Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Normativa relativa punto ricarica auto posto privato

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto UtenteMike, Foto UtenteMASSIMO-G, Foto Utentesebago, Foto Utentelillo

0
voti

[11] Re: Normativa relativa punto ricarica auto posto privato

Messaggioda Foto Utentegianry » 25 set 2023, 13:52

Mike ha scritto: Attraversando un ambiente a maggior rischio in caso d'incendio (l'autorimessa), l'intervento va prima progettato, .


nel mio caso sono cavidotti interrati e non c'è passaggio in autorimesse . In tal caso devo solo consentire che gli altri possano sfruttare tale cavidotto se ho capito bene.
Avatar utente
Foto Utentegianry
28 3
New entry
New entry
 
Messaggi: 68
Iscritto il: 22 set 2007, 0:10

0
voti

[12] Re: Normativa relativa punto ricarica auto posto privato

Messaggioda Foto UtenteMike » 25 set 2023, 14:55

gianry ha scritto:nel mio caso sono cavidotti interrati e non c'è passaggio in autorimesse . In tal caso devo solo consentire che gli altri possano sfruttare tale cavidotto se ho capito bene.


Se il cavidotto interrato non transita nell'autorimessa (o non ci sono pozzetti), riguarda solo la conduttura, in ogni caso, la stazione di ricarica, mi sembrava di aver capito, verrebbe installata nel box auto o posto auto privato dell'autorimessa. Ad ogni modo, se invece la stazione di ricarica è posizionata all'esterno e non si attraversano luoghi a maggior in caso d'incendio, il progetto è sempre obbligatorio, solo che se la fornitura è <= 6 kW il progetto può essere redatto dal RT installatore, altrimenti da professionista iscritto albo.
Il cavidotto condominiale, essendo tale, dovrebbe essere disponibile per tutti i condomini che vorrebbero fare la stessa cosa.
--
Michele Lysander Guetta
--
"Non pensare mai al dolore, al pericolo o ai nemici un momento più lungo del necessario per combatterli." — Ayn Rand
Avatar utente
Foto UtenteMike
53,6k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 15493
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

0
voti

[13] Re: Normativa relativa punto ricarica auto posto privato

Messaggioda Foto Utentesonusfaber » 29 set 2023, 0:01

Leggo solo ora il quesito.
Posso rispondere per quanto riguarda il mio caso, poco dissimile.

Allorchè mi è stata data una automobile aziendale elettrica e non essendoci alcun punto pubblico di ricarica in zona nel raggio di diversi km... ho dovuto provvedere.
L'azienda mi ha fornito la wallbox, ma l'installazione era a mio totale carico.
ho chiesto all'amministratore come comportarmi il quale mi disse (un anno e mezzo fa circa):
si faccia fare un progetto di massima dal suo installatore, dove si di evidenza di cosa deve fare, perché, come lo fa etc. etc.
Nel mio caso si trattava di portare corrente dal quadro contatori al mio box, passando qua e la per le parti comuni.
Consegnai il progetto di massima all'amministratore, il quale mi disse: se ha fretta chiamo una assemblea strordinaria (a mie spese), se no la mettiamo all'ordine del giorno della prima utile e così ho fatto.
L'amministratore esordì in assemblea dicendo che questa opera NON poteva essere negata, ma l'assemblea poteva esprimersi su come eseguire le opere.
nel progetto c'era la stesura di un nuovo cavidotto a me dedicato, così disse l'elettricista, per non rompere le scatole alle canali condominiali.
Ma l'assemblea mi chiese: perché non passa nelle condutture esistenti? e risposi perché i miei cavi ci stavano, forse anche quelli di un secondo condomino, ma non tutti.

Morale mi vietarono di posare altre canali e mi chiesero di passare in quella esistente condominiale siccome per il momento era sufficiente, specificando che ulteriori future richieste sarebbero state valutate all'occorrenza.
Così mi sono pure risparmiato 15 metri di canala nuova.

Tutto verbalizzato, decisione unanime.

Insomma è un po' come l'impianto fotovoltaico individuale sul tetto condominiale: non può essere negato, ma l'assemblea può chiedere che venga realizzato in un modo piuttosto che in un altro.
Avatar utente
Foto Utentesonusfaber
75 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 116
Iscritto il: 8 gen 2015, 1:49

0
voti

[14] Re: Normativa relativa punto ricarica auto posto privato

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 29 set 2023, 8:35

Io sono stato fortunato perché ho posato la mia linea di ricarica nel lontano 2013.

Allora la normativa era poco definita, ma fu emanato il "decreto Monti" (non ricordo più il nome specifico) che diceva che NON era necessaria un'autorizzazione condominiale MA andava avvisato l'amministratore 3 mesi prima, perché lui aveva facoltà nei 3 mesi di indire assemblea per decidere, eventualmente, come realizzare l'opera, o meglio l'assemblea poteva decidere, per esempio, di voler realizzare un'infrastruttura condominiale, una sorta di predisposizione, e io avrei dovuto in tal caso usare la parte comune dell'infrastruttura.
Siccome allora non interessava a nessuno l'assemblea non ci fu, e io feci installare la linea da elettricista qualificato.
Non so se fu lui a sbagliare o se la norma era poco chiara, ma non dovetti pagare niente per aggiornare il CPI. Probabilmente fui fortunato perché il nostro CPI condominiale era scaduto (...), e successivamente alla posa della mia linea abbiamo speso un bel po' di soldi per rifarlo, ma a quel punto la linea (regolarmente asservita allo sgancio condominiale dei VVFF) ci "entrò" gratuitamente.

A parte i consigli tecnici (e competenti) di Mike posso quindi darti questi consigli pratici.
- informati (forse Mike lo sa) se, come credo, vale ancora il fatto che basta comunicazione e non serve "autorizzazione condominiale", ci sono anche forum e gruppi facebook dedicati ai veicoli elettrici
- avvisa l'amministrazione via raccomandata delle tue intenzioni
- se hai il contatore accessibile evita le proposte che fanno spesso gli amministratori di installare una infrastruttura comune con contabilizzazione dell'energia prelevata, che comporterebbe costi maggiori sia del kWh sia per la gestione
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
32,2k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 8674
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

0
voti

[15] Re: Normativa relativa punto ricarica auto posto privato

Messaggioda Foto UtenteMike » 29 set 2023, 11:30

sonusfaber ha scritto:Insomma è un po' come l'impianto fotovoltaico individuale sul tetto condominiale: non può essere negato, ma l'assemblea può chiedere che venga realizzato in un modo piuttosto che in un altro.


Esatto.
--
Michele Lysander Guetta
--
"Non pensare mai al dolore, al pericolo o ai nemici un momento più lungo del necessario per combatterli." — Ayn Rand
Avatar utente
Foto UtenteMike
53,6k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 15493
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

1
voti

[16] Re: Normativa relativa punto ricarica auto posto privato

Messaggioda Foto UtenteGioArca67 » 29 set 2023, 14:39

Sinceramente questo orientamento è poco chiaro.
Che significato ha dire che l'assemblea decide il modo in cui può essere realizzato un intervento fra l'altro di carattere tecnico?
Nessuno.
Non ha le competenze per poterlo fare.
Cioè per esempio l'assemblea dice dove o come far passare un cavo?
Fuori da ogni criterio.
Ma anche se non fosse di carattere tecnico.
Art. 1102 c. c.
Ciascun partecipante può servirsi della cosa comune, purché non ne alteri la destinazione e non impedisca agli altri partecipanti di farne parimenti uso secondo il loro diritto(1). A tal fine può apportare a proprie spese le modificazioni necessarie per il miglior godimento della cosa(2).


Il codice civile è molto chiaro in proposito all'uso della cosa comune. Non serve alcuna autorizzazione per l'uso della cosa comune.... e nemmeno per un uso più intenso.
Importante che non cambi destinazione d'uso.

Esempio:
Il condomino lascia abitualmente le scarpe fuori la porta sul pianerottolo.
Non si può fare in quanto cambia la destinazione d'uso del pianerottolo (non è un "magazzino" né luogo per mettere armadi).

Esempio:
Nel locale contatori aggiungo un interruttore per proteggere una nuova linea verso la cantina.
Nessuno può sentenziare né devo chiedere autorizzazione, lo faccio e basta.

Esempio:
Disegno nel corsello box delle frecce ad indicare la direzione stabilità nel regolamento di condominio perché mio figlio si sbaglia sempre.
Nessuno può sentenziare né devo chiedere autorizzazione se fatto a mie spese.

Un muro è tradizionalmente usato per porvi (all'interno o all'esterno dello stesso) condutture, non ne cambio destinazione d'uso. Posso farlo come mi pare.
Se è un muro di facciata passo esternamente e non vi sono già altre condutture o tubazioni allora devo chiedere permesso in quanto modifico il decoro dell'edificio (che è bene tutelato), ma se già vi fossero e le faccio similari nessuno può obiettare, idem se passassi sottotraccia.

Posso tranquillamente usare il sottosuolo e metterci una mia conduttura, nessuno può sentenziare.

Se non vi sono requisiti particolari e le alternative sono molteplici allora, volendo per gentilezza (!!!), si può far intervenire l'assemblea.

Ora la posa di una condutture ove ne è già presente un'altra non è sicuramente soggetta ad approvazione, tanto vale (a parte casi particolari) anche se non c'è.

Fra l'altro, nonostante tutto, provate ad opporvi ad un cavo d'antenna calato addirittura in facciata...
Avatar utente
Foto UtenteGioArca67
3.387 4 5 9
Master
Master
 
Messaggi: 3260
Iscritto il: 12 mar 2021, 9:36

0
voti

[17] Re: Normativa relativa punto ricarica auto posto privato

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 29 set 2023, 15:57

"in un modo o nell'altro" nel caso delle infrastrutture di ricarica vuol dire che l'assemblea ha 3 mesi per eventualmente deliberare di fare una infrastruttura unica e condominiale.

Quindi... ammesso che tu abbia ragione puoi pure farti la tua linea ma pagheresti due volte. E comunque ritornando al mio caso: nel corsello box prima c'erano poche condutture e corte (principalmente le alimentazioni dei corpi illuminanti).
Io ho tirato un cavo lungo circa 30 metri, dal mio contatore al mio box che è abbastanza distante. Se ognuno tirasse il suo sarebbe uno schifo e probabilmente il numero di incroci renderebbe poco fattibile il tutto. Se l'assemblea avesse voluto avrebbe potuto decidere per una infrastruttura comune, che magari può voler dire anche solo decidere dove far passare le canaline in modo da accorparle il più possibile, realizzando solo sostegni e struttura meccanica (e poi ognuno si tira la sua linea elettrica)
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
32,2k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 8674
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

0
voti

[18] Re: Normativa relativa punto ricarica auto posto privato

Messaggioda Foto UtenteGioArca67 » 29 set 2023, 16:39

richiurci ha scritto:Se l'assemblea avesse voluto avrebbe potuto decidere per una infrastruttura comune

Giustissimo.
Vedi che siamo allineati. Ma ciò non vuol dire che avrebbe dovuto.

Detta in altro modo: se ne parla con i condomini, si capisce l'orientamento, se c'è volontà di fare una infrastruttura comune (sia solo appunto le canalizzazioni) ok, se no... procedi.
Avatar utente
Foto UtenteGioArca67
3.387 4 5 9
Master
Master
 
Messaggi: 3260
Iscritto il: 12 mar 2021, 9:36

0
voti

[19] Re: Normativa relativa punto ricarica auto posto privato

Messaggioda Foto Utentegianry » 30 set 2023, 8:08

Qualora venisse indetta l'assemblea e non si è andrebbe oltre i 300 millesimi.
Dovrei aspettare ulteriormente ?
Avatar utente
Foto Utentegianry
28 3
New entry
New entry
 
Messaggi: 68
Iscritto il: 22 set 2007, 0:10

0
voti

[20] Re: Normativa relativa punto ricarica auto posto privato

Messaggioda Foto Utentesonusfaber » 5 ott 2023, 0:17

GioArca67 ha scritto:Sinceramente questo orientamento è poco chiaro.


Tutto cosa hai scritto non fa una piega, ma resta il fatto che, a prescindere dalla necessità "giuridica" o meno... nel momento in cui in assemblea hai esposto la cosa e l'hai portata a casa allora sei al riparo da qualsivoglia rogna futura.
Infatti ho chiaramente scritto che l'amministratore ha esordito dicendo, a lo ripeto, "... non si può impedire al condomino di fare che cosa chiede..."
Comunicare la cosa può anche non essere necessaria, ma certamente, visto che si è nel condominio, male non fa anzi....
Se poi tu dici: la Legge me lo consente... non serve dirlo a nessuno... faccio e basta...
libero di... per carità
Avatar utente
Foto Utentesonusfaber
75 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 116
Iscritto il: 8 gen 2015, 1:49

PrecedenteProssimo

Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google Adsense [Bot] e 46 ospiti