Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Alim PC---->Alim da Banco

Elettronica lineare e digitale: didattica ed applicazioni

Moderatori: Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteIsidoroKZ, Foto UtenteBrunoValente, Foto Utentecarloc

1
voti

[1] Alim PC---->Alim da Banco

Messaggioda Foto UtenteOlivieroTwist » 25 giu 2011, 17:11

Buongiorno a tutti! Mi presento in quanto questo è anche il mio primo post.
Mi chiamo Eugenio, ho 23 anni studio nel campo della tecnica (meccanica) e mi piacerebbe imparare di più sul meraviglioso mondo dell' elettronica che mi affascina da sempre e che per me è anche un po' misterioso (per ora)

Per iniziare fra teoria e pratica vorrei realizzare il mio primo semplice progettino: un alimentatore da banco per provare i miei primi circuiti.
La mia scelta è ricaduta su un alimentatore da PC di cui allego foto:
(l'immagine è pesante ho cercato il regolamento del forum ma non l'ho trovato e non so se ci siano limiti per l'upload, nel caso mi scuso in anticipo)

Mi sono arenato sul fatto che una volta smontato ho trovato i fili neri-massa rossi,gialli,arancio,bianco,blu per i vari potenziali e uno verde uno grigio uno viola di cui non conosco l'uso.

Su una guida in internet ho letto di collegare il verde col nero per avere l'alimentatore sempre ON ma non vengono citati il filo grigio e il viola.

Inoltre ho un grosso dubbio (per fortuna). Su questa guida viene indicato di lasciare l'alimentatore staccato 4 giorni dalla corrente per non incappare in accidentali dolorose/?fatali? scosse e solo poi lavorarci. (immagino per lasciare il tempo ai condensatori di scaricarsi, ma correggetemi se sbaglio)

Il mio dubbio è: ma una volta che sarà sul banco l'alimentatore, se io dovessi toccare accidentalmente la massa e il potenziale, potrei prendere la scossa anche se scollegato dalla rete?
Io ho pensato di no in quanto a computer spento gli hard disk per esempio non funzionano. Ma qui entra in gioco il controllo della motherboard sul filo verde e quello viola.

Qui entrate in gioco voi.. :D

Vi ringrazio in anticipo per aver letto e per la pazienza che porterete.

Un saluto! e grazie!
Allegati
alimentatore_640x480.jpg
alimentatore_640x480.jpg (91.61 KiB) Osservato 4744 volte
Avatar utente
Foto UtenteOlivieroTwist
3 2
 
Messaggi: 13
Iscritto il: 19 feb 2011, 1:57

0
voti

[2] Re: Alim PC---->Alim da Banco

Messaggioda Foto Utentemarioursino » 25 giu 2011, 19:49

L'insorgenza delle scariche elettriche deriva dai condensatori in ingresso che rimangono carichi alla tensione di rete (se non sottoposti a nessun carico) che nel tempo tende ad annullarsi, a causa della ovvia non idealità dei dielettrici dei condensatori. La guida ha stimato in qualche maniera quei 4 giorni per dare la "sicurezza" che essi raggiungano una tensione sicura o nulla.

Che gli hard disk non funzionino ad alimentatore spendo non è sinonimo di nulla, il punto è che tali condensatori (dei quali la funzione non è rilevante in questo momento) andrebbero scaricati su una resistenza di un valore non troppo importante in modo che toccandoli erroneamente non ci si ritrovi a fare la parte del carico. Considera che una capacità a tensione di rete può fare molto male, dato che sarebbe come sfiorare una fase per qualche istante. Ovviamente gli effetti si estinguono quasi subito ma è meglio andarci cauti..

Un "rimedio" potrebbe essere quello di collegare tramite una resistenza la presa di corrente dell'ATX, tuttavia questo metodo non garantisce che ogni capacità rimasta carica possa elettricamente raggiungere il carico che colleghi in entrata dato che questo dipende dalla topologia circuitale.

Riguardo alla "cavettatura" in bassa tensione che poi va a finire sulla scheda madre, le peculiarità sui colori sono le seguenti:

Il viola rimane in tensione a 5 V se l'alimentatore è collegato alla rete anche se non è acceso, su alcuni computer fissi infatti noterai che le prese USB ricaricano un cellulare se lo colleghi anche a PC spento. Mi pare che questo cavo possa erogare al massimo 500 mA.

Il grigio dovrebbe fornire una tensione di 5 V se l'alimentatore sta funzionando regolarmente.

Il blu ha tensione negativa -12 V e il bianco -5 V. Le correnti prelevabili da questi sono ridotte rispetto agli altri ma non mi ricordo quanto.

Aggiungo adesso: i condensatori rimangono carichi anche se l'atx è scollegato dalla rete.
Avatar utente
Foto Utentemarioursino
5.492 3 9 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 1584
Iscritto il: 5 dic 2009, 4:32

0
voti

[3] Re: Alim PC---->Alim da Banco

Messaggioda Foto UtenteVRI » 25 giu 2011, 19:55

marioursino ha scritto:Aggiungo adesso: i condensatori rimangono carichi anche se l'atx è scollegato dalla rete.

Ma per evitare di prendere scosse elettriche non è meglio tenere l'alimentatore allacciato alla rete di casa? Così caso mai vi fosse una dispersione verso massa interverrebbe il differenziale. Mentre se fosse staccato dalla linea non ci sarebbe la protezione del differenziale.
Avatar utente
Foto UtenteVRI
739 2 7 9
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 1252
Iscritto il: 14 giu 2011, 12:00

1
voti

[4] Re: Alim PC---->Alim da Banco

Messaggioda Foto UtenteTardoFreak » 25 giu 2011, 19:59

NO ASSOLUTAMENTE!

Non scherziamo, per favore.
"La follia sta nel fare sempre la stessa cosa aspettandosi risultati diversi".
"Parla soltanto quando sei sicuro che quello che dirai è più bello del silenzio".
Rispondere è cortesia, ma lasciare l'ultima parola ai cretini è arte.
Avatar utente
Foto UtenteTardoFreak
73,8k 8 12 13
-EY Legend-
-EY Legend-
 
Messaggi: 15763
Iscritto il: 16 dic 2009, 11:10
Località: Torino - 3° pianeta del Sistema Solare

0
voti

[5] Re: Alim PC---->Alim da Banco

Messaggioda Foto UtenteVRI » 25 giu 2011, 20:16

TardoFreak ha scritto:NO ASSOLUTAMENTE!

Non scherziamo, per favore.

Quindi l'unica è staccarlo dalla rete e non toccarlo per qualche minuto?
Avatar utente
Foto UtenteVRI
739 2 7 9
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 1252
Iscritto il: 14 giu 2011, 12:00

1
voti

[6] Re: Alim PC---->Alim da Banco

Messaggioda Foto UtenteIsidoroKZ » 25 giu 2011, 20:23

Usare un alimentatore da PC come alimentatore da banco ha qualche incoveniente. Le tensioni sono fisse, o ti vanno bene quelle che hai oppure stai senza :(. La corrente disponibile di un alimentatore da PC e` enorme per le normali applicazioni elettroniche: se fai un cortocircuito (o qualcosa di simile) fai danni sostanziali in quanto la corrente non e` limitata.
Infine devi avere un carico sempre collegato perche' altrimenti molti alimentatori non funzionano.
Per usare proficuamente un simulatore, bisogna sapere molta più elettronica di lui
Plug it in - it works better!
Il 555 sta all'elettronica come Arduino all'informatica! (entrambi loro malgrado)
Se volete risposte rispondete a tutte le mie domande
Avatar utente
Foto UtenteIsidoroKZ
112,8k 1 3 8
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 19730
Iscritto il: 17 ott 2009, 0:00

2
voti

[7] Re: Alim PC---->Alim da Banco

Messaggioda Foto UtenteLayer » 25 giu 2011, 20:25

Intervengo solo per una piccola precisazione. In realtà Marioursino (e TardoFreak con l'avvertimento importante!!) ti ha già risposto correttamente, ma forse (lo aggiungo solo perché ti dichiari un po' inesperto ;-) ) ciò che tu volevi sapere è
OlivieroTwist ha scritto:..Il mio dubbio è: ma una volta che sarà sul banco l'alimentatore, se io dovessi toccare accidentalmente la massa e il potenziale, potrei prendere la scossa anche se scollegato dalla rete?

