Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Realizzazione di un sensore di livello per fluidi?

Elettronica lineare e digitale: didattica ed applicazioni

Moderatori: Foto UtenteIsidoroKZ, Foto Utentecarloc, Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteBrunoValente

0
voti

[31] Re: Realizzazione di un sensore di livello per fluidi?

Messaggioda Foto Utenteclaudiocedrone » 13 giu 2022, 23:48

Foto Utenteironrinox9, non citare integralmente i post, usa il pulsante "rispondi"; "cita" va usato con criterio selezionando nel caso le parti salienti altrimenti si generano degli inutili (e antiestetici) doppioni; per rivolgersi ad un utente in particolare puoi taggarlo inserendone il nickname tra i tag che compaiono cliccando sul pulsante "user".
"Non farei mai parte di un club che accettasse la mia iscrizione" (G. Marx)
Avatar utente
Foto Utenteclaudiocedrone
18,7k 4 7 9
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 12956
Iscritto il: 18 gen 2012, 13:36

0
voti

[32] Re: Realizzazione di un sensore di livello per fluidi?

Messaggioda Foto Utenteironrinox9 » 14 giu 2022, 0:40

Scusate per la confusione che ho creato, alla fine ho deciso di utilizzare le pompe (e non le elettrovalvole).
Vi riassumo tutto in un unico messaggio.

Utilizzerò:
- un PLC 1200 con ingressi e uscite a 24 Vcc.
- 3 pompe per acquario AC 220-240 V, 50 Hz, 2W.
- Una scheda con relè (https://www.amazon.it/dp/B08L4F6DFF/ref ... =UTF8&th=1)
- 4 sensori a galleggiante ON/OFF.
- Un piccolo frullatore a batterie (quello per fare il cappuccino), per mescolare i liquidi. (a questo penserò alla fine)

Collegamento sensore a galleggiante:
collego un capo ai 24 V in uscita al PLC e un capo ad uno degli ingressi digitali.

Collegamento pompa:
Al relè vanno collegati, negli appositi punti: il polo positivo e negativo dei 24 V delle uscite digitali del PLC; l’alimentazione + e - della 220 V di casa; il morsetto + e - della pompa.

Fin qui tutto corretto? O facendo questi collegamenti, senza usare altri componenti, rischio di bruciare qualcosa? Prima qualcuno aveva consigliato di utilizzare degli snubber... se possibile, potete postare per favore una foto di come collegarli?

In ogni caso, prima di avviare tutto, pensavo di far dare un'occhiata a qualcuno competente, per evitare di rovinare il PLC.
Però riuscire anche solo ad impostare tutti i collegamenti correttamente, senza aver mai fatto nulla di elettronica a livello pratico, per me sarebbe una gran cosa!
Magari fra pochi giorni, appena mi arrivano le cose che ho ordinato, vi faccio sapere come procede.
Grazie mille a tutti per la disponibilità e l'aiuto!
Avatar utente
Foto Utenteironrinox9
13 3
 
Messaggi: 44
Iscritto il: 18 mag 2019, 20:01

0
voti

[33] Re: Realizzazione di un sensore di livello per fluidi?

Messaggioda Foto Utentesetteali » 14 giu 2022, 1:31

Secondo me non avendo mai fatto o usato questi oggetti non hai la visione giusta del risultato che ottieni.
L'elettrovalvola che avevi messo in precedenza è da escludere perché ha bisogno di una pressione che può dare anche una pompa piccola, ma ha bisogno di pressione perché il foro che ha è molto piccolo.
Usare solo ubna pompa, anche piccola, ma direttamente il dosaggio è molto critico e può andare per quantità di liquido molto più grandi di quelle che hai bisogno te.
Secondo me potresti usare una poma peristaltica, ho cercato le elettrovalvole che ti avevo accennato precedentemente, ma sono reperibili soltanto per addetti al settore e costano anche dei soldi, invece la pompa peristaltica oltre ad avere il vantaggio di chiudere istantaneamente l'uscita del liquido, non ha grandi portate e puoi regolare la velocità del motore molto facilmente, sia in tempo che in tensione.
questo è un tipo
Alex
Cerco Condensatori Variabili
https://www.facebook.com/Elettronicaeelettrotecnica
Il Mercatino di EY
<< vedi di pigliare arditamente in mano, il dizionario che ti suona in bocca,
se non altro è schietto e paesano.
(Giuseppe Giusti) <<
Avatar utente
Foto Utentesetteali
9.875 5 5 9
Master
Master
 
Messaggi: 4937
Iscritto il: 15 dic 2013, 21:09

0
voti

[34] Re: Realizzazione di un sensore di livello per fluidi?

Messaggioda Foto UtenteMarcoD » 14 giu 2022, 6:33

Le pompe peristaltiche indicate da setteali funzionano a 12 V DC, mi piacciono in quanto non c'è pericolo di prendere la "scossa". Ci saranno problemi da "idraulico" per collegarle alle vasche?

In tutta la discussione, non ho ricevuto info sulla dimensione delle vaschette, e precisione richiesta dalla miscelazione e non ho capito se il tutto ha una sua utilità ( in un laboratorio universitario anche solo sperimentale), o serve solo a dimostrare le tue abilità di programmazione e passare l'esame.

Per mostrare le tue abilità di programmazione, basterebbero degli interruttori che simulano i livellostati e lampadine che simulano l'accensione delle pompe.
Meglio ancora un secondo PLC/arduino che simula in real time il modello matematico del livello dei serbatoi in seguito agli input pompe e calcola l'output sensori livello.

- Un piccolo frullatore a batterie (quello per fare il cappuccino), per mescolare i liquidi. (a questo penserò alla fine)
Se non viene comandato dal PLC è come non esistente.
O_/
Avatar utente
Foto UtenteMarcoD
10,4k 5 9 13
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 5252
Iscritto il: 9 lug 2015, 16:58
Località: Torino

0
voti

[35] Re: Realizzazione di un sensore di livello per fluidi?

Messaggioda Foto Utentedjnz » 14 giu 2022, 7:08

ironrinox9 ha scritto:O facendo questi collegamenti, senza usare altri componenti, rischio di bruciare qualcosa?

Fai prima un bello schema (su questo forum si usa Fidocad). Secondo me manca qualcosa, riporta qui lo schema di collegamento ingressi uscite del PLC come visibile sul manuale.

Prima qualcuno aveva consigliato di utilizzare degli snubber... se possibile, potete postare per favore una foto di come collegarli?

Un esempio senza saldature...
Avatar utente
Foto Utentedjnz
595 2 5
Expert
Expert
 
Messaggi: 283
Iscritto il: 26 lug 2020, 14:52

1
voti

[36] Re: Realizzazione di un sensore di livello per fluidi?

Messaggioda Foto Utentenicsergio » 14 giu 2022, 7:25

Per dimostrare solo l'abilità nella programmazione in TIA Portal, puoi usare il modulo PLCSIM direttamente da lì, gli ingressi li puoi attivare dalla tabella di forzamento, gli stati delle uscite li vedi nelle tabelle di visualizzazione, non serve collegare niente, non serve neanche il PLC.
Avatar utente
Foto Utentenicsergio
3.977 3 9 13
Master
Master
 
Messaggi: 686
Iscritto il: 1 gen 2020, 16:42

0
voti

[37] Re: Realizzazione di un sensore di livello per fluidi?

Messaggioda Foto Utenteironrinox9 » 14 giu 2022, 11:38

Le vasche sono 17x17x12 cm circa. Collegherò dei piccoli tubi alle pompe (per questo può darmi una mano mio papà, che per molto tempo ha fatto l'idraulico).

Il progetto serve solo per l'esame (e non richiede chissà quale precisione), è facoltativo ma dà un grande bonus a chi lo fa. Effettivamente avrei potuto semplicemente usare dei led, però non pensando che ci fossero tutte queste problematiche e sapendo che il prof tiene molto a questi lavori (ogni anno ne carica alcuni sul canale YouTube del corso) ho concordato con lui questo tipo di progetto (e acquistato quasi tutto il materiale) prendendo spunto da vecchi progetti di ex studenti e cercherò di portarlo a termine.

Riguardo alle pompe, forse ho avuto troppa fretta ad acquistare quel modello a 220 V, ma oggi pomeriggio posso provare a fare un giro in negozio e vedere se hanno pure quelle peristaltiche ed eventualmente cambiarle, altrimenti procederò con queste. Ma non mi sembra che le abbiano.

Vin invio al più presto lo schema dei collegamenti! :ok:
Avatar utente
Foto Utenteironrinox9
13 3
 
Messaggi: 44
Iscritto il: 18 mag 2019, 20:01

0
voti

[38] Re: Realizzazione di un sensore di livello per fluidi?

Messaggioda Foto UtenteEtemenanki » 14 giu 2022, 12:14

Suggerimento: ogni volta che devi collegare rele', motori, o altri carichi induttivi in DC ad un'elettronica qualsiasi (incluso un PLC, se non sai gia che si tratta di uscite di potenza protette) metti un diodo in antiparallelo ai carichi, in modo da "spegnere" le extratensioni ;-)
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.
Avatar utente
Foto UtenteEtemenanki
2.962 2 4 8
Master
Master
 
Messaggi: 1921
Iscritto il: 2 apr 2021, 23:42
Località: Dalle parti di un grande lago ... :)

0
voti

[39] Re: Realizzazione di un sensore di livello per fluidi?

Messaggioda Foto UtenteMarcoD » 14 giu 2022, 17:05

Oumefar Modulo relè a 4 canali con Isolamento fotoaccoppiatore Suport Alto Basso Livello Triger Compatibile 10A 5V 12V 24 V Modulo relè Schermatura Scheda(24 V)
Visita lo Store di Oumefar
4,5 su 5 stelle 7 voti
-7% 12,79€
Prezzo precedente: 13,79€
e Resi GRATUITI
Tutti i prezzi includono l'IVA.
Spedizione GRATUITA con consegna presso punti di ritiro (se disponibile per il tuo ordine). Dettagli
Nuovo (3) da 12,79 € Spedizione GRATUITA sul tuo primo ordine idoneo.
Colore: 24 V.
【PRESTAZIONI STABILI】: il nostro modulo relè a 4 canali adotta isolamento fotoaccoppiatore patch, forte capacità di guida, prestazioni stabili. La corrente di trigger è 5mA. Nessuna ruggine, sicura e comoda da usare.
【5 V 12 V 24 V TRE TENSIONI OPZIONALI voltage: la tensione di funzionamento del modulo del nostro modulo relè optoaccoppiatore è 5 V, 12 V, 24 V a scelta. DC + collegata al polo positivo dell'alimentatore (è richiesta la tensione per il relè), DC- collegare al polo negativo di alimentazione.
【CONVENIENTE DA USARE】: ogni percorso del modulo può essere attivato dal livello alto o basso tramite un'impostazione del ponticello. Design dell'interfaccia umanizzato, tutte le interfacce possono essere collegate direttamente tramite il cavo del terminale, molto conveniente.
【PROGETTAZIONE TOLLERANTE AI GUASTI design: questo design tollerante ai guasti del modulo di trigger alto e basso, anche se la linea di controllo si interrompe, il relè non si muoverà. Il modulo relè con una buona protezione da cortocircuito.
【CON INDICATORE LUMINOSO】: Il modulo relè fotoaccoppiatore ha una spia di alimentazione (verde) e una spia di stato del relè a 4 vie (rossa). Il nostro modulo relè è 100% nuovo di zecca e di alta qualità.

I relè, forse possono funzionare anche senza snubber (soppressore dei scintille).
Paiono i contatti marchiati 10 A 250 Vac, forse si riferisce a un carico solo resistivo.
Le pompe acquistate paiono da 220 V 2 W , quindi con corrente di soli 10 mA, anche se il carico è induttivo. Poi con alimentazione in alternata la scintilla si spegne dopo 20 ms.

Magari senza snubber, i contatti si rovinano e si incollano dopo solo 100 azionamenti, ma scommetto che non li raggiungerai al termine dello sviluppo e della dimostrazione.
Avatar utente
Foto UtenteMarcoD
10,4k 5 9 13
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 5252
Iscritto il: 9 lug 2015, 16:58
Località: Torino

1
voti

[40] Re: Realizzazione di un sensore di livello per fluidi?

Messaggioda Foto Utentedjnz » 14 giu 2022, 17:24

Etemenanki ha scritto:incluso un PLC, se non sai gia che si tratta di uscite di potenza protette

Infatti è per questo che "insisto" sul fatto che dovrebbe mettere a disposizione il manuale/link. Non è che gli altri devono anche andare in cerca del suo apparato per dirgli se va bene o no. Le uscite di quel PLC avranno i diodi clamper interni oppure no? Che correnti possono gestire? La corrente la possono erogare o assorbire? O entrambe? Tutto questo e molto altro starà in due paginette, massimo tre con quella dello schema di collegamento di ingressi e uscite che toglie ogni dubbio ;-)

Magari senza snubber, i contatti si rovinano e si incollano dopo solo 100 azionamenti, ma scommetto che non li raggiungerai al termine dello sviluppo e della dimostrazione.

Mah, a me si sono incollati al secondo azionamento di una lampada LED :roll: Poi si sono scollati e non hanno più dato problemi, però è strano...
Avatar utente
Foto Utentedjnz
595 2 5
Expert
Expert
 
Messaggi: 283
Iscritto il: 26 lug 2020, 14:52

PrecedenteProssimo

Torna a Elettronica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 44 ospiti