Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Incendio in datacenter OVH in Francia

Notizie scientifiche e non, comunicazioni, auguri, AAA cercasi, vendo, compro, piccoli racconti, curiosità, idee, fantasie ecc. Un fuori tema soft, senza argomenti scottanti

Moderatori: Foto Utenteadmin, Foto UtentePaolino

1
voti

[31] Re: Incendio in datacenter OVH in Francia

Messaggioda Foto Utentealessandrovo » 11 mar 2021, 15:36

DarwinNE ha scritto:Avranno un backup? :shock:


si nell'edificio sbg3 ma lo accendono il 17-19 marzo dopo aver messo in sicurezza gli altri due edifici
certo potevano costruirli un po piu distanti :mrgreen: e con un fossato in mezzo come si faceva una volta :roll:
Avatar utente
Foto Utentealessandrovo
186 1 3
New entry
New entry
 
Messaggi: 90
Iscritto il: 2 giu 2020, 17:50

0
voti

[32] Re: Incendio in datacenter OVH in Francia

Messaggioda Foto Utentelemure64 » 11 mar 2021, 16:25

Premessa: non dico "sembra che" a ogni frase come sarebbe corretto fare, lo lascio alla vostra immaginazione :)

Ho trovato un articolo (ma non ricordo dove) in cui si parla del problema e offre una prospettiva interessante. In pratica in certi contesti i sistemi antincendio finiscono col costare più tra installazione e mantuenzione rispetto ai costi corrispondenti a un'intera parte dell'infrastruttura che vada distrutta, ovviamente vale per quelle ditte che hanno la ridondanza dei dati. Quando si fanno contratti importanti entrambe le parti sono a conoscenza del problema e l'affidabilità del data center entra nelle valutazioni per gli importi.

Quindi (sempre con molte molle in assenza di dati certi) esiste la possibilità che quel datacenter avesse gli impianti strettamente necessari a mettere in salvo vite umane senza che questi fossero in grado di spegnere l'incendio. Addirittura alcuni mettono in preventivo all'atto della costruzione, di poter perdere un intero edificio.

Quell'evento, pur imprevisto potrebbe essere stato considerato come possibile. Tanto più che quello che paventavo nel post precedente, ovvero che si pagherà a parte la ridondanza dei dati, è vero da un pezzo. Ci sono clienti di quella ditta che non hanno incluso il backup remoto nel contratto e pare abbiano perso tutto, a meno che non abbiano fatto copie locali. Altri invece, che avevano il backup nel contratto, hanno riavuto il servizio dopo qualche ora perché il sistema è intervenuto come previsto.

Come nell'incipit: SEO, per quanto ho capito, eccetera eccetera.
Avatar utente
Foto Utentelemure64
675 3 6
Stabilizzato
Stabilizzato
 
Messaggi: 382
Iscritto il: 23 giu 2020, 12:26

0
voti

[33] Re: Incendio in datacenter OVH in Francia

Messaggioda Foto Utentespeedyant » 11 mar 2021, 20:36

Io per le copie ormai sono da tempo utilizzatore del "sistema in linea", detto in soldoni, copie in chiaro dei dati, su tre dischi a rotazione in luoghi diversi.
Son quello delle domande strane!
Avatar utente
Foto Utentespeedyant
4.369 3 6 8
Master
Master
 
Messaggi: 3080
Iscritto il: 9 lug 2013, 18:29
Località: Torino

0
voti

[34] Re: Incendio in datacenter OVH in Francia

Messaggioda Foto Utentelemure64 » 11 mar 2021, 20:37

Pure io. Dati e tre copie, in modo che uno dei dischi sia sempre disconnesso fisicamente da qualsiasi cosa, foss'anche un cavo USB. I backups comportano ovviamente due dischi e con quello disconnesso fanno tre.
Avatar utente
Foto Utentelemure64
675 3 6
Stabilizzato
Stabilizzato
 
Messaggi: 382
Iscritto il: 23 giu 2020, 12:26

0
voti

[35] Re: Incendio in datacenter OVH in Francia

Messaggioda Foto Utentespeedyant » 11 mar 2021, 21:03

I miei sono connessi solo quando trasferisco dal nas delle copie.
Son quello delle domande strane!
Avatar utente
Foto Utentespeedyant
4.369 3 6 8
Master
Master
 
Messaggi: 3080
Iscritto il: 9 lug 2013, 18:29
Località: Torino

0
voti

[36] Re: Incendio in datacenter OVH in Francia

Messaggioda Foto Utenteivano » 11 mar 2021, 23:52

non per essere cattivo ma forse questa volta gli italiani si metteranno a costruirseli in italia i datacenter al loro servizio. di certo per succedere cio' che e' successo il sistema era un insieme di falle.
chi lo gestiva era evidentemente interessato al guadagno facendo minimi investimenti sulla sicurezza.
ora che saranno chiamati a sborsare cifre ingenti per i risarcimenti se riescono a non fallire forse diventeranno un po' piu' seri.
Avatar utente
Foto Utenteivano
1.049 1 3 4
Master
Master
 
Messaggi: 1172
Iscritto il: 7 set 2004, 22:27
Località: appiano gentile

0
voti

[37] Re: Incendio in datacenter OVH in Francia

Messaggioda Foto UtenteDeBr » 12 mar 2021, 0:12

lemure64 ha scritto:Pure io. Dati e tre copie, in modo che uno dei dischi sia sempre disconnesso fisicamente da qualsiasi cosa, foss'anche un cavo USB. I backups comportano ovviamente due dischi e con quello disconnesso fanno tre.


Che software usi per fare i bach up o se sono ache incrementali come credo?

ne esistono buoni completamente gratuiti?

speedyant ha scritto:I miei sono connessi solo quando trasferisco dal nas delle copie.


ovvero un nas...via lan interna? o che altro? mi spiegetresti meglio?
Grazie

Scusate l'OT

Grazie infinite
Avatar utente
Foto UtenteDeBr
5 3
 
Messaggi: 48
Iscritto il: 26 dic 2020, 20:45

0
voti

[38] Re: Incendio in datacenter OVH in Francia

Messaggioda Foto Utentelemure64 » 12 mar 2021, 0:32

DeBr ha scritto:Che software usi per fare i bach up o se sono ache incrementali come credo?
ne esistono buoni completamente gratuiti?

Uso syncback free per la normale attività e Cobian backup (free pure lui) per le zone dati in cui mi serve il backup incrementale. Non riesco ad abbandonare uno dei due perché si complementano; sync backfree è fantastico se i backup sono tanti (parlo proprio della presentazione a livello di interfaccia) e ha qualche wizard utile. Credo che la versione free non possa fare il backup incrementale ma forse sì e in ogni caso può farlo Cobian. Il quale è più spartano sull'interfaccia ma molto intuitivo nella specifica dei parametri delle modalità di backup. Il suo unico difetto è che può fare il b. incrementale solo su volumi che supportino la copia shadow. In parole povere, un normale disco fisico va bene, ma i miei dischi virtuali veracrypt no, e in quel caso posso usare solo syncback.

Purtroppo le nuove versioni di syncback si sono allineate a quell'obbrobrio di nuova interfaccia windows "flat" con le sue righe invisibili, i fonts corpo uno, e le icone ad alto contrasto che non si capisce mai cosa stiano indicando, ma si trovano le ultime versioni con la buona vecchia interfaccia windos 7.

C'è un'altra mezza dozzina di ottimi programmi ma credo che questi due siano tra i migliori.
Avatar utente
Foto Utentelemure64
675 3 6
Stabilizzato
Stabilizzato
 
Messaggi: 382
Iscritto il: 23 giu 2020, 12:26

2
voti

[39] Re: Incendio in datacenter OVH in Francia

Messaggioda Foto Utentestefanopc » 12 mar 2021, 2:12

Finalmente un buon punto su cui ragionare a chi sostiene che il " cloud " sia l'unico archivio sicuro per i dati che non vorresti perdere.
Non parliamo poi di chi invece di avere il proprio server in azienda lo noleggia "chiavi in mano " in datacenter oltreconfine e sostiene che sia pure questa la migliore soluzione sia in campo di sicurezza che di economicità.
Ciao
600 Elettra
Avatar utente
Foto Utentestefanopc
4.528 2 5 12
Master
Master
 
Messaggi: 1426
Iscritto il: 4 ago 2020, 9:11

1
voti

[40] Re: Incendio in datacenter OVH in Francia

Messaggioda Foto Utentelemure64 » 12 mar 2021, 9:23

stefanopc ha scritto:Non parliamo poi di chi invece di avere il proprio server in azienda lo noleggia "chiavi in mano " in datacenter oltreconfine e sostiene che sia pure questa la migliore soluzione sia in campo di sicurezza che di economicità.
Ciao

"Novanta minuti di applausi" (cit.) :)
Avatar utente
Foto Utentelemure64
675 3 6
Stabilizzato
Stabilizzato
 
Messaggi: 382
Iscritto il: 23 giu 2020, 12:26

PrecedenteProssimo

Torna a Magazine: notizie, presentazioni, annunci e molto altro

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 12 ospiti