Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Alimentare una "ventola"

Trasformatori, macchine rotanti ed azionamenti

Moderatori: Foto Utentemario_maggi, Foto UtenteSandroCalligaro, Foto Utentefpalone

0
voti

[11] Re: Alimentare una "ventola"

Messaggioda Foto Utentecaesar753 » 8 giu 2021, 10:07

grazie delle vostre celeri e precise risposte.
Interessante la cosa dei "fili spessi": mi chiedevo proprio a cosa servissero... quindi detto in poche parole la bobina induce due campi magnetici: uno sui fili spessi e uno sul rotore e questo fa si che si crei la coppia per l'avviamento, giusto?
Avatar utente
Foto Utentecaesar753
769 2 6 7
Expert
Expert
 
Messaggi: 505
Iscritto il: 4 giu 2011, 12:53
Località: Pisa

0
voti

[12] Re: Alimentare una "ventola"

Messaggioda Foto UtenteIsidoroKZ » 8 giu 2021, 10:17

Se ben ricordo e` molto piu` complicato di quello, serve qualcuno che conosca le macchine elettriche davvero!
Per usare proficuamente un simulatore, bisogna sapere molta più elettronica di lui
Plug it in - it works better!
Il 555 sta all'elettronica come Arduino all'informatica! (entrambi loro malgrado)
Se volete risposte rispondete a tutte le mie domande
Avatar utente
Foto UtenteIsidoroKZ
113,1k 1 3 8
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 19798
Iscritto il: 17 ott 2009, 0:00

0
voti

[13] Re: Alimentare una "ventola"

Messaggioda Foto Utentecaesar753 » 8 giu 2021, 13:19

Fatta la prova e funziona splendidamente! C'è un modo semplice di ridurre il numero di giri?

P.S.: la bobina si riscalda parecchio, è normale?
Avatar utente
Foto Utentecaesar753
769 2 6 7
Expert
Expert
 
Messaggi: 505
Iscritto il: 4 giu 2011, 12:53
Località: Pisa

0
voti

[14] Re: Alimentare una "ventola"

Messaggioda Foto UtenteMarcoD » 8 giu 2021, 13:30

Fatta la prova e funziona splendidamente! C'è un modo semplice di ridurre il numero di giri?

Si, basta ridurre la frequenza della tensione, per esempio scendere a 40 Hz.

P.S.: la bobina si riscalda parecchio, è normale?
Dipende, fino a 120 C° ok, fuma ?

:D :D O_/
Avatar utente
Foto UtenteMarcoD
8.929 4 9 13
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 4198
Iscritto il: 9 lug 2015, 16:58
Località: Torino

1
voti

[15] Re: Alimentare una "ventola"

Messaggioda Foto Utentefpalone » 8 giu 2021, 13:35

confermo tutto quello che ha scritto Foto Utentestefanopc!
In un motore di quel tipo "a poli spaccati" (shaded pole), l'avvolgimento in corto circuito collocato nell'indentatura causa una deformazione del campo magnetico, che altrimenti sarebbe un campo pulsante non in grado di generare una coppia di avviamento sul rotore.
A differenza di altri motori asincroni monofasi, nei quali ad esempio la corrente nell'avvolgimento ausiliario è sfasata di 90° circa per mezzo di un condensatore, qui lo sfasamento ottenuto è modesto: ne consegue che il campo è fortemente ellittico e la coppia di avviamento bassissima, così come il rendimento.
Ciò non impedisce a questo motore di essere ancora impiegato in tantissime applicazioni di bassa potenza, dove i rendimenti sono (o forse, erano) poco influenti rispetto all'economicità ed affidabilità.
Come dice Foto Utentestefanopc, sono motori molto affidabili, non avendo condensatori. Inoltre, gli stessi motivi che causano una bassa coppia allo spunto portano ad avere una corrente di spunto modesta, con bassi rischi di sovraccarico in caso di blocco del rotore (in molti elettrodomestici questa è una cosa molto positiva).
Sarò sincero, vederli rimpiazzati negli elettrodomestici con motori dc brushless o a riluttanza pilotati da inverter (enormemente più efficienti e prestazionali) non mi lascia tranquillo dal punto di vista dell'affidabilità!
Per il riscaldamento, dovresti vedere se si tratti di un motore a 230 V o di uno molto più vecchio a 125...!

