come e perché. O_/
"Non farei mai parte di un club che accettasse la mia iscrizione" (G. Marx)
Avatar utente
Foto Utenteclaudiocedrone
17,9k 4 7 9
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 12306
Iscritto il: 18 gen 2012, 13:36

0
voti

[15] Re: Testare componenti con oscilloscopio

Messaggioda Foto Utenteelektronik » 29 nov 2015, 9:55

Mi sa che il mio oscilloscopio rimarrà a prendere la polvere, mi diventa difficile adoperare l'oscilloscopio senza schemi perché le schede che mi danno sono tutte senza schemi. Quindi non mi resta che tornare al mio vecchio "juntion tester" con questo strumentino testo in circuit il 90 % dei transistor e diodi senza dissaldarli e testo il resto dissaldando, buoni risultati si ottengono anche con i fet mosfet e igbt in circuit. come dissi tempo fa provare per credere. In inyoutube ho inserito un link con schema e tabella con le varie prove da effettuare. Ciao
Avatar utente
Foto Utenteelektronik
6.540 4 6 7
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 3273
Iscritto il: 12 mag 2015, 22:26

0
voti

[16] Re: Testare componenti con oscilloscopio

Messaggioda Foto Utenteedgar » 29 nov 2015, 9:59

Aggiungerei che la ricerca guasti non si può ahimè ridurre alla ricerca di un componente difettoso: a volte ci sono guasti intermittenti dovuti a problemi meccanici, di contatti ballerini, di surriscaldamenti e chi più ne ha più ne metta. Lì serve esperienza, occhi buoni, naso (proprio nel senso di olfatto) e non guasta nemmeno un po' di (_!_) :mrgreen:
Avatar utente
Foto Utenteedgar
8.286 3 5 8
Master
Master
 
Messaggi: 4191
Iscritto il: 15 set 2012, 22:59

7
voti

[17] Re: Testare componenti con oscilloscopio

Messaggioda Foto Utentecarloc » 29 nov 2015, 12:17

Beh, per quanto tentare una riparazione solo provando i singoli componenti sia una pratica che difficilmente porta a buoni risultati :? , esistono (o forse dovrei dire esistevano) i component tester che appunto promettono di verificare i componenti senza smontarli dalla scheda.

In pratica si tratta di mini-tracciacurve in grado di mostrare su un oscilloscopio la caratteristica tensione/corrente di una giunzione.


Ora, per quanto siano molto più "comodi" di un tester per un quick check il problema è ovviamente che lasciando il componente collegato nel circuito la cosa si complica alquanto per le varie interazioni con le altre parti. :(
Detto così pare che la cosa non sia fattibile, ma invece è stata fatta.... tutto fumo negli occhi per vendere uno strumento inutile?

Non proprio :D , con un po' di esperienza e le dovute cautele il component tester è in grado di aiutare nella riparazione:

se una giunzione è in corto lo si vede subito :ok: , allora si smonta il transistor e si prova off-circuit, se era in corto davvero lo si vede subito, altrimenti potrebbe essere magari un induttore in parallelo ma almeno non dobbiamo dissaldare tutti i diodi e transistor :D , ci possiamo limitare a quelli incerti.



se una giunzione è aperta o comunque non si nota una asimmetria nella caratteristica stessa cosa, transistor/diodo sospetto, smontare.

Ad esempio se si provano i diodi di un ponte raddrizzatore si nota bene la carica del condensatore di filtro...

..qualcosa del genere insomma (BTW non vi preoccupate di anelli e riccioli vari, sono l'effetto delle capacità in giro :D ...)

Insomma non una panacea, ma comunque un aiuto sì :D :D anche perché una volta che hai un'oscilloscopio la cosa è semplicissima da realizzare


Si deve fornire una tensione alternata (qualche volt a 50 Hz da un trasformatorino sono ok) e si deve limitare la corrente di cortocircuito a valori tali da non danneggiare niente (una decina di milliampere nel mio circuito).
Entrambi i valori sono soggetti a sperimentazione e buon senso, magari anche con un commutatore.

La tensione potrebbe essere più elevata per provare zener fino alla valanga, ma d'altra parte potrebbe essere già troppo se in giro ci sono HCMOS o altri IC "delicati".

La corrente se più elevata rende meno sensibile il tester a "quello che che c'è in parallelo" ma di nuovo non si deve esagerare.

Da un punto di vista pratico si collega l'oscilloscopio in modalità X/Y e si regolano le sensibilità orizzontale e verticale per avere una riga orizzontale o verticale (aperto/corto) che "copre" quasi tutto lo schermo.... e poi si gioca :D

Poi si può anche dire che anche con i componenti smontati il mini-tracciacurve è abbastanza più pratico di un tester, si provano diretta ed inversa in un colpo solo :D , senza invertire i puntali, ed in questo caso si può "spingere" la tensione fino a vedere magari le valange B-E o di piccoli zener :D

Ah dimenticavo :roll: non solo giunzioni :D anche resistenze e condensatori dicono la loro :D :D più o meno qualcosa del genere....

il tutto abbastanza "scalabile" modificando la resistenza ;-)
Se ti serve il valore di beta: hai sbagliato il progetto!
Avatar utente
Foto Utentecarloc
33,5k 6 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2134
Iscritto il: 7 set 2010, 19:23

1
voti

[18] Re: Testare componenti con oscilloscopio

Messaggioda Foto Utenteelektronik » 29 nov 2015, 14:53

Ciao Carloc.
La tua risposta ha esaudito a pieno la mia richiesta di aiuto. Capisco che per riparare non è facile testare solo alcuni componenti ma non sono nemmeno tanto scemo da non capire cose basilari e che esistono difetti difficili da individuare, penso a quei difetti intermittenti o che scaturiscono ogni morte di Papa.Trovare un guasto del genere diventa difficile per tutti anche per tecnici professionisti. Con questo volevo dirvi che accetto tutti e tutte le risposte perché e tutto mi è stato regalato ma le risposte positive sono quelle che mi piacciono di più perché mi spronano a provare, la tua descrizione e proprio quello che cercavo, ci ero già arrivato anche da solo girando in siti in lingua tedesca e inglese ma la conferma da parte di chi ne capisce più di me mi da la certezza. Grazie a tutti per l'aiuto che mi avete dato. Antonio
Avatar utente
Foto Utenteelektronik
6.540 4 6 7
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 3273
Iscritto il: 12 mag 2015, 22:26

Precedente

Torna a Strumentazione

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti