Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

F.15 DICHIARAZIONE DI VERIFICA DEL SISTEMA DI PROTEZIONE

Fonti energetiche e produzione e fornitura dell'energia elettrica.

Moderatori: Foto Utentesebago, Foto Utentemario_maggi

0
voti

[1] F.15 DICHIARAZIONE DI VERIFICA DEL SISTEMA DI PROTEZIONE

Messaggioda Foto Utentecristian4873 » 28 gen 2011, 16:17

Un mio cliente mi ha commissionato un quadro elettrico interfaccia, con tanto di schema elettrico e materiali primari da loro forniti.
Il relè CM-UFS.2 dell'ABB va ad agire sulla bobina di minima tensione e sul comando del motore dell'interruttore generale. Ho fatto le prove di funzionamento e certificato il quadro con la normativa CEI 17-13/1 (il 14/12/2010) allegando il certificato KEMA n. 350116000 (del relè interfaccia).

Dopo un mese mi hanno chiesto un certificato F.15 DICHIARAZIONE DI VERIFICA DEL SISTEMA DI PROTEZIONE (dell'ENEL) e serve una cassetta prova relè.
Ho sentito vari progettisti ed alcuni responsabili dell'ABB e tutti mi hanno detto che quel documento va compilato dall'installatore o dal progettista e va fatto sull'impianto e non in officina.

Io mi chiedo, ma questo documento sono obbligato a compilarlo e firmarlo

Distinti Saluti
Cristian
Avatar utente
Foto Utentecristian4873
0 2
 
Messaggi: 1
Iscritto il: 15 gen 2010, 19:09

0
voti

[2] Re: F.15 DICHIARAZIONE DI VERIFICA DEL SISTEMA DI PROTEZIONE

Messaggioda Foto Utentealfaspace » 6 apr 2011, 15:53

Mi trovo nella stessa situazione, come hai risolto ?
Avatar utente
Foto Utentealfaspace
0 1
 
Messaggi: 1
Iscritto il: 27 lug 2010, 16:19

0
voti

[3] Re: F.15 DICHIARAZIONE DI VERIFICA DEL SISTEMA DI PROTEZIONE

Messaggioda Foto Utenteesisnc » 6 apr 2011, 16:37

Per quanto ne so io si risolve poco.
Il foglio F.15 è una precisa richiesta dell'ENEL ed è contenuta nelle ultime regole tecniche di connessione alla rete BT della distribuzione. Due strade :
1) si firma e buonanotte,
2) si fanno le prove con la cassetta prova relè.
Problema è che la suddetta cassetta costa un monte di soldi e poi chi la ha ??????
Questa situazione, apparentemente ora irrisolvibile, dovrebbe essere superata con l'uscita della nuova CEI 0-21 (mi pare) sorella gemella della CEI 0-16 ma per la BT.
Staremo a vedere.
Avatar utente
Foto Utenteesisnc
3.897 2 7 11
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 469
Iscritto il: 24 feb 2009, 12:12

1
voti

[4] Re: F.15 DICHIARAZIONE DI VERIFICA DEL SISTEMA DI PROTEZIONE

Messaggioda Foto Utenteblusol » 7 apr 2011, 16:44

Non credo che sia chi fornisca il quadro che deve dare certificare la protezione, normalmente chi fornisce l'impianto chiavi in mano chiama ditte specializzatwe che fanno le protezioni e rilasciano il certificato di prova
Potresti comprarti una cassetta di prova per fare le iniezioni di corrente e di tensione, con qualche migliaio di euro te la cavi.
Personalmente ritengo che sia una richiesta necessaria in quanto il settore dei grossi impianti fotovoltaici (da 1MW in su) è intasato da ditte scarsamente professionali, che si improvvisano nel settore industriale proveniente normalmente da esperienze di impianti residenziali o commmerciali.
In pratica se ne vedono di tutti i colori.
Avatar utente
Foto Utenteblusol
425 1 4
CRU - Account cancellato su Richiesta utente
 
Messaggi: 394
Iscritto il: 21 lug 2005, 17:02

0
voti

[5] Re: F.15 DICHIARAZIONE DI VERIFICA DEL SISTEMA DI PROTEZIONE

Messaggioda Foto Utenteandre.rubiu » 18 apr 2011, 16:13

Confermo che la documentazioni per il fine lavori ENEL di cui l'F15 fa parte è di norma gestita dall'azienda che fornisce l'impianto chiavi in mano.
Fossi in lei mi atterrei alle voci contenute nell'ordine che l'azienda le ha fatto...tanto più che se come ho capito il DDI è esterno al quadro che invece ospita l'SPI la prova va fatta ovviamente in cantiere.
Avatar utente
Foto Utenteandre.rubiu
35 1 5
Expert
Expert
 
Messaggi: 103
Iscritto il: 17 mar 2008, 11:13

0
voti

[6] Re: F.15 DICHIARAZIONE DI VERIFICA DEL SISTEMA DI PROTEZIONE

Messaggioda Foto UtenteMarco62 » 28 apr 2011, 0:42

esisnc ha scritto:Per quanto ne so io si risolve poco.
Il foglio F.15 è una precisa richiesta dell'ENEL ed è contenuta nelle ultime regole tecniche di connessione alla rete BT della distribuzione. Due strade :
1) si firma e buonanotte,
2) si fanno le prove con la cassetta prova relè.
Problema è che la suddetta cassetta costa un monte di soldi e poi chi la ha ??????
.

Complimenti per la professionalità!!!!!!
Marco62
Avatar utente
Foto UtenteMarco62
225 1 4
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 284
Iscritto il: 1 mar 2008, 17:25

0
voti

[7] Re: F.15 DICHIARAZIONE DI VERIFICA DEL SISTEMA DI PROTEZIONE

Messaggioda Foto UtenteLORENZOMAZZANTI » 20 gen 2012, 10:13

SALVE, RELATIVAMEBNTE ALLA QUESTIONE IN CORSO:

SIAMO UNA DITTA DI XXXXXXXXXXXXXX ED ESEGUIAMO IN MANIERA SERIA E PROFESSIONALMENTE LE PROVE DI FUNZIONAMENTO SUL DISPOSITIVO DI INTERFACCIA, ATTE ALLA COMPILAZIONE DEL MODULO F15.

L'ESECUZIONE DELLE PROVE AVVIENE IN CONFORMITA' ALLE VIGENTI NORME E CON UNA APPOSITA CASSETTA PROVA RELE' .

PER INFORMAZIONI XXXXXXXX MAZZANTI LORENZO
Avatar utente
Foto UtenteLORENZOMAZZANTI
0 1
 
Messaggi: 1
Iscritto il: 20 gen 2012, 9:59

0
voti

[8] Re: F.15 DICHIARAZIONE DI VERIFICA DEL SISTEMA DI PROTEZIONE

Messaggioda Foto Utentebryel83 » 27 lug 2012, 12:07

Buongiorno a tutti, in merito alle verifiche mediante cassetta di prova relè oppure autotest, è vero che per condurre queste prove è necessario che l'enel di turno connetta l'impianto?

Mi sembra un cane che si morde la coda: per allacciare l'impianto è necessario consegnare il verbale della cassetta di prova, ma per fare le prove occorre allacciare l'impianto...

Come si risolve? Forse enel connette l'impianto e ci lascia un po' di tempo per fare le prove?

Grazie a chiunque saprà rispondermi :ok:
Avatar utente
Foto Utentebryel83
0 2
 
Messaggi: 8
Iscritto il: 26 gen 2011, 12:47

0
voti

[9] Re: F.15 DICHIARAZIONE DI VERIFICA DEL SISTEMA DI PROTEZIONE

Messaggioda Foto Utentegianluca74 » 28 lug 2012, 13:21

Ciao. Ti allego un documento dove a pag 20 puoi vedere come fare l'autotest mediante procedura software.
Il problema oltre a questo è che ENEL nei regolamenti di esercizio sta chiedendo che il comando locale sia alto e il segnale esterno sia alto. Il punto è che gli inverter aurora escono con le impostazioni settate con segnale basso(comando locale) (nella guida che ti ho inviato lo potrai vedere anche tu) questo vuol dire abilitare le soglie permissive ovvero il contrario di quello che dice ENEL (ti consiglio di guardare anche un regolamento di esercizio di enel - lo trovi qui:
http://www.enel.it/it-IT/doc/reti/enel_ ... legati.pdf. (vai alla'allegato A pag 3)
Io personalmente sto cercando di seguire quello che dice enel è all'installatore sto dicendo di modificare l'abilitazione delle soglie di frequenza ovvero abilitare F< ed F> (soglie restrittive - 81<S1 e 81>S1).
E' un gran casotto e non so se sono stato chiaro;penso che la strada giusta sia quella di seguire ciò che dice il distributore, sono loro che connettono.
Gianluca
Avatar utente
Foto Utentegianluca74
85 2 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 204
Iscritto il: 30 mag 2011, 16:50


Torna a Energia e qualità dell'energia

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 13 ospiti