Relativamente alla regolazione di velocità, per motori di questo tipo (proprio in conseguenza della bassa coppia e corrente a rotore bloccato) può trovare applicazione una regolazione per riduzione della tensione applicata (ad esempio per mezzo di un trasformatore a prese od un variac).
Avatar utente
Foto Utentefpalone
15,1k 5 7 11
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2841
Iscritto il: 26 dic 2007, 17:46
Località: roma

0
voti

[16] Re: Alimentare una "ventola"

Messaggioda Foto Utentecaesar753 » 8 giu 2021, 13:42

Grazie, la bobina è calda ma sopportabile se toccata con le dita, quindi penso sia molto al di sotto dei 120 gradi, e non fuma.
Cosa si potrebbe usare per ridurre la frequenza della corrente?
Avatar utente
Foto Utentecaesar753
769 2 6 7
Expert
Expert
 
Messaggi: 505
Iscritto il: 4 giu 2011, 12:53
Località: Pisa

0
voti

[17] Re: Alimentare una "ventola"

Messaggioda Foto Utentestefanopc » 8 giu 2021, 13:53

caesar753 ha scritto:quindi detto in poche parole la bobina induce due campi magnetici: uno sui fili spessi e uno sul rotore e questo fa si che si crei la coppia per l'avviamento, giusto?


Il campo magnetico rotante (per niente circolare) oltre a creare la debole coppia di avviamento provvede anche a mantenere il rotore in rotazione.
È comunque presente uno scorrimento dato che non è un motore sincrono.
E sicuramente scalda abbastanza.
Non è come una macchina a vapore ma quasi, il suo rendimento è piuttosto scarso di solito inferiore al 50%.

Se devi variare la velocità si può fare ma la semplicità del sistema di partenza viene meno e ci si porta su soluzioni piuttosto complesse e dal rendimento ridicolo.

Infatti sono normalmente utilizzati in applicazioni dove non occorre variare il numero di giri.
Quindi o acceso o spento.


Ciao
600 Elettra
Avatar utente
Foto Utentestefanopc
4.568 2 5 12
Master
Master
 
Messaggi: 1439
Iscritto il: 4 ago 2020, 9:11

0
voti

[18] Re: Alimentare una "ventola"

Messaggioda Foto UtenteElyon » 8 giu 2021, 14:00

Provata a 60V in continua, non gira, neanche aiutando col dito. Non ho tensioni superiori in continua.
Avatar utente
Foto UtenteElyon
520 1 3 8
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 222
Iscritto il: 3 mar 2020, 17:49

0
voti

[19] Re: Alimentare una "ventola"

Messaggioda Foto Utentestefanopc » 8 giu 2021, 14:06

In continua non va e brucia l'avvolgimento.
È un motore per correnti alternate.
Attento.
Se vuoi una ventola regolabile con ottimo rendimento dovresti usare delle ventole brushless in continua.
Serve un alimentatore variabile in continua.
Come quelle dei Computer ecc.
Ma è tutto un pianeta diverso dal motore di cui si parla in questa discussione.
Ciao
600 Elettra
Avatar utente
Foto Utentestefanopc
4.568 2 5 12
Master
Master
 
Messaggi: 1439
Iscritto il: 4 ago 2020, 9:11

0
voti

[20] Re: Alimentare una "ventola"

Messaggioda Foto UtenteElyon » 8 giu 2021, 14:10

Si, lo sapevo, ma ho voluto accontentare una richiesta iniziale di Foto Utentecaesar753. Tutto qui. Pochi secondi di prova.
Ultima modifica di Foto UtenteElyon il 8 giu 2021, 14:12, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
Foto UtenteElyon
520 1 3 8
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 222
Iscritto il: 3 mar 2020, 17:49

PrecedenteProssimo

Torna a Macchine elettriche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 9 ospiti