Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Reattore nucleare portatile

Fonti energetiche e produzione e fornitura dell'energia elettrica.

Moderatori: Foto Utentesebago, Foto UtenteMike, Foto Utentemario_maggi

0
voti

[51] Re: Reattore nucleare portatile

Messaggioda Foto Utentegianniniivo » 21 ott 2021, 16:01

Quanto al Hummer ho già fatto autocritica definendomi un pirla, però quanto ai problemi precedentemente accennati, riguardavano la salute e non certo per colpa del Hummer.

Con quel veicolo ho guidato per tutto il percorso che porta in Egitto e garantisco che è stato divertentissimo. Lo sbaglio è stato acquistare un veicolo che, salute a parte, avrei comunque utilizzato pochissimo essendo poco attratto dai viaggi, forse per l’età. In ogni caso credo che guiderò un veicolo a pile, inteso come sedia a rotelle, se e quando arriverà il momento…

Quanto alla bomba sporca non saprei se quel dispositivo potrebbe essere funzionale anche a quell'uso improprio. Non a caso ho "evocato" Pietro...
Avatar utente
Foto Utentegianniniivo
3.436 4 9 12
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 2127
Iscritto il: 5 feb 2019, 23:50

0
voti

[52] Re: Reattore nucleare portatile

Messaggioda Foto UtenteEtemenanki » 21 ott 2021, 18:01

gianniniivo ha scritto:... un Hummer da 300 Cavalli ...

Consolati, potevano convincerti a comperare un Marauder ...

marauder-hummer.jpg


(il Marauder e' il "piccoletto" rosso vicino all'Hummer :-P :mrgreen: )
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.
Avatar utente
Foto UtenteEtemenanki
2.029 2 4 7
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 1383
Iscritto il: 2 apr 2021, 23:42
Località: Dalle parti di un grande lago ... :)

2
voti

[53] Re: Reattore nucleare portatile

Messaggioda Foto Utentegianniniivo » 21 ott 2021, 18:14

Non ci stava in box... :mrgreen: ?%
Avatar utente
Foto Utentegianniniivo
3.436 4 9 12
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 2127
Iscritto il: 5 feb 2019, 23:50

0
voti

[54] Re: Reattore nucleare portatile

Messaggioda Foto UtenteDarwinNE » 21 ott 2021, 23:38

gianniniivo ha scritto:Va bene, sono veicoletti funzionali per chi fa tragitti brevi. In un anno puoi anche fare 10.000 chilometri, e allora?


Per quello che dico che il concetto di "auto" è diverso a seconda delle persone. Un auto elettrica non va ancora bene per certe esigenze.

gianniniivo ha scritto:Quelle macchine ti tolgono il piacere di guidare, di sentirti libero di fare quel che ti pare. Con un veicolo a combustione, se vuoi correre corri; sei vuoi sgommare lo fai; se vuoi accendere il riscaldamento con aperti i finestrini perché fumi lo fai;


Non fumo ma mi piace guidare. Faccio regolarmente dei giretti in kart con un gruppo di amici. Per quanto riguarda le auto, sono sensibile al fascino della musica di un motore aspirato con un bello scarico in acciaio inossidabile. Ho una piccola MG decappottabile che ho guidato su circuito ad inizio settembre (e non era neanche la prima volta). Senza essere per nulla un gran pilota, so perfettamente cosa si prova a trovarsi in quarta a 170 km/h a 200 m da una curva e frenare tutto quello che l'auto può frenare facendo un punta/tacco per scalare di marcia, cercando di negoziare la migliore traiettoria per uscire con la velocità più alta possibile sul rettifilo successivo. So anche cosa vuol dire partire in testacoda per aver tolto il piede dall'acceleratore troppo presto in una curva stretta sul bagnato. Ho capito quanto è difficile guidare in quel modo ed ho sviluppato un grande rispetto per i piloti veri.

In un circuito ci sono via di fuga adeguate, protezioni adeguate e personale di soccorso pronto ad intervenire al minimo problema. Ci sono costi da affrontare, ma non sono pazzeschi, soprattutto se uno si iscrive ad un club (monomarca o altro).

Correre sulle strade aperte al pubblico è da irresponsabili perché si mette in pericolo la vita degli altri utenti della strada. Ci si può comunque far piacere in una strada di montagna adatta con un buon "ritmo," rispettando alla lettera il codice della strada e senza prendere rischi. Passare con la capote abbassata a bassa velocità a fianco del lago di Misurina con il tramonto sulle cime di Lavaredo è stato uno dei miei grandi momenti automobilistici.

La guida in città non è invece mai divertente, ma è la galera quotidiana di milioni di persone. Guidare la MG di cui sopra in città è scomodo perché è bassa e tocca sui dossi, la frizione è dura, è rumorosa, le sospensioni mettono a prova la schiena sull'asfalto sconnesso. La DS4 diesel è comoda, ma fa appena in tempo a scaldare il motore nel tragitto e non è razionale. Sto considerando l'Ami perché sarebbe perfetta per le mie esigenze quotidiane: è piccola, è simpatica, si ricarica con una semplice presa elettrica. Non va bene a te o a tua figlia, pazienza! Le cose evolvono in fretta. Magari tra qualche anno ci sarà un veicolo adatto anche alle vostre esigenze (SUV od altro).

gianniniivo ha scritto:Ma tu credi possibile che dopo aver provato un mostro del genere ci si possa accontentare di una macchinetta a pile?


Se è l'accelerazione o le prestazioni che ti interessano, ne deduco che non sei mai salito su una Tesla.
Follow FidoCadJ development on Twitter: https://twitter.com/davbucci
Avatar utente
Foto UtenteDarwinNE
28,8k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 4155
Iscritto il: 18 apr 2010, 9:32
Località: Grenoble - France

0
voti

[55] Re: Reattore nucleare portatile

Messaggioda Foto UtenteDarwinNE » 21 ott 2021, 23:51

lelerelele ha scritto:Sono concorde anche che dipende dall'uuso che se ne fa, se giro in città per qualche chilometro al giorno può esssere comoda. Ritengo che però per la scelta dovrebbe essere l'auto a soddifare l'uso e non il contrario.


Non sono sicuro di capire. Quando si sceglie un'auto si fa un minimo di conti sull'uso a cui la si vuole destinare.
Se in un piccolo nucleo famigliare che abita a meno di 50 km da una città medio/grande in cui ci si reca spesso ci sono, poniamo, due auto, perché non sceglierne una adatta a recarvisi ed una più tradizionale e di dimensioni maggiori per i viaggi lunghi? Anche i miei genitori (quando sono riusciti a permetterselo), avevano un'utilitaria ed un'auto più grande. L'elettrica oggi potrebbe coprire parte delle esigenze per un uso urbano o a corto raggio. Rimane la questione del costo d'acquisto, ma ho visto qualche offerta non disprezzabile. Per la gente come me che abita in città, come ho detto sopra addirittura un quadriciclo leggero potrebbe essere molto interessante.

Poi è chiaro che se uno ha una sola auto deve andare su soluzioni più polivalenti, ma non sto parlando di questo.

gianniniivo ha scritto:Con quel veicolo ho guidato per tutto il percorso che porta in Egitto e garantisco che è stato divertentissimo.


Per attraversare il deserto, l'Hummer potrebbe in effetti essere una buona scelta, ma non mi piacerebbe dover trovare parcheggio in centro ad una grande città ;-)
Follow FidoCadJ development on Twitter: https://twitter.com/davbucci
Avatar utente
Foto UtenteDarwinNE
28,8k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 4155
Iscritto il: 18 apr 2010, 9:32
Località: Grenoble - France

0
voti

[56] Re: Reattore nucleare portatile

Messaggioda Foto Utentelelerelele » 22 ott 2021, 12:02

DarwinNE ha scritto:Se in un piccolo nucleo famigliare che abita a meno di 50 km da una città medio/grande in cui ci si reca spesso ci sono, poniamo, due auto, perché non sceglierne una adatta a recarvisi ed una più tradizionale e di dimensioni maggiori per i viaggi lunghi?

Mi pare Giusto.

saluti.
Avatar utente
Foto Utentelelerelele
3.177 3 7 9
Master
Master
 
Messaggi: 3635
Iscritto il: 8 giu 2011, 8:57
Località: Reggio Emilia

0
voti

[57] Re: Reattore nucleare portatile

Messaggioda Foto UtenteKagliostro » 22 ott 2021, 13:45

Niente da dire riguardo le prestazioni dell'elettrico, un motore che spinge da subito

Per quelli che vogliono la guida "libera" basta avere un settaggio adeguato della centralina di controllo

Certo il rombo del motore resta irraggiungibile

Per me l'auto elettrica non è assolutamente da disprezzare, quello che non va sono le batterie e dove e come caricarle (oltre al come produrre l'energia per farlo)

K
Avatar utente
Foto UtenteKagliostro
3.459 4 5 7
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 2346
Iscritto il: 19 set 2012, 11:32

1
voti

[58] Re: Reattore nucleare portatile

Messaggioda Foto Utentegianniniivo » 22 ott 2021, 13:52

DarwinNe, lieto dell’incontro.

Con tutto il rispetto credo di sapere anch'io che ognuno si muova secondo esigenza personale e possibilità economica ma non l’ho messo in dubbio mentre tu hai divagato un po’. I miei esempi ritenuti forse iperbolici non erano ispirati dal mio modello di guida cittadina o extraurbana, che non ho mai vantato (alla mia età, poi) tutt'al più corrispondono ad un personale apprezzamento verso il senso di sicurezza, affidabilità, rifornibilità, versatilità, flessibilità e potenza ottenibili da un motore termico rispetto ad un motore elettrico. Inoltre non mi permetterei mai di apologizzare uno sconfinamento nell'illecito. Insomma, ho voluto sottolineare che con un veicolo termico puoi fare potenzialmente quel che ti pare, aggiungo, anche decidere di cambiare idea (a viaggio in corso) sulla destinazione; prova a farlo con un’elettrica e vediamo se stai tranquillo.

