Pagina 1 di 1

Progetto illuminazione stradale

MessaggioInviato: 10 giu 2021, 15:08
da Corsari
Buongiorno per l'ampliamento di un impianto di illuminazione pubblica (si tratta di 5 pali su pubblica via) vi è qualche normativa che mi sfugge che obbliga l'impresa che fa l'intervento a redigere il progetto? A me risulta che il progetto, ai sensi del DM37/08 non è obbligatorio......

Re: PROGETTO ILLUMINAIZONE STRADALE

MessaggioInviato: 10 giu 2021, 15:20
da Goofy
Può esserci obbligo contrattuale, oppure da legge regionale.
Penso che nessuno con un po' di testa farebbe una installazione simile senza progetto.

Re: PROGETTO ILLUMINAIZONE STRADALE

MessaggioInviato: 10 giu 2021, 17:13
da Corsari
Il problema di questo progetto è che ci si deve allacciare all'ultimo palo esistente per alimentare quelli di nuova installazione. Quindi chi si prende carico del progetto deve verificare anche la linea esistente (almeno per la cdt) che ovviamente non è coperta da nessun progetto/DICO. Le solite cose da comuni ....

Re: Progetto illuminazione stradale

MessaggioInviato: 10 giu 2021, 20:42
da GioArca67
DM 37/08
Art. 1. Ambito di applicazione

1. Il presente decreto si applica agli impianti posti al servizio degli edifici, indipendentemente dalla destinazione d'uso, collocati all'interno degli stessi o delle relative pertinenze. Se l'impianto è connesso a reti di distribuzione si applica a partire dal punto di consegna della fornitura.


Quindi la pubblica illuminazione non rientra nel campo di applicazione del dm37/08 e l'installatore non può emettere DICO.

Ogni impianto elettrico deve essere realizzato a regola d'arte (l.186/68) quindi non si scappa.
L'installatore a richiesta deve rilasciare una dichiarazione di avere eseguito i lavori a regola d'arte:
Art. 1.
Tutti i materiali, le apparecchiature, i macchinari, le installazioni e gli impianti elettrici ed elettronici devono essere realizzati e costruiti a regola d’arte.

Art. 2
I materiali, le apparecchiature, i macchinari, le installazioni e gli impianti elettrici ed elettronici realizzati secondo le norme del comitato elettrotecnico italiano si considerano costruiti a regola d’arte.


Ora quindi l'installatore deve dimostrare ad es. che il cavo usato risponde ai requisiti della regola dell'arte.
Come?
Con i conti...
Cioè in definitiva ci deve essere un progetto.

Rimane da capire chi lo deve firmare.
A mio avviso solo un professionista iscritto all'albo professionale ed in via generale con le regole che suddividono gli incarichi fra ingegneri e periti professionali.

Re: PROGETTO ILLUMINAIZONE STRADALE

MessaggioInviato: 10 giu 2021, 20:47
da GioArca67
Corsari ha scritto:Il problema di questo progetto è che ci si deve allacciare all'ultimo palo esistente per alimentare quelli di nuova installazione. Quindi chi si prende carico del progetto deve verificare anche la linea esistente (almeno per la cdt) che ovviamente non è coperta da nessun progetto/DICO. Le solite cose da comuni ....


O il comune fornisce il progetto (deve lui stesso rendere conto di aver affidato i lavori a persone competenti e non aver abusato dei soldi pubblici) oppure si fa una nuova fornitura...
oppure si fa un rilievo dell'esistente