Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

potenza dissipata da Resistore

Elettronica lineare e digitale: didattica ed applicazioni

Moderatori: Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteIsidoroKZ, Foto UtenteBrunoValente, Foto Utentecarloc

0
voti

[1] potenza dissipata da Resistore

Messaggioda Foto Utentegiulia87 » 12 lug 2011, 12:14

qualcuno sa dirmi come interpretare la potenza dissipata da un resistore riportata in un datasheet?
io so che dipende dalla tensione ai suoi capi e dal valore della R stessa...
a quali condizioni di tensione si riferisce il valore del datasheet in genere?

thanks :-P
Avatar utente
Foto Utentegiulia87
125 1 2 7
Stabilizzato
Stabilizzato
 
Messaggi: 393
Iscritto il: 14 apr 2011, 21:47

0
voti

[2] Re: potenza dissipata da Resistore

Messaggioda Foto UtenteLayer » 12 lug 2011, 12:36

Ciao! :D La potenza (W) non è riferita alla tensione ma è un parametro generale del componente. In genere ci si rifà alla legge di Ohm, per cui la potenza dissipata da un resistore dipende oltre che dal suo valore, dalla corrente che lo attraversa (W=I^2 x R). Questo ovviamente indipendentemente dalla tensione, anche se ovviamente è in gioco anch'essa nel determinare la corrente che circola nel resistore.
Il valore (espresso in genere in aria libera) è un parametro fisso, costruttivo del componente.
Avatar utente
Foto UtenteLayer
205 3 8
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 537
Iscritto il: 14 dic 2008, 20:19
Località: Milano

0
voti

[3] Re: potenza dissipata da Resistore

Messaggioda Foto Utentegiulia87 » 12 lug 2011, 12:58

quindi tu per stimare la potenza dissipata dalle R di un circuito cosa usi, il valore del datasheet?
grazie :)
Avatar utente
Foto Utentegiulia87
125 1 2 7
Stabilizzato
Stabilizzato
 
Messaggi: 393
Iscritto il: 14 apr 2011, 21:47

1
voti

[4] Re: potenza dissipata da Resistore

Messaggioda Foto Utentegiorgio25760 » 12 lug 2011, 13:35

giulia87 ha scritto:qualcuno sa dirmi come interpretare la potenza dissipata da un resistore riportata in un datasheet?


E la massima potenza che potrai far dissipare a quel componente in determinate condizioni di temperatura.
Quindi è chiaro (ad esempio) che se una resistenza corazzata viene lasciata in aria potrai fargli dissipare una certa potenza e raggiungerà una certa temeratura. Se la stessa resistenza viene montata con pasta termpconduttiva, su un dissipatore, potrai fargli dissipare una potenza ben superiore.

Comunque nei calcoli, devi sempre tenere conto delle solite cose cioè Rt del componente, del dissipatore etc.
Ti calcolerai il Delta T ed in base alla temperatura ambiente saprai a quale temperatura andrà a lavorare la tua resistenza

Ciao
Giorgio
Avatar utente
Foto Utentegiorgio25760
2.310 1 3 5
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 1700
Iscritto il: 6 dic 2009, 17:02
Località: Brescia

1
voti

[5] Re: potenza dissipata da Resistore

Messaggioda Foto UtenteLayer » 12 lug 2011, 13:36

No no, aspetta. ;-) Il valore da datasheet è semplicemente il valore massimo di potenza (W) dissipabile in aria libera da quel tipo di resistore! E' un valore massimo, da non superare e dettato semplicemente da come quel componente è costruito. Insomma un parametro dato dal costruttore, come fosse che so, la tensione massima di alimentazione di un integrato.
Nei circuiti (o meglio nella loro progettazione) la potenza dissipata va calcolata di volta in volta! In base alla corrente che scorre in quel resistore nelle condizioni in cui si troverà a lavorare. E il dato calcolato non deve appunto essere maggiore di quello previsto sul datasheet (anzi, si tende a stare un po' al di sotto del valore nominale!), altrimenti devi scegliere un componente in grado di dissipare una maggiore potenza.
Spero di essere stato comprensibile... e mi scuso per la prima risposta, data un po' di fretta ma ero sul lavoro. ;-) Se occorrono altri chiarimenti non esitare a chiedere! O_/
EDIT: Ho scritto assieme a Giorgio... ;-) Lui ti ha detto qualcosa ancora in più!...
Avatar utente
Foto UtenteLayer
205 3 8
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 537
Iscritto il: 14 dic 2008, 20:19
Località: Milano

0
voti

[6] Re: potenza dissipata da Resistore

Messaggioda Foto Utentegiulia87 » 12 lug 2011, 15:20

ok è chiaro, grazie!
e allora già che ci sono, come stimo la temperatura a cui porto il resistore e le sue immediate vicinanze, nota la potenza dissipata?

e se considerassi invece un altro componente, un Opamp, di cui il DS riporta o mi permette di stimare la totale dissipazione di potenza, come risalgo sempre alla Temperatura che avrò nelle sue immediate vicinanze?

:-P
Avatar utente
Foto Utentegiulia87
125 1 2 7
Stabilizzato
Stabilizzato
 
Messaggi: 393
Iscritto il: 14 apr 2011, 21:47

0
voti

[7] Re: potenza dissipata da Resistore

Messaggioda Foto UtenteLayer » 13 lug 2011, 9:49

Lo dico chiaramente... ho atteso per vedere se qualcuno ti sapeva dare una risposta precisa :mrgreen: Io non te la so dare. Ma sinceramente credo siano ben poche le possibilità e i casi in cui riesci a valutare con precisione la temperatura a cui un componente andrà a lavorare. Innanzitutto perché (ammesso di poterlo calcolare, ma non conosco le formule) non è detto che il componente in questione si trovi sempre sottoposto allo stesso carico di lavoro e quindi dissipi la stessa potenza. Secondo perché comunque la temperatura che raggiungerà dipenderà anche dalla temperatura esterna. Diverso un circuito che lavora con il CS appoggiato sul tavolo all'aria rispetto ad uno inscatolato, magari stretto, con altri componenti attorno che scaldano a loro volta! Idem se un circuito lavora all' aperto: vedi differenze climatiche tra inverno ed estate!
In genere (parlo soprattutto di resistori) il valore riportato nel datasheet comunque è il massimo (in W), e aspettati pure che la tua resistenza se portata a quel valore limite scaldi parecchio (anche 70-80 °C... stima "occhiometrica"! O meglio "ditometrica", ossia di misurazione con ditino... :mrgreen: ). A volte in alcuni datasheet viene anche riportato l'incremento termico del componente all'aumento della potenza dissipata. In questo caso ovviamente hai il dato che cerchi. In tutti gli altri casi temo ti sarà difficile valutare a priori l'esatta temperatura. Se poi vuoi addirittura la temperatura nelle vicinanze... non saprei aiutarti! Forse qualche "Big" del Forum ti potrà aiutare con formule matematiche, ma alla fine credo diverrebbe tutto un aspetto esclusivamente teorico e difficilmente applicabile nella realtà proprio per i numerosissimi fattori e variabili che intervengono.
Bè... io ti ho detto come la penso e quel che so... Sempre pronto ad essere smentito da chi ne sa molto più di me! ;-)
Ciao! :D
Avatar utente
Foto UtenteLayer
205 3 8
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 537
Iscritto il: 14 dic 2008, 20:19
Località: Milano


Torna a Elettronica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 87 ospiti