La risposta è no, neppure mentre è in funzionamento. Spiego: il discorso dei condensatori (giustissimo!) che rimangono carichi e di cui bisogna fare attenzione riguarda la "manipolazione" dell'alimentatore stesso, ossia il lavorarci o farci modifiche o test. Si parla di lavorare "a contenitore aperto"!! (dell'alimentatore ovviamente). Una volta chiuso il contenitore metallico dell'alimentatore (che va collegato a terra!), se tocchi il contenitore stesso o qualsiasi uscita di bassa tensione non rischi la scossa! Altrimenti sarebbe dura lavorare all'interno di PC (anche accesi) :mrgreen:
Quindi in definitiva la parte "rischiosa" è il lavorare sull'alimentatore stesso o aprirlo per farci prove e/o test di qualsiasi tipo. Una volta sistemato tutto le tensioni in uscita sono... appunto basse tensioni! Quindi tutto ok. Però mi raccomando: se apri il contenitore dell'ATX prendi TUTTE le precauzioni possibili!! :!:
Spero di essere stato di aiuto (complementare) assieme a chi ti aveva già risposto. O_/ Buon lavoro!
EDIT: vedo solo ora l'aggiunta di IsidoroKZ, ma credo che comunque la mia risposta rimanga valida ;-)
Avatar utente
Foto UtenteLayer
205 3 8
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 537
Iscritto il: 14 dic 2008, 20:19
Località: Milano

0
voti

[8] Re: Alim PC---->Alim da Banco

Messaggioda Foto Utenteposta10100 » 25 giu 2011, 22:35

IsidoroKZ ha scritto:se fai un cortocircuito (o qualcosa di simile) fai danni sostanziali in quanto la corrente non e` limitata.

Se fai un corto l'alimentatore dovrebbe andare in protezione e spegnersi.
Però non posso garantire che lo facciano tutti.

O_/
http://millefori.altervista.org
Tool gratuito per chi sviluppa su millefori.

Tutti sanno che una cosa è impossibile da realizzare, finché arriva uno sprovveduto che non lo sa e la inventa. (A. Einstein)
Se non c'e` un 555 non e` un buon progetto (IsidoroKZ)

Strumento per formule
Avatar utente
Foto Utenteposta10100
5.525 4 10 13
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 4813
Iscritto il: 5 nov 2006, 0:09

0
voti

[9] Re: Alim PC---->Alim da Banco

Messaggioda Foto Utentepasciok » 25 giu 2011, 22:37

Alimentatori ATX,almeno quelli basati sullo strausato TL 494 Texas o il clone KA7500 sono limitati in corrente.
Tanto ben vero che con pochissime modifiche lo si rende limitato in corrente a piacere oltre che regolabile in tensione.
Avatar utente
Foto Utentepasciok
0 1 2 3
Utente disattivato per decisione dell'amministrazione proprietaria del sito
 
Messaggi: 1054
Iscritto il: 27 mar 2011, 18:04

0
voti

[10] Re: Alim PC---->Alim da Banco

Messaggioda Foto UtenteIsidoroKZ » 25 giu 2011, 23:24

posta10100 ha scritto:Se fai un corto l'alimentatore dovrebbe andare in protezione e spegnersi.


Dopo aver erogato 30A, magari su una basetta sperimentale. Se poi il corto non e` secco, puo` fare danni immondi!
Per usare proficuamente un simulatore, bisogna sapere molta più elettronica di lui
Plug it in - it works better!
Il 555 sta all'elettronica come Arduino all'informatica! (entrambi loro malgrado)
Se volete risposte rispondete a tutte le mie domande
Avatar utente
Foto UtenteIsidoroKZ
112,8k 1 3 8
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 19730
Iscritto il: 17 ott 2009, 0:00

Prossimo

Torna a Elettronica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 106 ospiti