Pagina 2 di 6

Re: impianti elettrici in case prefabbricate in legno

MessaggioInviato: 31 mag 2010, 12:13
da lucab2
Mike ha scritto:
quindi secondo te, le scatole di derivazione non devono essere IP4X? quando si parla di custodie la cosa è specificata, rimarrebbero esclusi gli interruttori magnetotermici oltre i 16A e gli altri apparecchi che possono emettere scintille, ma per le condutture si chiede l' IP4x, compreso le cassette di derivazione... o no?


Sopratutto le cassette di derivazione e gli involucri in generale.
...


scusa, come avrai capito sono un po' duro di comprendonio :lol:
sul resto siamo in pratica d' accordo ma su questo punto delle scatole di DERIVAZIONE non ho capito: in un luogo marcio di ex tipo b+c, le scatole di derivazione incassate devono avere IP>=4X?

Re: impianti elettrici in case prefabbricate in legno

MessaggioInviato: 31 mag 2010, 13:05
da Mike
lucab2 ha scritto:scusa, come avrai capito sono un po' duro di comprendonio :lol:
sul resto siamo in pratica d' accordo ma su questo punto delle scatole di DERIVAZIONE non ho capito: in un luogo marcio di ex tipo b+c, le scatole di derivazione incassate devono avere IP>=4X?


Allora, io ho puntualizzato e tu hai di nuovo generalizzato :D
Ho detto una cosa diversa:

Va benissimo, devi tenere conto sopratutto del grado di protezione per pareti con classi di reazione al fuoco diversa da 0; per esempio in una parete in legno anche se trattata sarà al massimo classe 1 per cui tutto quello che è incassato su quella parete deve avere grado IP 4X (scatole o cassette), ovviamente se i componenti all'interno emettono archi o scintille.

Re: impianti elettrici in case prefabbricate in legno

MessaggioInviato: 31 mag 2010, 14:08
da lucab2
quindi, secondo te, nella mia bella casa di legno marcia b+c, una scatola di derivazione dove ci sono solo le classiche giunzioni con i morsetti a cappuccio delle linee FM e luce, che quindi non emettono né archi né scintille possono avere grado di protezione inferiore a IP4X? (ti prego, non mandarmi a pescare e rispondi solo con si o con no altrimenti potresti provare con un disegnino :D :D )
stiamo parlando della tabella nei commenti dell' art. 751.04.1 vero?

Re: impianti elettrici in case prefabbricate in legno

MessaggioInviato: 31 mag 2010, 15:00
da Mike
La cassetta di derivazione è parte integrante della conduttura, per cui se la conduttura è richiesta IP4X anche la cassetta di derivazione deve mantenere tale grado IP. Poi ci sono le scatole dove sono contenute le apparecchiature, in questo caso è richiesto l'IP 4X verso la struttura combustibile se contiene elementi che possono emettere archi o scintille, con le eccezioni che hai già indicato.

Re: impianti elettrici in case prefabbricate in legno

MessaggioInviato: 31 mag 2010, 15:34
da lucab2
OK! :mrgreen:
siamo d' accordo! se tutto va bene siamo rovinati!
secondo me il 99% delle case in legno tanto di moda negli ultimi tempi non sono a norma!! #-o
probabilmente a Bolzano guardano più alle norme austriache o tedesche che non alle norme italiane.... forse è l' "appiglio" giusto. =D>
chissà cosa ne pensa l' assicurazione in caso di incendio :twisted:

Re: impianti elettrici in case prefabbricate in legno

MessaggioInviato: 31 mag 2010, 18:04
da Mike
lucab2 ha scritto:OK! :mrgreen:
siamo d' accordo! se tutto va bene siamo rovinati!
secondo me il 99% delle case in legno tanto di moda negli ultimi tempi non sono a norma!! #-o
probabilmente a Bolzano guardano più alle norme austriache o tedesche che non alle norme italiane.... forse è l' "appiglio" giusto. =D>
chissà cosa ne pensa l' assicurazione in caso di incendio :twisted:


I tedeschi non sono proprio da imitare sugli impianti, non parliamo degli austriaci... :wink: Nel mondo i migliori sono gli Italiani, seguiti dai Turchi...

In caso d'incendio colposo l'assicurazione paga lo stesso salvo poi fare rivalsa sul responsabile...

Re: impianti elettrici in case prefabbricate in legno

MessaggioInviato: 1 apr 2014, 17:27
da chaddy
Salve a tutti, sono Chad nuovo del Forum.
Sto seriamente pensando di costruire una casa in legno. Mi sono quindi documentato ed ho visto come, nel caso di un prefabbricato sia già tutto predisposto, con pannelli che contengono già le canalette per far passare fili e quant'altro.

Questi pannelli escono dalla fabbrica già predisposti e quindi non mi farei problemi tanto per la sicurezza (pur non condividendo i siti del settore che parlano solo e soltanto bene delle case in legno) quanto per la comodità.

Mi spiego meglio. BIsogna decidere dove saranno le prese, gli elettrodomestici, tutto in fase di progettazione. Pena avere la casa piena di "ciabatte" e prolunghe. I miei dubbi sono sulla reale versatilità (tanto acclamata) delle case prefabbricate in legno come potete qui leggere.

C'è la possibilità in caso di una casa costruita in telaio (e non in x-lam) di fare modifiche a livello di impianto elettrico senza creare danni alla struttura e senza rendere l'abitazione esteticamente di serie b??

Qualcuno di voi ha operato su queste abitazioni?

Grazie mille per l'attenzione che vorrete prestarmi e buon lavoro

Re: impianti elettrici in case prefabbricate in legno

MessaggioInviato: 1 apr 2014, 20:04
da abusivo
Benvenuto sul forum,
riesumando questo thread mi sento chiamato in causa per le famose casette di cui sopra.
Gli impianti in questione non hanno avuto una buona riuscita.
In questi ultimi periodi stanno andando a fuoco le casette di legno proprio a causa degli impianti elettrici.
Non in zone isolate ma un po dappertutto.
Mai visto una casistica simile!

Re: Impianti elettrici in case prefabbricate in legno

MessaggioInviato: 2 apr 2014, 10:43
da Mike
Foto Utenteabusivo porta dei fatti a supporto perché altrimenti non è molto credibile. Il problema degli incendi c'è, ma è riferito più alle coperture a seguito di canne fumarie o impianto fotovoltaico mal realizzato, più che dall'impianto elettrico interno.

Re: Impianti elettrici in case prefabbricate in legno

MessaggioInviato: 7 apr 2014, 19:31
da abusivo
Chiedo scusa a Foto UtenteMike per il ritardo ma il lavoro, a volte, non mi lascia molto spazio.
Mike ha scritto:...porta dei fatti a supporto...

Niente canne fumarie e niente fotovoltaico.
Dalle indagini i focolai si sviluppano prevalentemente in cucina, zona elettrodomestici.
Prendi con le 'molle' quello che ti dico in quanto ci sono indagini in corso e quello che so è trapelato fra i vari condomini.
Comunque il tutto versa in condizioni statiche già da diversi mesi.