Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Triplicatore di velocità

Allestimenti, motori, impianti elettrici ed elettronici sulle automobili

Moderatore: Foto UtenteFranco012

0
voti

[1] Triplicatore di velocità

Messaggioda Foto UtenteSeL » 14 apr 2021, 12:29

Buongiorno,
desidererei sottoporre al Vostro autorevole giudizio, il disegno di un triplicatore di velocità in modo che possiate valutarne le potenzialità.
L'obiettivo di questo sistema è quello di triplicare il numero di giri di un asse di trasmissione senza decrementarne la potenza trasmessa, oppure applicando un riduttore, lasciarne invariato il numero dei giri e triplicarne la potenza. In questo secondo caso, per i mezzi con propulsione elettrica, una parte della potenza ottenuta può essere destinata alla propulsione e quella restante può essere impiegata per azionare un generatore di corrente in modo da rendere il mezzo energeticamente autosufficiente.
Il principio di questo sistema consiste nel sommare la velocità di.due forze uguali ed opposte (ingranaggi B e C) tramite l'ingranaggio D e di trasferirla ad un terzo ingranaggio (ingranaggio E) che rappresenta la parte terminale del sistema di trasmissione.
Il sistema è modulare, possiamo quindi collegare tra loro più sistemi (standard e/o con riduttore), in modo da ottenere il numero di giri e/o la potenza che ci interessa.
I settori di utilizzo di questo sistema possono essere i più vari, propulsione elettrica per sommergibili, aerei, elicotteri, auto.
In attesa di una Vostra cordiale risposta, porgo distinti saluti.

Sergio Ezio Sparpaglia
Allegati
Speed triplicator drawing.jpg
Disegno triplicatore di velocità
Avatar utente
Foto UtenteSeL
5 2
 
Messaggi: 11
Iscritto il: 26 set 2020, 5:10

1
voti

[2] Re: Triplicato di velocità

Messaggioda Foto UtentePietroBaima » 14 apr 2021, 12:36

SeL ha scritto:L'obiettivo di questo sistema è quello di triplicare il numero di giri di un asse di trasmissione senza decrementarne la potenza trasmessa, oppure applicando un riduttore, lasciarne invariato il numero dei giri e triplicarne la potenza.

Eh, piacerebbe a tutti...
Puoi farlo accumulando energia e utilizzandola tutta insieme, quindi puoi aumentare la potenza a parità di energia solo per un tempo limitato (e con perdite enormi).

SeL ha scritto:In questo secondo caso, per i mezzi con propulsione elettrica, una parte della potenza ottenuta può essere destinata alla propulsione e quella restante può essere impiegata per azionare un generatore di corrente in modo da rendere il mezzo energeticamente autosufficiente.

Purtroppo hai sbagliato universo. In questo universo questo non è consentito.

SeL ha scritto:Il principio di questo sistema consiste nel sommare la velocità di.due forze uguali ed opposte (ingranaggi B e C) tramite l'ingranaggio D e di trasferirla ad un terzo ingranaggio (ingranaggio E) che rappresenta la parte terminale del sistema di trasmissione.
Il sistema è modulare, possiamo quindi collegare tra loro più sistemi (standard e/o con riduttore), in modo da ottenere il numero di giri e/o la potenza che ci interessa.
I settori di utilizzo di questo sistema possono essere i più vari, propulsione elettrica per sommergibili, aerei, elicotteri, auto.

Quello che chiedi non è fattibile QUALUNQUE sistema fisico tu possa immaginare.

SeL ha scritto:In attesa di una Vostra cordiale risposta, porgo distinti saluti.

Sergio Ezio Sparpaglia

La mia risposta può essere cordiale, quella della fisica no. :D

Quello che proponi mi sembra simile ad un ruotismo epicicloidale, che funziona in modo particolare, ma dal punto di vista fisico è un meccanismo che permette di cambiare la velocità o la coppia trasmessa, ma non la potenza che, se il sistema fosse ideale, sarebbe pari, in uscita, a quella in entrata. Per l’inevitabile presenza degli attriti in uscita si otterrà una potenza minore di quella in entrata.
Per accumulare energia (e quindi per aumentare temporaneamente la potenza in uscita) serve un sistema di accumulo, sia esso elettrico o meccanico o combinato.
In ogni caso non puoi aumentare la potenza in uscita per un tempo indefinito e non puoi certamente utilizzare un generatore di qualche tipo per alimentare un motore elettrico, prendendo energia dal movimento.

