Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Perseverance è su Marte

Notizie scientifiche e non, comunicazioni, auguri, AAA cercasi, vendo, compro, piccoli racconti, curiosità, idee, fantasie ecc. Un fuori tema soft, senza argomenti scottanti

Moderatori: Foto Utenteadmin, Foto UtentePaolino

0
voti

[31] Re: Perseverance è su Marte

Messaggioda Foto Utentegianniniivo » 2 mag 2021, 1:37

Lo penso anch'io altrimenti ci sarebbe "qualcosa di sbagliato" in quello che ci hanno raccontato fino ad oggi.
Il fenomeno del presunto e apparente terreno umido si apprezza meglio in quelle immagini in cui si vedono in primo piano i segni lasciati dalle ruote del rover.
Avatar utente
Foto Utentegianniniivo
2.153 2 7 12
Expert
Expert
 
Messaggi: 1334
Iscritto il: 5 feb 2019, 23:50

2
voti

[32] Re: Perseverance è su Marte

Messaggioda Foto UtenteWALTERmwp » 9 mag 2021, 0:13

Ieri, 7 Maggio 2021(Sol 76), come preannunciato, Ingenuity ha compiuto il suo quinto volo ma il primo concluso con arrivo al suolo in un punto diverso da quello di partenza.
Si è spostato di 129 metri verso sud giungendo a destinazione dopo 108 secondi e prima di scendere, riprendendo con le telecamere il suolo sottostante, si è sollevato sino a 10 metri; anche questa una novità perché sin'ora lo avevano portato alla quota massima di 5 metri.
qui l'elicotterino che se ne va ripreso da Perseverance:
ingenuity_5hFly.jpg

Questo volo rappresenta inoltre l'inizio della nuova fase di verifica delle capacità operative del mezzo: indagine del territorio, controllo zone non accessibili al rover e rilevamento immagini stereo.
Il contatto radio con Ingenuity, dipendente dalla presenza di Perseverance, sarà ancora garantito perché il rover, pur iniziando la sua indagine scientifica, compirà spostamenti relativamente brevi.
Con questo presupposto dovrebbero programmare ancora un paio di voli dopo i quali faranno il punto della situazione e decideranno per eventuali azioni successive(il link).

Saluti
W - U.H.F.
Avatar utente
Foto UtenteWALTERmwp
25,3k 4 8 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 7516
Iscritto il: 17 lug 2010, 18:42
Località: le 4 del mattino

2
voti

[33] Re: Perseverance è su Marte

Messaggioda Foto Utentegianniniivo » 9 mag 2021, 1:11

Grande Walter, scrivi un po' di più perché ti seguo con molto interesse. Non tanto per le immagini della Nasa che (per ora) vedendone una le hai viste tutte, quanto per l'eccellenza dei testi e per il modo di proporli ed esporli.

Detto ciò, vorrei chiederti un parere: come pensi che si comporteranno su Marte le comunicazioni radio?

Non mi riferisco alle comunicazioni via satellite ma a quelle radioamatoriali (ipotetiche). Marte possiede un'atmosfera ma ha una composizione differente dalla nostra. Pensi che ci sarà anche su Marte un fenomeno fisico simile a quello determinato dalla nostra ionosfera?

Grazie e un saluto.
Avatar utente
Foto Utentegianniniivo
2.153 2 7 12
Expert
Expert
 
Messaggi: 1334
Iscritto il: 5 feb 2019, 23:50

4
voti

[34] Re: Perseverance è su Marte

Messaggioda Foto UtenteWALTERmwp » 9 mag 2021, 22:55

Foto Utentegianniniivo, troppe lusinghe, a questo punto non so più quanti caffè ti devo offrire !

Ma qui mi hai chiuso in un angolo
gianniniivo ha scritto:(...) Pensi che ci sarà anche su Marte un fenomeno fisico simile a quello determinato dalla nostra ionosfera? (...)

La questione non me la sono mai posta, credo che in pratica su Marte non ci sia necessità di sfruttare le proprietà di una ionosfera mancando il bisogno di comunicare tra moduli compresenti al suolo.

Posso azzardare delle ipotesi sulla base di mie nozioni elementari.
L'efficacia della riflessione è condizionata da più fattori e differenti condizioni ma, mi pare sia fondamentale il livello di ionizzazione.
Questa avviene anche su Marte e le cause sono le medesime riconosciute sulla Terra.
Su Marte, essendo l'atmosfera più rarefatta e diversamente composta, i gas ionizzati contribuiranno in modo differente, in particolare il diossido di carbonio(CO2) che, come sappiamo, costituisce circa il 96% del totale.
Però non so(non ho cercato) quali siano le quote alle quali il fenomeno si manifesta e quindi se è presente una stratificazione relativamente definita come sulla Terra.
Potrei affermare che, al netto del contributo del magnetismo residuo del pianeta e della capacita di riflessione del suolo, le onde corte potrebbero propagarsi magari, se non in modo simile, ricordando comunque quel che accade qui da noi.
Chissà cosa avrebbe pensato Marconi ! ? !

In ogni caso qui, di persone che potrebbero dare risposte molto meno aleatorie, ve ne sono diverse.
Se mi attengo al campo della Fisica e delle Telecomunicazioni mi vengono in mente due persone.
Provo a disturbare Foto UtentePietroBaima e Foto Utentejordan20, nel caso avessero l'occasione di passare da queste parti.
Grazie.

Saluti
W - U.H.F.
Avatar utente
Foto UtenteWALTERmwp
25,3k 4 8 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 7516
Iscritto il: 17 lug 2010, 18:42
Località: le 4 del mattino

1
voti

[35] Re: Perseverance è su Marte

Messaggioda Foto Utentegianniniivo » 10 mag 2021, 0:32

:D No no non tenere la contabilità dei caffè, ho solo fatto delle constatazioni e le ho esposte ma è tutto “bagaglio” tuo.

Per quanto concerne la ionosfera ho fatto qualche ricerca ma non ho trovato niente di convincente, troppo presto e pochi sono gli elementi disponibili. Solo alcune ipotesi sul magnetismo, sole, temperatura e atmosfera ma poco persuasive. Certo allo stato attuale incide poco ma la ionosfera, in un prossimo futuro, potrebbe rivelarsi importante per le comunicazioni di superficie. Come sappiamo, per le frequenze radio potrebbe essere utile fruire della propagazione. E non c’è da pensare soltanto a collegamenti a lunga distanza perché ricordo un caso di alcuni anni fa, una sera, sui 144 MHz, non riuscivo a contattare decentemente un amico che in linea d’aria distava si e no 2 km, mentre la mattina precedente ci si ascoltava benissimo. Su Marte dovrebbe essere un po’ più difficoltoso da quanto si ipotizza. Beh, cosa posso dire..? Invidio chi potrà vedere e apprezzare anche soltanto in video quei risvolti tecnologici. Per fortuna che si muovono i privati perché se aspettassimo le varie agenzie statali staremmo freschi; i governi preferiscono finanziare le lobbies degli armamenti. Purtroppo le guerre muovono numerosi interessi e non soltanto economici ma quel che è certo è che costano parecchio...

Grazie e un saluto.
Avatar utente
Foto Utentegianniniivo
2.153 2 7 12
Expert
Expert
 
Messaggi: 1334
Iscritto il: 5 feb 2019, 23:50

1
voti

[36] Re: Perseverance è su Marte

Messaggioda Foto Utentesetteali » 10 mag 2021, 8:27

Quesito interessantissimo da seguire con molta attenzione, avranno bisogno di installare dei ponti.
Cosa stanno usando ora per comunicare sul pianeta e per comunicare con la terra?
Alex
Cerco Condensatori Variabili
https://www.facebook.com/Elettronicaeelettrotecnica
Il Mercatino di EY
<< vedi di pigliare arditamente in mano, il dizionario che ti suona in bocca,
se non altro è schietto e paesano.
(Giuseppe Giusti) <<
Avatar utente
Foto Utentesetteali
8.355 5 5 8
Master
Master
 
Messaggi: 4304
Iscritto il: 15 dic 2013, 21:09

3
voti

[37] Re: Perseverance è su Marte

Messaggioda Foto UtenteWALTERmwp » 10 mag 2021, 16:25

setteali ha scritto:(...) Cosa stanno usando ora per comunicare sul pianeta e per comunicare con la terra?

Viene utilizzato il Mars Relay Network cioè un gruppo di sonde orbitanti intorno a Marte: MRO(Mars Reconnaissance Orbiter), MAVEN(Mars Atmospheric and Volatile EvolutioN) e Mars Odyssey.
A supporto della comunicazione ha partecipato anche MGS(Mars Global Surveyor), fino a quando, al termine del 2006, non è stata più in grado di garantire il proprio funzionamento.
Sono integrati nella gestione della trasmissione dati anche gli orbiter dell'ESA quali: Mars Express e TGO(Trace Gas Orbiter).

Il rover Perseverance, ma appunto prima di lui anche InSight e Curiosity, comunicano con gli orbiter che fungono da ponte verso la Terra dove la rete DSN(Deep Space Network) gestita dal JPL della NASA, con tre differenti riferimenti continentali, è capace di mantenere il contatto e quindi coordinare il traffico dati da e verso Marte.
Adesso sono gli altri rover che si trovano a condividere le risorse con l'ultimo arrivato, cioè Perseverance.

Le stazioni del DSN si trovano in Spagna, a ovest di Madrid, negli USA in California meridionalea(Goldstone) a Nord/Est di Los Angeles e in Australia a Sud/Ovest di Camberra. Ad esempio, nella fase EDL di Perseverance(quando è arrivato su Marte), se non erro è stato il centro di Madrid a gestire l'acquisizione della telemetria.
Nei primi minuti della fase discendente il velivolo è stato anche in grado di comunicare direttamente col DSN, poi, abbassandosi rispetto all'orizzonte Terra/Marte si è appoggiato agli orbiter.
Una curiosità: una sorta di "upgrade" software è stata operata anche su MRO affinché fosse in grado e pronta a supportare la comunicazione con Perseverance(in UHF).

In questi post abbiamo sin'ora un po' raccontato delle informazioni trasmesse da Perseverance, in particolare per le vicissitudini di Ingenuity, ma questa attività, per essere ancor più apprezzata, forse dev'essere meglio contestualizzata: i passaggi degli orbiter vengono infatti ottimizzati perché la loro attenzione, come scritto, dev'esser dedicata anche agli altri rover.
Curiosity e InSight sono tra loro relativamente vicini quindi gli orbiter riescono spesso a "vederli" insieme mentre per Perseverance è un pochino più laborioso trovandosi in una zona più remota.
MAVEN invece, avendo un'orbita più ampia rispetto alle altre sonde, riesce a volte ad avere visibilità diretta sui tre rover durante un sorvolo.
Se si dà un'occhiata nei post precedenti si trovano immagini acquisite proprio da sonde diverse.

Foto Utentesetteali, sono andato a recuperare qualche informazione perché non ricordavo alcuni dettagli e volevo evitare di riportare inesattezze ma in sostanza le cose stanno così.
Se ci sono incongruenze o peggio errori, segnalate per favore.

Comunque una cosa è certa, dietro alle informazioni che ci propongono c'è davvero un gran lavoro e una notevole complessità.

Saluti
W - U.H.F.
Avatar utente
Foto UtenteWALTERmwp
25,3k 4 8 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 7516
Iscritto il: 17 lug 2010, 18:42
Località: le 4 del mattino

0
voti

[38] Re: Perseverance è su Marte

Messaggioda Foto Utentesetteali » 10 mag 2021, 17:37

Ti ringrazio Foto UtenteWALTERmwp sei stato molto chiaro, chiaro per le poche righe, perché da quanto mi par di capire non è una cosa semplicissima da descrivere e figuriamoci da essere attuata.
Non credevo che fosse così complessa la comunicazione , la davo quasi per scontato una cosa molto semplice anche se elaborata.
Alex
Cerco Condensatori Variabili
https://www.facebook.com/Elettronicaeelettrotecnica
Il Mercatino di EY
<< vedi di pigliare arditamente in mano, il dizionario che ti suona in bocca,
se non altro è schietto e paesano.
(Giuseppe Giusti) <<
Avatar utente
Foto Utentesetteali
8.355 5 5 8
Master
Master
 
Messaggi: 4304
Iscritto il: 15 dic 2013, 21:09

4
voti

[39] Re: Perseverance è su Marte

Messaggioda Foto UtenteWALTERmwp » 6 giu 2021, 17:07

Aggiorniamo il thread col sesto volo di Ingenuity, 'stavolta qualche patema c'è stato.

Infatti, il 22 Maggio 2021(Sol 91) ha eseguito il compitino alzandosi dal suolo marziano, riservandosi però di regalare al JPL il timore di poterlo perdere, cosa che forse, se possibile, ha valorizzato ancor più l'ingegnerizzazione del sistema.

L'obiettivo operativo assegnato all'elicottero era la gestione(interpretazione) delle immagini stereo acquisite in tempo reale nella esecuzione d'un piano di volo a 10 metri di quota traslando per 150 metri(verso sud-ovest) alla velocità di 4 m/s, poi per 15 metri a sud e infine a nord-est per atterrare dopo 50 metri.
Può sembrare cosa da poco ma impegna il velivolo puntando ai limiti della sua autonomia.

