Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Ancora morti sul lavoro.

Notizie scientifiche e non, comunicazioni, auguri, AAA cercasi, vendo, compro, piccoli racconti, curiosità, idee, fantasie ecc. Un fuori tema soft, senza argomenti scottanti

Moderatori: Foto Utenteadmin, Foto UtentePaolino

0
voti

[21] Re: Ancora morti sul lavoro.

Messaggioda Foto Utenteattilio » 23 set 2017, 16:24

è come dice Foto UtenteWALTERmwp
Ognuno sta solo sul cuor della terra
trafitto da un raggio di sole:
ed è subito sera


Salvatore Quasimodo
Avatar utente
Foto Utenteattilio
60,9k 8 12 13
free expert
 
Messaggi: 9052
Iscritto il: 21 gen 2007, 14:34

0
voti

[22] Re: Ancora morti sul lavoro.

Messaggioda Foto Utentemir » 23 set 2017, 16:58

WALTERmwp ha scritto: ma solo in alcune realtà..


in [18]
mir ha scritto:E' pur vero che oggi come da molto tempo non si vedeva, il binomio sicurezza-lavoro,non sempre trova la corretta applicazione..


sono coscente del fatto che la realtà non è uguale ovunque,purtroppo gli episodi che la cronaca ci riporta ne sono la riprova.

WALTERmwp ha scritto: diventa un'ovvietà..


Dipende i punti di vista, e non sempre è un'ovvietà. Dipende anche da come si percepisce il "senso della sicurezza" anche culturalmente.
I circuiti sono controcorrente. Seguono sempre la massa

-Per rispondere utilizza il tasto [RISPONDI] e non il tasto [CITA], grazie.-
Avatar utente
Foto Utentemir
63,4k 9 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 21124
Iscritto il: 19 ago 2004, 21:10

1
voti

[23] Re: Ancora morti sul lavoro.

Messaggioda Foto Utentemir » 23 set 2017, 17:07

Immagino, che in ogni posto ci siano delle procedure interne affinchè tu (come ditta esterna e/o ospite) possa operare in sicurezza, procedure che abbiano valutato i potenziali rischi e secondo quanto suggerito dalle normative specifiche, anch eperchè prima di operare gli eventuali rischi presenti ti devono essere comunicati oltre che messi in sicurezza. Vien da se che la procedura richieda del tempo,ma ben speso. ;-)
I circuiti sono controcorrente. Seguono sempre la massa

-Per rispondere utilizza il tasto [RISPONDI] e non il tasto [CITA], grazie.-
Avatar utente
Foto Utentemir
63,4k 9 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 21124
Iscritto il: 19 ago 2004, 21:10

0
voti

[24] Re: Ancora morti sul lavoro.

Messaggioda Foto UtenteWALTERmwp » 23 set 2017, 20:26

mir ha scritto:(...) Dipende i punti di vista, e non sempre è un'ovvietà (...)
infatti non è una questione di opinioni bensì di contesti, ma non mi sono espresso correttamente, ho inteso scrivere che: presupposta la consapevolezza del rischio e un ambiente che concede spazi e tempi alle cautele del caso, il rispetto delle priorità e l'adozione di procedure diventa ovvio.
Quindi non è più solo una formalità(fine a sè stessa o funzionale alla burocrazia) e nella pratica l'attenzione di chi opera è agevolata.

Saluti
W - U.H.F.
Avatar utente
Foto UtenteWALTERmwp
25,3k 4 8 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 7516
Iscritto il: 17 lug 2010, 18:42
Località: le 4 del mattino

0
voti

[25] Re: Ancora morti sul lavoro.

Messaggioda Foto Utentemir » 23 set 2017, 23:34

WALTERmwp ha scritto: non è una questione di opinioni bensì di contesti, ... presupposta la consapevolezza del rischio e un ambiente che concede spazi e tempi alle cautele del caso, il rispetto delle priorità e l'adozione di procedure diventa ovvio. ..

Purtroppo nella realtà non sempre rispettare seguire le procedure è ovvio,e seguirle non significa essere formali e/o burocratici, ma semplicemente seguire le indicazioni che per quel caso specifico qualcuno si è preoccupato di seguire quanto prescrive il legislatore e la norma ed ha messo in atto un'attenta analisi dei rischi affinchè si limiti il pericolo in virtù dei rischi noti.
I circuiti sono controcorrente. Seguono sempre la massa

-Per rispondere utilizza il tasto [RISPONDI] e non il tasto [CITA], grazie.-
Avatar utente
Foto Utentemir
63,4k 9 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 21124
Iscritto il: 19 ago 2004, 21:10

1
voti

[26] Re: Ancora morti sul lavoro.

Messaggioda Foto Utentemir » 30 mar 2018, 15:03

E dopo lo sfortunato episodio di Livorno
dove per l'esplosione di un silos perdono la vita due operai della Labromare intenti alla manutenzione dei silos,
l'elenco si allunga con l'incidente di Lecco dove
un giovane operaio manutentore rimane ustionato al volto e alle mani,
e continua con l'accaduto di Pramaggiore dove
due operai cadono da un'altezza di 4 metri, uno è grave,
ed in Toscana un operaio di 52 anni, muore cadendo da un traliccio,
ed a Bologna in cui un operaio è morto folgorato la scorsa notte mentre lavorava in area ferroviaria ..
ma cosa sta succedendo .. :shock: .. possibile che della sicurezza non freghi un cazzo a nessuno ! :evil:
perdonate l'esternazione ..ma.. :evil:
I circuiti sono controcorrente. Seguono sempre la massa

-Per rispondere utilizza il tasto [RISPONDI] e non il tasto [CITA], grazie.-
Avatar utente
Foto Utentemir
63,4k 9 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 21124
Iscritto il: 19 ago 2004, 21:10

1
voti

[27] Re: Ancora morti sul lavoro.

Messaggioda Foto UtenteJAndrea » 30 mar 2018, 22:36

Molte volte chi siede in parlamento ritiene misure per la sicurezza cose che in verità non lo sono, ma semplici pezzi di carta e certificazioni.

Per dirne una in alcune strutture il piano di emergenza è talmente generico, che all'atto pratico non porta alcuna indicazione....
Il CPI allo stesso modo é solo carta, in molti casi nella struttura non ci si mette nemmeno piede.
E immagino sia cosi anche in molte altre cose.
Avatar utente
Foto UtenteJAndrea
3.537 3 6 9
Master
Master
 
Messaggi: 1911
Iscritto il: 16 giu 2011, 15:25
Località: Rovigo

0
voti

[28] Re: Ancora morti sul lavoro.

Messaggioda Foto Utentemir » 30 mar 2018, 22:41

JAndrea ha scritto:Molte volte chi siede in parlamento ritiene misure per la sicurezza cose che in verità non lo sono, ma semplici pezzi di carta e certificazioni.

Bisogna riconoscere, che il legislatore con il Testo Unico in materia di sicurezza e salute sul lavoro, ha fatto un buon lavoro, il punto è poi la messa in opera delle indicazioni/prescrizioni da parte dei diretti interessati ed a tutti i livelli, nonchè la conoscenza di questo testo.
Ti assicuro, che ci sono realtà in cui ancora si disconsce l'esistenza di questo strumento legislativo e da parte di figura che di sicurezza e/o ambiente ne fanno un loro mestiere. :evil:
I circuiti sono controcorrente. Seguono sempre la massa

-Per rispondere utilizza il tasto [RISPONDI] e non il tasto [CITA], grazie.-
Avatar utente
Foto Utentemir
63,4k 9 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 21124
Iscritto il: 19 ago 2004, 21:10

0
voti

[29] Re: Ancora morti sul lavoro.

Messaggioda Foto UtenteWALTERmwp » 30 mar 2018, 23:32

qui, a mio parere
mir ha scritto:(...) Insomma, sono sempre più convinto che quello che spesso contribuisce a certi eventi sono senz'altro le condizioni di lavoro (tempo-costi-etc...) ma a peggiorare il tutto è la mancanza di conoscenza della materia e la sensibilità dei singoli nei confronti della sicurezza.
ci sono due aspetti che possono spiegare, se non di tutti, la stragrande maggioranza degli incidenti.
Ti "dicono", a livello generale, perché gli incidenti succedono, poi puoi anche entrare nei dettagli, esplorare i singoli casi, ma tant'è.

Credo vada pure registrato vi sono realtà diverse, anche molto "distanti" le une dalle altre, e se in una azienda strutturata la pressione indotta dalla fretta e dalla speculazione incide in parte minima, in altre le proporzioni si ribaltano completamente, purtroppo.

Leggendo questo thread di esempi negativi me ne tornano alla mente diversi, assurdi per alcune aziende, ma estremamente frequenti in imprese di piccole dimensioni.

E pensandoci bene ci si dovrebbe stupire del fatto che alcune giornate si siano concluse(fortunatamente) senza infortuni.

Saluti
W - U.H.F.
Avatar utente
Foto UtenteWALTERmwp
25,3k 4 8 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 7516
Iscritto il: 17 lug 2010, 18:42
Località: le 4 del mattino

0
voti

[30] Re: Ancora morti sul lavoro.

Messaggioda Foto Utentemir » 30 mar 2018, 23:43

WALTERmwp ha scritto:Credo vada pure registrato che vi sono realtà diverse, anche molto distanti le une dalle altre..

Vero, la sensibilità verso l'aspetto sicurezza è variabile in funzione delle differenti realtà lavorative, e questo credo sia ben chiaro per chi ha un minimo di confidenza con il mondo del lavoro, ma è altrsì scontato purtroppo che in alcuni contesti l'aspetto sicurezza viene visto come un obbligo da soddisfare, della serie ti formo/informo e non rompermi più i ..... oppure contesti in cui l'azienda "X" metti in campo tutto quanto previsto/prescritto dal legislatore e poi non vede (o fa finta di non vedere) se al suo interno la ditta "x" omette alcune procedure o norme comportamentali a volte di elementare valutazione .. poi ci sono contesti in cui la sicurezza non se ne conosce nemmeno l'esistenza del termine .. e comunque in ogni contesto, e questo punto è altrettanto chiaro, le procedure/valutazioni o quant'altro concerne la sicurezza viene vista da parte di alcune figura come una semplice rottura di coglioni e perdita di tempo .. ed è triste quando questi atteggiamenti interessano figure operative ovvero coloro che poi andranno a mettere le mani sul pezzo .!
WALTERmwp ha scritto:E pensandoci bene ci si dovrebbe stupire del fatto che alcune giornate si siano concluse(fortunatamente) sensa infortuni.

Penmsandoci bene, sarebbe sufficiente avere un minimo di conoscenza di base quantomeno per limitare i rischi noti .. non è detto che per operare in sicurezza si debba per forza di cose passare per il "rompicoglioni di turno", possibile che non si capisca, che la sicurezza inizia dalla conoscenza.
I circuiti sono controcorrente. Seguono sempre la massa

-Per rispondere utilizza il tasto [RISPONDI] e non il tasto [CITA], grazie.-
Avatar utente
Foto Utentemir
63,4k 9 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 21124
Iscritto il: 19 ago 2004, 21:10

PrecedenteProssimo

Torna a Magazine: notizie, presentazioni, annunci e molto altro

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti