Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Impianti elettrici in case prefabbricate in legno

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto UtenteMike, Foto UtenteMASSIMO-G, Foto Utentelillo, Foto Utentesebago

0
voti

[41] Re: Impianti elettrici in case prefabbricate in legno

Messaggioda Foto Utentecrimail » 5 mar 2015, 12:42

Grazie mille per le risposte...
Poi, ovviamente, l'ingresso nelle scatole di derivazione deve essere eseguito con gli appositi accessori e non come si fa di solito per le scatole incassate nella muratura, altrimenti addio IP4X.

Un'altra considerazione:
la norma richiede, per le condutture incassate realizzate con tubo in PVC, di infilare insieme il conduttore di rame nudo: ma esiste il conduttore nudo da 1,5/2,5mm2?
E non è controproducente avere il conduttore nudo nella scatola portafrutti (che già è piccola e figuriamoci se il filo nudo non va a toccare qualche parte attiva...)?

Ciao a tutti
Avatar utente
Foto Utentecrimail
0 1 3
New entry
New entry
 
Messaggi: 79
Iscritto il: 13 giu 2012, 16:16

0
voti

[42] Re: Impianti elettrici in case prefabbricate in legno

Messaggioda Foto UtenteGiovepluvio » 5 mar 2015, 12:45

crimail ha scritto:Poi, ovviamente, l'ingresso nelle scatole di derivazione deve essere eseguito con gli appositi accessori e non come si fa di solito per le scatole incassate nella muratura, altrimenti addio IP4X.


Sarà anche ovvio ma da realizzare è praticamente impossibile.
Avatar utente
Foto UtenteGiovepluvio
5.963 3 6 10
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2945
Iscritto il: 21 dic 2010, 1:10
Località: Mantova

1
voti

[43] Re: Impianti elettrici in case prefabbricate in legno

Messaggioda Foto UtenteMike » 5 mar 2015, 13:19

crimail ha scritto:Grazie mille per le risposte...
Poi, ovviamente, l'ingresso nelle scatole di derivazione deve essere eseguito con gli appositi accessori e non come si fa di solito per le scatole incassate nella muratura, altrimenti addio IP4X.


Non è fattibile, se usi le scatole preforate non garantisci l'IP4X. Che poi NON è richiesto per le scatole portafutti, appunto per questo quella indicata è una soluzione alternativa.

crimail ha scritto:Un'altra considerazione:
la norma richiede, per le condutture incassate realizzate con tubo in PVC, di infilare insieme il conduttore di rame nudo: ma esiste il conduttore nudo da 1,5/2,5mm2?
E non è controproducente avere il conduttore nudo nella scatola portafrutti (che già è piccola e figuriamoci se il filo nudo non va a toccare qualche parte attiva...)?


Non è così e comunque riguarda le condutture principali (assimilabili al gruppo c1), non le terminali.
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
--
Quello che non comprendi con l'insegnamento, lo imparerai, a tue spese, con l'esperienza. (MMGM)
Avatar utente
Foto UtenteMike
52,1k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14296
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

2
voti

[44] Re: Impianti elettrici in case prefabbricate in legno

Messaggioda Foto Utenteiosolo35 » 5 mar 2015, 13:28

E comunque in questo caso si identifica semmai una posa C1 o C3 quindi non necessita che il conduttore di protezione interno a tubi o canali in pvc ip4x sia nudo
non ci sono problemi, ma solo soluzioni
Avatar utente
Foto Utenteiosolo35
45,6k 7 11 12
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 3682
Iscritto il: 15 mar 2012, 15:34
Località: Trento

0
voti

[45] Re: Impianti elettrici in case prefabbricate in legno

Messaggioda Foto Utentecrimail » 5 mar 2015, 14:50

iosolo35 ha scritto:E comunque in questo caso si identifica semmai una posa C1 o C3 quindi non necessita che il conduttore di protezione interno a tubi o canali in pvc ip4x sia nudo


Un attimo: la nota 2 indicata a valle dell'art. 751.04.2.6 dice: All’interno di strutture combustibili (pannelli in legno sandwich con coibente) è possibile installare cavi di cui in c) utilizzando tubi protettivi (comprese le guaine flessibili o pieghevoli) realizzati con materiali non propaganti la fiamma) solo se essi rispondono alle prescrizioni della Norma riguardante i tubi protettivi (CEI EN 61386) e presentano un grado di protezione almeno IP 4X. Si segnala che in questo caso, quanto indicato dalla nota 1 (ovvero l'utilizzo del conduttore nudo nei tubi) ove richiamata, deve essere considerato come un requisito obbligatorio.

Secondo questa nota, il conduttore nei tubi andrebbe messo, o sbaglio?

Mike ha scritto:Non è fattibile, se usi le scatole preforate non garantisci l'IP4X. Che poi NON è richiesto per le scatole portafutti, appunto per questo quella indicata è una soluzione alternativa.


Quando prima chiedevo dei metodi alternativi per garantire la protezione mi riferivo alle scatole di derivazione: ne deduco che non posso utilizzare le scatole di derivazione per il cartongesso (simili a quelle da incasso nella muratura), ma devo per forza usare le scatole in PVC rigido su cui applicare i tubo-scatola.

Mike ha scritto:Non è così e comunque riguarda le condutture principali (assimilabili al gruppo c1), non le terminali.


Non ho trovato però dove si dice che il discorso del conduttore nudo si riferisce solo ai circuiti principali. Riesci a darmi qualche riferimento?

Grazie!!!
Avatar utente
Foto Utentecrimail
0 1 3
New entry
New entry
 
Messaggi: 79
Iscritto il: 13 giu 2012, 16:16

0
voti

[46] Re: Impianti elettrici in case prefabbricate in legno

Messaggioda Foto Utenteiosolo35 » 5 mar 2015, 16:01

Ora sono fuori ufficio ma la nota 1 sembra si riferisca solo alla posa C2
non ci sono problemi, ma solo soluzioni
Avatar utente
Foto Utenteiosolo35
45,6k 7 11 12
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 3682
Iscritto il: 15 mar 2012, 15:34
Località: Trento

2
voti

[47] Re: Impianti elettrici in case prefabbricate in legno

Messaggioda Foto UtenteMike » 5 mar 2015, 17:41

crimail ha scritto:Secondo questa nota, il conduttore nei tubi andrebbe messo, o sbaglio?


Si, per il gruppo C2. Il cavo unipolare senza guaina entro tubazione (flessibile o meno) è assimilabile al C1.

crimail ha scritto:Quando prima chiedevo dei metodi alternativi per garantire la protezione mi riferivo alle scatole di derivazione: ne deduco che non posso utilizzare le scatole di derivazione per il cartongesso (simili a quelle da incasso nella muratura), ma devo per forza usare le scatole in PVC rigido su cui applicare i tubo-scatola.


E' come per la scatola portafrutto, negli ambienti a ma.r.c.io art. 751.04.4, il grado IP 4X è richiesto solo se incassato in strutture combustibili.

crimail ha scritto:Non ho trovato però dove si dice che il discorso del conduttore nudo si riferisce solo ai circuiti principali. Riesci a darmi qualche riferimento?


In effetti non ho trovato nessuna distinzione, probabilmente pensavo al differenziale che è richiesto dove distingue tra dorsali e terminali. Comunque il conduttore nudo è richiesto per le condutture del gruppo C2.
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
--
Quello che non comprendi con l'insegnamento, lo imparerai, a tue spese, con l'esperienza. (MMGM)
Avatar utente
Foto UtenteMike
52,1k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14296
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

0
voti

[48] Re: Impianti elettrici in case prefabbricate in legno

Messaggioda Foto UtenteGiovepluvio » 6 mar 2015, 8:47

Devo confessare che la prescrizione del conduttore di protezione non l'ho mai capita benissimo. :oops: Qual è la ragione alla base della stessa? Sapete darmi una spiegazione?
Avatar utente
Foto UtenteGiovepluvio
5.963 3 6 10
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2945
Iscritto il: 21 dic 2010, 1:10
Località: Mantova

4
voti

[49] Re: Impianti elettrici in case prefabbricate in legno

Messaggioda Foto Utenteiosolo35 » 6 mar 2015, 9:09

Nella posa c2 (cavo unipolare o multipolare posato entro tubi o canali metallici) se il tubo o canale in metallo non è messo a terra e quindi non assume la funziona di conduttore di protezione si deve posare un conduttore nudo che svolgerà questa funzione coordinandolo a monte con un interruttore differenziale che serve inoltre per aumentare la sicurezza in riferimento alla protezione contro un eventuale cortocircuito di conduttori di fase fiduciosi che parte della corrente si chiuda sul conduttore di protezione
non ci sono problemi, ma solo soluzioni
Avatar utente
Foto Utenteiosolo35
45,6k 7 11 12
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 3682
Iscritto il: 15 mar 2012, 15:34
Località: Trento

0
voti

[50] Re: Impianti elettrici in case prefabbricate in legno

Messaggioda Foto UtenteGiovepluvio » 6 mar 2015, 14:23

Mike ha scritto: sono dei fogli da installare dietro la scatola che non garantiscono l'IP4X ma alla presenza di fiamma si espandono impedendo al fuoco di propagarsi.


Avresti dei riferimenti commerciali?
Avatar utente
Foto UtenteGiovepluvio
5.963 3 6 10
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2945
Iscritto il: 21 dic 2010, 1:10
Località: Mantova

PrecedenteProssimo

Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 45 ospiti