Però, nel corso dei primi 150 metri si sono manifestate delle anomalie.
La telemetria testimonia variazioni di velocità e oscillazioni oltre i 20 gradi, come non erano mai state osservate.
Una precaria stabilità che però non gli ha impedito di completare il percorso programmato.
Il fatto è che in queste condizioni i consumi d'energia aumentano riducendo la disponibilità utile al compimento della missione, col rischio non tanto remoto di dover atterrare in un punto non previsto e sfavorevole e per questo con esiti del tutto imprevisti e infausti.

Ingenuity dispone d'una IMU(Inertial Measurement Unit), un dispositivo elettronico tramite il quale rileva variazioni di velocità e angoli di rotazione, che utilizza per dedurre la propria posizione e orientamento(qui, su EY, diversi ci avranno avuto a che fare per stabilizzare un dispositivo mobile al suolo se non un drone).
Però, affidarsi alla sola IMU significherebbe perdere la "rotta" perché i piccoli e inevitabili errori, sommandosi nel tempo, porterebbero a compiere un grande errore nel posizionamento.
Per contenere queste derive, i riferimenti vengono regolarmente aggiornati elaborando quanto restituisce la telecamera di navigazione(navcam).

La navcam scatta 30 immagini al secondo della superficie marziana e le passa direttamente al sistema di navigazione che le analizza a partire dal riferimento cronologico, o marca temporale(timestamp); confronta quindi quel che ha visto con la previsione stimata sull'analisi di quelle catturate poco prima.
L'algoritmo, basandosi sulle eventuali differenze tra la posizione stimata e quella effettiva di particolari presenti sulla superficie, rettifica la posizione presunta, la velocità e l'assetto.

Dopo circa 50 secondi dalla partenza pare che tutto questo sia stato messo duramente alla prova per un inconveninete relativo alla trasmissione delle immagini dalla navcam.
La conseguenza è stata che una immagine è andata persa e i timestamp delle altre sono risultati alterati.
Da quel momento il sistema di navigazione si è trovato evidentemente ad inseguire incongruenze rettificando continuamente i parametri di volo.
Quanto accaduto è stato prima osservato nei numeri e poi nel filmato del volo.
Hanno dedotto che l'atterragio sia avvenuto entro i 5 metri dal punto previsto, lasciando Ingenuity incolume.
Il risultato positivo della gestione automatica d'una sorta di degrado degli "input" sembrerebbe essere anche conseguenza del fatto che i margini di stabilità concessi sono abbastanza generosi(non so quanto, occorre il riferimento)(il link).

Ecco, il rischio che Ingenuity si possa ritrovare a scattare immagini del cielo invece che del suolo non è poi così remoto.
Penso che i complimenti vadano ai firmwaristi !
Da "Marte", per ora, è tutto.

Saluti

p.s.
il video della parte finale d'un volo scomposto, terminato con la discesa.
W - U.H.F.
Avatar utente
Foto UtenteWALTERmwp
25,3k 4 8 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 7516
Iscritto il: 17 lug 2010, 18:42
Località: le 4 del mattino

2
voti

[40] Re: Perseverance è su Marte

Messaggioda Foto UtenteWALTERmwp » 6 giu 2021, 22:05

Il settimo volo è prossimo.
Si tratterà però del secondo che avrà come destinazione un punto di ammartaggio diverso da quello di partenza e del quale Ingenuty non ha preso visione in una precedente perlustrazione.
Al JPL però non vanno proprio alla "cieca".
Per individuare il nuovo "aereoporto" la squadra che gestisce l'elicottero si è avvalsa del contributo della telecamera HiRISE di MRO.
Infatti, interpretando le immagini messe a disposizione riescono a stabilire se una zona è sufficientemente piana e priva di particolari ostacoli.
Il piano di volo prevede uno spostamento di circa 106 metri verso sud ma questa volta, per l'acquisizione di tutte le informazioni, si dovranno attendere i tre giorni successivi alla missione.

Saluti
W - U.H.F.
Avatar utente
Foto UtenteWALTERmwp
25,3k 4 8 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 7516
Iscritto il: 17 lug 2010, 18:42
Località: le 4 del mattino

PrecedenteProssimo

Torna a Magazine: notizie, presentazioni, annunci e molto altro

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 8 ospiti