Ciao
Pietro
Generatore codice per articoli:
nomi
emoticon
citazioni
formule latex
Avatar utente
Foto UtentePietroBaima
83,4k 7 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 10825
Iscritto il: 12 ago 2012, 1:20
Località: Londra

0
voti

[3] Re: Triplicatore di velocità

Messaggioda Foto UtenteJAndrea » 14 apr 2021, 12:45

L'obiettivo di questo sistema è quello di triplicare il numero di giri di un asse di trasmissione senza decrementarne la potenza trasmessa, oppure applicando un riduttore, lasciarne invariato il numero dei giri e triplicarne la potenza

Ahimè, non essendoci dispositivi nella catena in grado di cedere a assorbire energia, la potenza in ingresso e uscita dovrà essere la stessa (meno le perdite nel dispositivo). Come ? Se tu vuoi aumentare il numero di giri di un fattore 3, inevitabilmente la coppia in uscita sarà più piccola almeno 1/3( più altre perdite per attriti interni) ...
Puoi costruirlo con cinghie, ingranaggi o chissà quali altri diavolerie, ma in ogni caso non potrà far miracoli renderà comunque meno di 1, a quel punto meglio installare se possibile un motore con la giusta velocità...
Avatar utente
Foto UtenteJAndrea
3.537 3 6 9
Master
Master
 
Messaggi: 1912
Iscritto il: 16 giu 2011, 15:25
Località: Rovigo

0
voti

[4] Re: Triplicatore di velocità

Messaggioda Foto Utentestefanopc » 14 apr 2021, 13:08

Se hai presente le leve gli ingranaggi funzionano sullo stesso principio.
La potenza trasferita rimane la stessa.
Cambia la coppia e il numero di giri ma non la potenza.
Come nei trasformatori cambia tensione e corrente ma la potenza al massimo diminuisce
a causa del rendimento.
Di sicuro non aumenta.
Ciao
600 Elettra
Avatar utente
Foto Utentestefanopc
4.603 2 5 12
Master
Master
 
Messaggi: 1457
Iscritto il: 4 ago 2020, 9:11

0
voti

[5] Re: Triplicatore di velocità

Messaggioda Foto UtenteSeL » 15 apr 2021, 13:38

Buongiorno, Vi ringrazio per le Vostre risposte, mi serviranno per documentarmi, cercare altre soluzioni e magari chissà in un futuro spero non molto lontano, proporvi qualcosa di più interessante.
Ciao a tutti.
Avatar utente
Foto UtenteSeL
5 2
 
Messaggi: 11
Iscritto il: 26 set 2020, 5:10

1
voti

[6] Re: Triplicatore di velocità

Messaggioda Foto UtentePietroBaima » 15 apr 2021, 13:43

Prego.
Posso consigliarti un libro di termodinamica?
Generatore codice per articoli:
nomi
emoticon
citazioni
formule latex
Avatar utente
Foto UtentePietroBaima
83,4k 7 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 10825
Iscritto il: 12 ago 2012, 1:20
Località: Londra

0
voti

[7] Re: Triplicatore di velocità

Messaggioda Foto Utentelelerelele » 16 apr 2021, 8:56

SeL ha scritto:L'obiettivo di questo sistema è quello di triplicare il numero di giri di un asse di trasmissione senza decrementarne la potenza trasmessa

Quindi potenza costante, quindi a perdite zero, è un po difficile da ottenere ma se ne può parlare.

SeL ha scritto:lasciarne invariato il numero dei giri e triplicarne la potenza.
qua siamo fuori da tutti i canoni.


non hai mai sentito parlare della celebre frase...

nulla si crea, nulla si distrugge


saluti.
Avatar utente
Foto Utentelelerelele
2.767 3 7 9
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 3157
Iscritto il: 8 giu 2011, 8:57
Località: Reggio Emilia


Torna a Autovetture, motori endotermici ed elettronica relativa

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti