Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

potenza attiva variando cos fi in un generatore

Trasformatori, macchine rotanti ed azionamenti

Moderatori: Foto Utentefpalone, Foto Utentemario_maggi, Foto UtenteSandroCalligaro

0
voti

[1] potenza attiva variando cos fi in un generatore

Messaggioda Foto Utentebigfly70 » 27 gen 2012, 19:13

Buongiorno a tutti, ho una domanda da fare:
in un alternatore sincrono che funziona a circa 3/4 della corrente nominale in parallelo alla rete, se abbasso il cos fi, restando sempre entro i limiti di corrente nominale, e mantenendo costante la coppia fornita all'albero (potenza della turbina costante), la potenza elettrica disponibile in uscita resta costante o diminuisce? e se diminusce, per quale motivo?
Avatar utente
Foto Utentebigfly70
0 3
 
Messaggi: 9
Iscritto il: 27 gen 2012, 18:56

-2
voti

[2] Re: potenza attiva variando cos fi in un generatore

Messaggioda Foto UtenteStefanoSunda » 27 gen 2012, 22:36

Il mio punto di vista: Abbassando il cos fi si abbassa anche l’eccitazione, la potenza erogata è nulla; la EG sarebbe in ritardo rispetto alla V di rete, la corrente che ne deriva risulterebbe, pressoché opposta alla f.e.m. generata dalla macchina; questa quindi funzionerebbe da motore. (in questo caso interverrebbe il relè ritorno energia).
Quando si regola l’ammissione del fluido motore, si deve tener d’occhio il wattmetro, mentre la regolazione dell’eccitazione è controllata per mezzo dell’ampere/metro o di un indicatore del fattore di potenza.
Avatar utente
Foto UtenteStefanoSunda
2.507 3 6 10
Master
Master
 
Messaggi: 1662
Iscritto il: 16 set 2010, 19:29

0
voti

[3] Re: potenza attiva variando cos fi in un generatore

Messaggioda Foto Utentebigfly70 » 28 gen 2012, 15:55

penso che abbassando i cos fi la corrente di eccitazione aumenta, come la potenza reattiva....
Avatar utente
Foto Utentebigfly70
0 3
 
Messaggi: 9
Iscritto il: 27 gen 2012, 18:56

2
voti

[4] Re: potenza attiva variando cos fi in un generatore

Messaggioda Foto Utenteadmin » 28 gen 2012, 17:14


Immaginiamo una macchina a poli lisci trascurando la resistenza degli avvolgimenti. La rete sia ideale.
Diminuire il fattore di potenza in uscita, significa aumentare l'angolo \varphi intervenendo sulla corrente di eccitazione. Aumenta allora la tensione a vuoto della macchina E_0. Se A è il punto di funzionamento iniziale, se la potenza della turbina è mantenuta costante (ed è la potenza attiva che va in rete), ci si sposta in B. Si ha un aumento della corrente, quindi della potenza apparente erogata dal generatore che avviene per aumento della potenza reattiva: quella attiva resta costante, imposta dalla turbina
Avatar utente
Foto Utenteadmin
189,5k 9 12 17
Manager
Manager
 
Messaggi: 11605
Iscritto il: 6 ago 2004, 13:14

0
voti

[5] Re: potenza attiva variando cos fi in un generatore

Messaggioda Foto Utentebigfly70 » 29 gen 2012, 9:38

la ringrazio signor ADMIN!!!
Avatar utente
Foto Utentebigfly70
0 3
 
Messaggi: 9
Iscritto il: 27 gen 2012, 18:56


Torna a Macchine elettriche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti