Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Impianto trifase domestico. Collegare neutro a terra

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto Utentelillo, Foto UtenteMike, Foto UtenteMASSIMO-G, Foto Utentesebago

0
voti

[1] Impianto trifase domestico. Collegare neutro a terra

Messaggioda Foto Utenteelle1967e » 5 set 2023, 14:28

Buongiorno a tutti,
sono un installatore elettrico e a casa mia ho un impianto trifase da 10 kW.
La mia casa è in una zona rurale ed è l'ultima villetta della linea Enel a circa 1km di distanza dalla cabina MT/BT.
Proprio per evitare sottotensioni alle abitazioni più remote, la cabina è stata regolata a 240V (informazione ricevuta dal tecnico ENEL e confermata dal fatto che di notte quando non c'è assorbimento rilevante sulla linea, le tensioni sulle 3 fasi sono tutte circa 240V).

Io ho problemi come è prevedibile di sovra tensione e sotto tensione, cioè quando a monte ci sono assorbimenti importanti su una fase, la mia tensione su quella fase scende oltre i paramtri consentiti e contemporaneamente la tensione di un'altra fase sale oltre i limiti consentiti (es. fase 1=200V, fase 3=255V).

Il tecnico ENEL mi ha detto che dovrebbero fare due cose:
1) sostituire i cavi della linea con cavi di maggior sezione (sostituendo anche i pali perché non reggerebbero il peso dei nuovi cavi)
2) "rifasare" il neutro a terra ogni due pali, perché secondo il tecnico Enel la linea non è rifasata (cioè lungo la linea il neutro non viene messo a terra periodicamente). Hanno già controllato e non ci sono morsetti allentati.

Il punto dolente è che secondo il tecnico, Enel impiegherà anni a fare questi lavori sia per via dei costi ma anche perché molti pali sono su proprietà private in pendii scoscesi, etc etc.

Quindi, e arrivo alla questione da sottoporvi, vorrei rifasare il neutro al centro stella prima del mio impianto collegandolo a terra tramite una puntazza dedicata.
Ovvero, vorrei installare una nuova puntazza a terra, prelevare il neutro immediatamente a valle del contatore e collegarlo alla puntazza dedicata (così da non mescolare e compromettere la linea di terra domestica).
In pratica farei un rifasamento del neutro a valle del contatore, senza dover aspettare ENEL.

In questo modo dovrei risolvere almeno i picchi di sovratensione che avvengono quando c'è una sottotensione. Certo non risolvo la sottotensione, ma almeno tengo sottocontrollo la sovratensione.

Grazie in anticipo per i vostri contributi
Avatar utente
Foto Utenteelle1967e
0 2
 
Messaggi: 5
Iscritto il: 31 ott 2021, 13:47

0
voti

[2] Re: Impianto trifase domestico. Collegare neutro a terra

Messaggioda Foto UtenteMSilvano » 5 set 2023, 16:27

A parte che non rifasi il neutro, ma lo vincoli a terra, potresti proporre a E-Distribuzione che:

Predisponi tu un impianto di terra con mezza dozzina di puntazze (naturalmente se il terreno non è il tuo chiedi il permesso al proprietario)
E-Distribuzione lo collega al neutro li a fine linea.
Avatar utente
Foto UtenteMSilvano
2.078 1 3 6
Expert
Expert
 
Messaggi: 728
Iscritto il: 3 gen 2011, 10:35

0
voti

[3] Re: Impianto trifase domestico. Collegare neutro a terra

Messaggioda Foto UtenteThEnGi » 5 set 2023, 16:40

Io comunque aprirei una richiesta di verifica tensione al trader.
Si esegue la verifica e se la tensione effettivamente è fuori parametro E-distribuzione è obbligata ad intervenire rispettando i tempi della ARERA.
Questi verranno subito bloccati dalla richiesta permessi, ma almeno sono obbligati a muoversi.

Verba volant, scripta manent (quanto mi sento forbito :mrgreen: )

Foto UtenteMSilvano, non si rischia di mischiare terra e neutro se le due maglie sono vicine ?

O_/
Avatar utente
Foto UtenteThEnGi
1.104 2 6 7
Expert
Expert
 
Messaggi: 1348
Iscritto il: 6 ott 2022, 18:43

0
voti

[4] Re: Impianto trifase domestico. Collegare neutro a terra

Messaggioda Foto UtenteSediciAmpere » 5 set 2023, 16:50

misura la tensione terra-neutro a varie ore del giorno, così verifichiamo che il problema sia una eccessiva caduta di tensione dl filo neutro

(si chiamano rinforzi, il rifasamento è un'altra cosa)
Avatar utente
Foto UtenteSediciAmpere
3.308 4 5 8
Master
Master
 
Messaggi: 3872
Iscritto il: 31 ott 2013, 15:00

0
voti

[5] Re: Impianto trifase domestico. Collegare neutro a terra

Messaggioda Foto Utenteelle1967e » 5 set 2023, 17:08

Il termine "rifasare" è scorretto, ma è ciò che hanno detto i tecnici ENEL.
Infatti si tratta di cercare di riportare il neutro nel centro stella...

ENEL è già uscita e ha misurato che sono fuori range, i tecnici hanno fatto il rapportino e hanno aperto una segnalazione interna; hanno detto che interverranno, ma i tecnici locali mi hanno detto che per esperienza in zona ci sono altri clienti che aspettano soluzioni analoghe da oltre 3 anni...

Misurarò nel fine settimana la tensione terra-neutro e riporto qui i risultati.

Ma se procedessi con la mia idea quali sarebbero i pro e i contro?
Avatar utente
Foto Utenteelle1967e
0 2
 
Messaggi: 5
Iscritto il: 31 ott 2021, 13:47

0
voti

[6] Re: Impianto trifase domestico. Collegare neutro a terra

Messaggioda Foto UtenteGiovanni123 » 5 set 2023, 17:17

Togliendosi il "cappello dell'elettrotecnico" e mettendomi quello da comune cittadino, mi verrebbe da dire che in una situazione simile proverei a rintracciare i clienti che in zona hanno problemi come il tuo e fare un'azione di gruppo. Come si fa? Siamo nel 2023, il potere dei social e dei gruppi di paese aiuta tantissimo.
Purtroppo l'azione del singolo non spaventa minimamente i fornitori, ci sono già passato per problemi simili alla rete telefonica. L'unica è fare gruppo ed eventualmente procedere legalmente, considerando che le spese legali verrebbero anche divise in "tot" persone con lo stesso problema.
Ci vorrà tempo, ma sicuramente molto meno rispetto all'eternità.
Loro sono in torto, sanno di esserlo e sanno anche che la lamentela sporadica del singolo va ignorata rispondendo con farfugliamenti tecnici apparentemente rassicuranti.
Avatar utente
Foto UtenteGiovanni123
432 1 3 6
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 547
Iscritto il: 5 mag 2017, 9:05

0
voti

[7] Re: Impianto trifase domestico. Collegare neutro a terra

Messaggioda Foto Utenteelle1967e » 5 set 2023, 17:31

Giovanni123 ha scritto:Togliendosi il "cappello dell'elettrotecnico" e mettendomi quello da comune cittadino, mi verrebbe da dire che in una situazione simile proverei a rintracciare i clienti che in zona hanno problemi come il tuo e fare un'azione di gruppo. Come si fa? Siamo nel 2023, il potere dei social e dei gruppi di paese aiuta tantissimo.
Purtroppo l'azione del singolo non spaventa minimamente i fornitori, ci sono già passato per problemi simili alla rete telefonica. L'unica è fare gruppo ed eventualmente procedere legalmente, considerando che le spese legali verrebbero anche divise in "tot" persone con lo stesso problema.
Ci vorrà tempo, ma sicuramente molto meno rispetto all'eternità.
Loro sono in torto, sanno di esserlo e sanno anche che la lamentela sporadica del singolo va ignorata rispondendo con farfugliamenti tecnici apparentemente rassicuranti.


Ci sto lavorando... ma a pochi interessano le tensioni reali. Inoltre io sono l'ultimo della linea.
Vale sempre che finché va non si lamenta nessuno.