Nel mio precedente intervento non ho parlato di Tesla ma la conosco benissimo (senz’altro più di quanto immagini) e (tanto per sfatare qualsiasi tentazione verso la favoletta della volpe e l’uva) dico subito che non avrei nessun problema a comprare una Tesla Model 3 AWD, costerebbe senz'altro meno del mio Hummer, da nuovo ovviamente, ma non m’interessa perché se andassi in giro con la Tesla sarei parecchio preoccupato nel fare un lungo viaggio, mentre con il mio Hummer no. Per andare in Egitto ho percorso in tutto 15.000 Chilometri ma rabbrividisco al pensiero di percorrere un tragitto simile con una macchina a batteria, anche verso nord. Mi sentirei più tranquillo con la tre cilindri di mia figlia che ha percorso ottantamila chilometri in un anno.

Quando si fanno confronti, bisognerebbe cercare di essere obiettivi e tener conto di tutto, anche se, capisco, ci sarebbe molto da scrivere. Se mi parli di Tesla, però, e non di una piccola utilitaria, dovresti anche dire quante ore occorrono per caricare le batterie da 80 Chilowatt di quel veicolo. Con un contatore casalingo da 3 Chilowatt, altro che 20 ore, credo che non te ne basterebbero 30 di ore, se colleghi il veicolo scarico e la ricarica non è dedicata. Io ho un contatore da 7 Chilowatt ma se utilizzo i condizionatori (che consumano circa 4 Chilowatt) non rimane molto per la ricarica della Tesla e allora con cosa le ricarico le batterie? Fai un po’ tu il conto; oltre al tempo di ricarica, anche quanto costa ricaricare 80 Chilowatt per volta e quanto ci sarà da spendere per sostituire il paco batterie alla bisogna. Anche se non ho la tua preparazione in fatto di elettronica posso pensare che ricaricare in modo rapido non sia il metodo migliore o indifferente per le batterie e probabilmente inciderebbe sulla durata del pacco accumulatori.

Se invece parliamo di un uso cittadino allora potrebbe anche andar bene un veicolo elettrico, sempre potendo ricaricarlo in tempo utile, ma di questo risultavo convinto già dal mio primo passaggio. La macchina a batteria la considero, appunto, un bel giocattolino da città, nulla più, in futuro si vedrà. Se si potesse effettivamente dotarla di una batteria nucleare, tanto per rimanere in tema, allora potrei rivedere la mia posizione. :mrgreen:
Avatar utente
Foto Utentegianniniivo
3.436 4 9 12
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 2127
Iscritto il: 5 feb 2019, 23:50

1
voti

[59] Re: Reattore nucleare portatile

Messaggioda Foto UtenteGiVi » 22 ott 2021, 16:01

Ho un collega che ha prenotato un'auto elettrica ed era fiero di essere diventato all green e ad emissioni zero. E' rimasto sorpreso quando gli ho detto che caricando l'auto solo di notte (visto che di giorno l'auto giace nel parcheggio aziendale) forse quell'energia non era tutta green, e forse spostava solo l'inquinamento altrove.
Del resto penso che la pubblicità che passa la TV per i veicoli elettrici sia fuorviante.
Ho poi una perplessità, 3 anni fa sono rimasto bloccato da una tempesta di neve non prevista ed improvvisa, e con tutti i veicoli coinvolti ci abbiamo messo più di quattro ore, un centimetro alla volta, per fare i 5 chilometri per arrivare ad una strada libera (il tutto sotto zero). Un veicolo elettrico come ne sarebbe uscito, visto che dovrebbe garantire anche il riscaldamento dell'abitacolo?
E se si blocca per ore nel bel mezzo del mese di luglio sull'autostrada del sole o sulla tangenziale.
come la mettiamo con il condizionamento dell'abitacolo?

saluti
Avatar utente
Foto UtenteGiVi
95 2
New entry
New entry
 
Messaggi: 58
Iscritto il: 20 mar 2020, 21:27

0
voti

[60] Re: Reattore nucleare portatile

Messaggioda Foto Utentealev » 22 ott 2021, 16:26

GiVi ha scritto:Un veicolo elettrico come ne sarebbe uscito, visto che dovrebbe garantire anche il riscaldamento dell'abitacolo?

Posso concordare con tutto il resto del post, ma col freddo le auto elettriche potrebbero essere meglio di quanto si pensa

Avatar utente
Foto Utentealev
4.686 2 9 12
free expert
 
Messaggi: 5202
Iscritto il: 19 lug 2010, 14:38
Località: Altrove

PrecedenteProssimo

Torna a Energia e qualità dell'energia

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 10 ospiti