Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Kenwood cooking chef: non si accende

Tecniche per la costruzione e la riparazione di apparecchiature elettriche e non. Ricerca guasti. Adattamenti e riutilizzazioni

Moderatore: Foto Utentestefanob70

1
voti

[31] Re: Kenwood cooking chef: non si accende

Messaggioda Foto Utenteclaudiocedrone » 3 feb 2021, 2:25

elektronik ha scritto: ...qualcosa che potrebbe aiutarti...
Ma forse anche no... beh i punti salienti sono che uno lamenta che l'integrato gli funziona bene con 127 V in ingresso e invece con 230 V dopo un po' si spegne, l'altro gli dice che parrebbe un intervento della protezione termica e gli consiglia di monitorarne la temperatura al che il primo replica che lo ha fatto e l'integrato rimane freddo e poi dice che parrebbe aver risolto il problema riducendo (di poco) rispetto al settaggio precedente il valore del resistore "superiore" del partitore di regolazione il quale dovrebbe corrispondere a R71 e R72 dello schema ricavato da Foto Utentenicsergio.
"Non farei mai parte di un club che accettasse la mia iscrizione" (G. Marx)
Avatar utente
Foto Utenteclaudiocedrone
17,0k 4 7 9
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 11839
Iscritto il: 18 gen 2012, 13:36

1
voti

[32] Re: Kenwood cooking chef: non si accende

Messaggioda Foto Utenteboiler » 3 feb 2021, 13:51

nicsergio ha scritto:Su C39 ho 0V, così come ai capi di S2.

Quindi abbiamo due possibilità (in realtà di piú, ma le altre sono abbastanza remote):
- o il circuito non oscilla
- o D11 è interrotto

D11 è abbastanza facile da verificare.
Le tensioni sugli avvolgimenti sono difficili da misurare: sono forme d'onda strane e a frequenze ben oltre i 50 Hz. A dipendenza del multimetro che hai e del range in cui lo usi rischi di vedere degli artefatti non corrispondenti al vero.

Su C42/C56 ho 4.99V, e ciclicamente, ogni circa 5 secondi, sale un attimo a 5.4V per poi tornare stabile a 4.99V.
Ai capi di S1 però ho sempre 0V, qui faccio fatica a capire: vorrebbe dire che la tensione viene dal pin di bypass ed attraverso R73 raggiunge i condensatori, rientrando tramite il partitore sul pin di feedback?


La tua analisi è probabilmente corretta, se si calcola il partitore resistivo che viene a formarsi si ottengono esattamente le tensioni che vedi sul pin di feedback.

Resta da chiedersi cos'è quella specie di oscillazione che vedi.
Potrebbe essere l'IC che esce dalla protezione quando FB sale sopra gli 0.8 V, ma il tempo che ci mette C42 a caricarsi attraverso R73 è nell'ordine di grandezza dei ms, non di 5 secondi.
Sembrerebbe proprio essere l'IC ad essere difettoso.

Come già detto in precedenza, io investirei 2 euro (tanto costa) e lo sostituirei.
Leggo però che non hai esperienza con le saldature SMD. Hai un amico, parente, conoscente smanettone al quale offrire una birra in cambio di una saldatura?
O vuoi provarci? Come detto non è difficile.

Boiler
Avatar utente
Foto Utenteboiler
18,3k 5 7 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 3388
Iscritto il: 9 nov 2011, 12:27

0
voti

[33] Re: Kenwood cooking chef: non si accende

Messaggioda Foto Utentenicsergio » 3 feb 2021, 22:15

Grazie Foto Utenteboiler,

il diodo D11 avevo provato a verificarlo, ma senza successo, Foto Utenteelektronik dice che devo dissaldarlo e testarlo perché potrebbe essere interrotto, posso partire da qui: un diodo è più semplice, se D11 è a posto ordino l'integrato e provo a cimentarmi, tanto la destinazione della scheda è il bidone comunque, almeno faccio un po' di pratica: ho provato a chiedere a qualche amico, ma l'abilità di saldatura SMD è pari alla mia :(

Hai qualche dritta da darmi per la dissaldatura e successiva saldatura con l'uso della pistola ad aria calda? Quel componente è bello circondato di roba..
εïз
Avatar utente
Foto Utentenicsergio
2.017 1 6 13
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 246
Iscritto il: 1 gen 2020, 16:42

1
voti

[34] Re: Kenwood cooking chef: non si accende

Messaggioda Foto Utenteclaudiocedrone » 3 feb 2021, 22:38

Nastro in kapton per mascherare tutto ciò che c'è intorno al chip da dissaldare.
"Non farei mai parte di un club che accettasse la mia iscrizione" (G. Marx)
Avatar utente
Foto Utenteclaudiocedrone
17,0k 4 7 9
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 11839
Iscritto il: 18 gen 2012, 13:36

1
voti

[35] Re: Kenwood cooking chef: non si accende

Messaggioda Foto Utenteelektronik » 3 feb 2021, 22:42

nicsergio ha scritto:Hai qualche dritta da darmi per la dissaldatura e successiva saldatura con l'uso della pistola ad aria calda? Quel componente è bello circondato di roba..

scusa se non ti ho risposto prima ma la sera arrivo tardi e fino a che ho mangiato qualcosa e risolto ad alcune cose do un ochiata al forum.
Potresti prendere una tronchesina, meglio un trapanino con disco per taglio e con calma cerchi di tagliare sulla parte superiore uno ad uno i piedini dell'integrato per poi toglierli con una pinzetta riscaldandoli con la punta di un saldatore, per quando riguarda l'integrato nuovo, non dovresti avere problemi a risaldarlo, basta che ripulisci per bene le piazzole.
Se quell'integrato non oscilla ho imparato un'altra cosa che serve a migliorare.
Avatar utente
Foto Utenteelektronik
6.130 4 6 7
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 3086
Iscritto il: 12 mag 2015, 22:26

1
voti

[36] Re: Kenwood cooking chef: non si accende

Messaggioda Foto Utenteluxinterior » 4 feb 2021, 9:43

Anche io userei la tecnica suggerita da elektronik
Se cerchi di toglierlo con pistola ad aria calda devi proteggere molto bene tutto il contorno o rishci di fare un danno.
Io uso un cutter da un lato solo dell'integrato. Con calma incidi i 4 pin vicino al corpo dell' integrato
Quando hai fatto un lato con delicatezza sollevi il corpo e lo mouovi in modo da spezzare i pin dall'altro lato
Tolto il corpo dell'integrato diventa facile ripulire le piazzole.
A dirla tutta un 8pin lo potresti togliere semplicemente con stagnatore coprendo di stagno i pin e scaldando rapidamente da una parte e dall'altra. Però se non hai esperienza rischi di portare via qualche piazzola.
Meglio la tecnica a freddo del cutter.
Avatar utente
Foto Utenteluxinterior
3.063 2 4 8
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 1810
Iscritto il: 6 gen 2016, 17:48

2
voti

[37] Re: Kenwood cooking chef: non si accende

Messaggioda Foto Utenteboiler » 4 feb 2021, 10:54

No, la tecnica a freddo è quanto di peggio ci sia. È una tecnica da Youtubbari smanettoni con un background in Arduinismo.

Con il tronchesino (ma anche con il dremel) si impone un notevole sforzo meccanico sulle piazzole, che sono solo incollate sul substrato di FR-4.
Il susseguente riscaldamento per asportare il rimasuglio di pin ci dà il resto e la piazzola si stacca.

L'aria calda è molto piú delicata, la sollecitazione è solo termica, ma sia i componenti che la scheda la sopportano bene (sono già passati in un forno reflow), a patto di non starci mezz'ora.

Si può sicuramente proteggere il resto usando delle strisce di carta stagnola fissate con il già citato Kapton.
La carta stagnola deflette l'aria calda e per le sue caratteristiche termiche evita il surriscaldamento di quanto ci sta sotto.

E non preoccupatevi che resistori e condensatori non volano via: lo stagno fuso fa "effetto ventosa" e li tiene ben posizionati sulle piazzole. A patto di non usare la turbina di un elicottero per produrre il flusso d'aria.

Il flussante in fase di distacco non serve.
Si scalda con un flusso d'aria moderato ma a temperatura alta. Non avere paura di impostare la pistola a 500°C o giú di lì.
Questa è la temperatura dell'aria, non quella dei componenti.
Il trasferimento di calore dall'aria al componente è inefficiente e la temperatura di quest'ultimo salirà lentamente (se tieni la pistola a 300°C, che basterebbero per sciogliere lo stagno, ci mette un'eternità e il tuo componente passera una decina di minuti a temperature oltre i 150°C, questo sì che non gli fa bene).