Io me ne accorgo perché ho un impianto domotico che tiene sotto controllo parecchi parametri e perché il mio inverter fotovoltaico si stacca al superamento di determinate soglie e quindi subisco l'effetto.

Ma tralasciando le azioni (doverose) su ENEL, mi farebbe piacere rimanere in tema sulla mia domanda.

Grazie
Avatar utente
Foto Utenteelle1967e
0 2
 
Messaggi: 5
Iscritto il: 31 ott 2021, 13:47

0
voti

[8] Re: Impianto trifase domestico. Collegare neutro a terra

Messaggioda Foto UtenteGiovanni123 » 5 set 2023, 17:39

Ti capisco, appunto ci sono già passato ed ero l'unico che si accorgeva dei problemi sulla linea telefonica che comunque interessavano anche altri.

Per rimanere in tema credo che altri utenti possano darti consigli tecnici migliori, visto che hai un impianto fotovoltaico e sono molto arrugginito sul tema. Però così a sentimento mi verrebbe da dirti di valutare un trasformatore d'isolamento D/y (a triangolo lato enel, stella lato utenza). In questo modo ricaveresti il neutro dal tuo sistema indipendente, però potrebbe essere una soluzione assai costosa e poco compatibile con il tuo impianto.
Avatar utente
Foto UtenteGiovanni123
432 1 3 6
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 547
Iscritto il: 5 mag 2017, 9:05

0
voti

[9] Re: Impianto trifase domestico. Collegare neutro a terra

Messaggioda Foto UtenteThEnGi » 5 set 2023, 17:43

elle1967e ha scritto:ENEL è già uscita e ha misurato che sono fuori range, i tecnici hanno fatto il rapportino e hanno aperto una segnalazione interna; hanno detto che interverranno, ma i tecnici locali mi hanno detto che per esperienza in zona ci sono altri clienti che aspettano soluzioni analoghe da oltre 3 anni...


Fattelo mettere per isciritto, se il rapporto è interno è come se per te non esistesse.
Loro alla prossima segnalazione lo prendono e lo stracciano e ne scrivono uno nuovo.
Potrebbero averti detto che "ora ci pensano", ma arrivati in ufficio non fare niente.... e tu aspetti :evil:
In pratica non hai mai fatto la segnalazione, quanto c'è una contestazione aperta (vedi verifica con esisto negativo) sono OBBLIGATI a tenere traccia di tutto il processo.
Ovvero sono obbligati a chiedere i permessi altrimenti il tempo a loro disposizione diminuisce.
Hanno 50gg a cui vanno scorporati i permessi, se ci mettono di più prendi i rimborsi :ok:

Sono soldi che al 90% non spedi, anche perché se la verifica ha esisto negativo è gratis e se ha esito positivo vuol dire che non ti devi preoccupare :ok: (ma spendere 139,84 + Fetta per il trader)

O_/

PS. Non sono contro E-Distribuzione o i suoi tecnici e solo che a volte bisogna fargli rispettare anche i piccoli utenti e non solo le grosse necessità aziendali :ok:
Avatar utente
Foto UtenteThEnGi
1.104 2 6 7
Expert
Expert
 
Messaggi: 1348
Iscritto il: 6 ott 2022, 18:43

0
voti

[10] Re: Impianto trifase domestico. Collegare neutro a terra

Messaggioda Foto UtenteStefanoSunda » 5 set 2023, 19:01

la mia tensione su quella fase scende oltre i parametri consentiti e contemporaneamente la tensione di un'altra fase sale oltre i limiti consentiti (es. fase 1=200V, fase 3=255V)

Per me la linea che alimenta le case non è equilibrata e sovracaricata, molte case sono caricate tutte su una fase. È problema dell’ENEL.
confermata dal fatto che di notte quando non c'è assorbimento rilevante sulla linea, le tensioni sulle 3 fasi sono tutte circa 240V).

La conferma è questa.
Avatar utente
Foto UtenteStefanoSunda
2.646 3 6 10
Master
Master
 
Messaggi: 1764
Iscritto il: 16 set 2010, 19:29

Prossimo

Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 47 ospiti