Durante questa operazione tieni dolcemente il componente in una pinzetta e NON tirare. Questi packages pesano una decina di milligrammi! Non ci vuole forza per sollevarlo, la forza fa solo danni.
Devi semplicemente sentire quando lo stagno è fuso. A quel punto il componente si stacca senza sforzo e senza far danni.

Adesso pulisci i pad con della trecciola e un normale saldatore.
Anche qui, NON è la spugnetta Vileda per pulire la pirofila incrostata con i resti delle lasagne domenicali.
Spingi la trecciola sulla piazzola con il saldatore, ma non strofinare.
Non serve che la piazzola sia vergine, basta che non ci siano montagnette di stagno.

Per saldare il componente nuovo:
- con il saldatore metti un po' di stagno su una piazzola in un angolo del package
- con la pinzetta metti in posizione il componente (che starà storto per lo spessore maggiore della piazzola stagnata)
- continuando a tenerlo con la pinzetta, riporta in gioco il saldatore e ri-fondi lo stagno su quella piazzola, incollando così il componente (se non lo tieni con la pinzetta il componente rimarrà attaccato alla punta del saldatore)
- ora hai il componente fissato in posizione e puoi saldare gli altri pin con stagno fresco, partendo da quello nell'angolo opposto
- alla fine ri-fondi per un'ultima volta il pad che hai usato per l'"incollaggio", apportando un po' di stagno fresco o aggiungendo un po' di flussante

L'ultimo passaggio è necessario perché con questa tecnica attacchi (evito il verbo saldare in questo contesto) il pin al pad con stagno ormai privo di flussante. Questo provoca una saldatura che può contenere strati di ossido e quindi non essere né meccanicamente né elettricamente sana. L'ultima fusione con apporto di flussante (o di stagno fresco che lo contiene nell'anima) riduce questi ossidi e trasforma l'incollatura in una saldatura.

Piú tardi, se trovo il tempo, ti mando un paio di foto.

Boiler
Avatar utente
Foto Utenteboiler
18,3k 5 7 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 3388
Iscritto il: 9 nov 2011, 12:27

0
voti

[38] Re: Kenwood cooking chef: non si accende

Messaggioda Foto Utenteluxinterior » 4 feb 2021, 11:09

No, la tecnica a freddo è quanto di peggio ci sia. È una tecnica da Youtubbari smanettoni con un background in Arduinismo.

dell'arduinista ancora non me lo aveva mai dato nessuno....:D :D :D :D :D

Ognuno ha le sue Boiler io sono convinto che con un ugello dello sverniciatore finisce per sciogliere qualche plastica e per cucinare irrimediabilmente il solder PCB.
No tronchesino che sforza il pin ma con la lama del cutter delicatamente
"Sta mano po esse fero e po esse piuma" cit. Mario Brega
Avatar utente
Foto Utenteluxinterior
3.063 2 4 8
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 1810
Iscritto il: 6 gen 2016, 17:48

0
voti

[39] Re: Kenwood cooking chef: non si accende

Messaggioda Foto Utenteboiler » 4 feb 2021, 11:13

luxinterior ha scritto:No tronchesino che sforza il pin ma con la lama del cutter delicatamente

È comuqnue qualcosa che si fa strada attraverso il pin deformandolo.
Il discorso non cambia.

Tutte le plastiche sul PCB hanno già visto i 260°C del picco di reflow.
Non ci serve portare il PCB a quella temperatura, smetteremo molto prima.

Boiler
Avatar utente
Foto Utenteboiler
18,3k 5 7 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 3388
Iscritto il: 9 nov 2011, 12:27

0
voti

[40] Re: Kenwood cooking chef: non si accende

Messaggioda Foto Utenteluxinterior » 4 feb 2021, 12:02

È comuqnue qualcosa che si fa strada attraverso il pin deformandolo.

No non laterale ma dall'alto agendo piano piano giusto dove il pin entra nel corpo dell'integrato.
L'ho fatto diverse volte e giuro non su schede arduino
Ho staccato anche dei 20pin TSSOP in quel modo e ti assicuro che non ho avtuo nessun problema.

E' chiaro l'aria calda è nettamente migliore ma se uso uno sverniciatore e non ho esperienza ci sono buone probabilità di fare danni.
Avatar utente
Foto Utenteluxinterior
3.063 2 4 8
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 1810
Iscritto il: 6 gen 2016, 17:48

PrecedenteProssimo

Torna a Costruzione, riparazione, riutilizzo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 8 ospiti