Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

COMMUTAZIONE AUTOMATICA DI TENSIONE

Elettronica lineare e digitale: didattica ed applicazioni

Moderatori: Foto UtenteIsidoroKZ, Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteBrunoValente, Foto Utentecarloc

3
voti

[541] Re: COMMUTAZIONE AUTOMATICA DI TENSIONE

Messaggioda Foto UtenteBrunoValente » 6 gen 2022, 20:35

gianniniivo ha scritto:Non mi hai detto come devo regolare il trimmer T2.
Per ora non ha importanza, invece è importante che la tensione sul cursore del potenziometro sia quella che ti ho detto, se ruotando il potenziometro a fondo corsa non riesci a raggiungerla allora devi giostrare con il trimmer per ottenerla.

Con il tester, soprattutto se digitale, non si riescono ad ad apprezzare rapide variazioni della tensione, può sembrare che ci sia un rapido calo quando invece non è così, può anche capitare che la tensione non varia mentre il tester per un attimo cambia valore, specialmente all'interruzione della corrente di carico, questo perché una rapido annullamento di una forte corrente può generare nelle vicinanze un campo magnetico rapidamente variabile che può indurre delle tensioni/correnti nei circuiti limitrofi, quindi anche nel tester, soprattutto se i due cavi dei puntali non seguono lo stesso percorso ma sono allargati formando una grossa spira con una grossa area.
Avatar utente
Foto UtenteBrunoValente
36,0k 7 10 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 7054
Iscritto il: 8 mag 2007, 14:48

0
voti

[542] Re: COMMUTAZIONE AUTOMATICA DI TENSIONE

Messaggioda Foto Utenteedgar » 6 gen 2022, 21:42

EcoTan ha scritto:muovendo il potenziometro che comanda la tensione di uscita questa fa qualche schizzo poi subito si assesta

Potrebbe essere un problema del potenziometro. Se accessibile potresti provare a dargli una spruzzata di detergente per contatti.
.
Avatar utente
Foto Utenteedgar
8.586 3 5 8
Master
Master
 
Messaggi: 4399
Iscritto il: 15 set 2012, 22:59

1
voti

[543] Re: COMMUTAZIONE AUTOMATICA DI TENSIONE

Messaggioda Foto Utentesetteali » 6 gen 2022, 22:05

Una caratteristica di questo alimentatore, che noto su un prototipo che ho montato e che ritengo molto importante è che ogni volta che viene acceso, la tensione non supera la tensione impostata precedentemente.
Invece altri alimentatori superano per un un attimo la tensione impostata.
Alex
Cerco Condensatori Variabili
https://www.facebook.com/Elettronicaeelettrotecnica
Il Mercatino di EY
<< vedi di pigliare arditamente in mano, il dizionario che ti suona in bocca,
se non altro è schietto e paesano.
(Giuseppe Giusti) <<
Avatar utente
Foto Utentesetteali
9.625 5 5 9
Master
Master
 
Messaggi: 4799
Iscritto il: 15 dic 2013, 21:09

1
voti

[544] Re: COMMUTAZIONE AUTOMATICA DI TENSIONE

Messaggioda Foto Utenteedgar » 6 gen 2022, 22:57

setteali ha scritto:ogni volta che viene acceso, la tensione non supera la tensione impostata precedentemente

E' perché R1+C3 fanno sì che, all'accensione, la tensione di riferimento applicata all'ingresso non invertente salga gradualmente.



Un alimentatore diverso mi ha bruciato alcuni micro prima che mi accorgessi di un picco da 15 V all'accensione :evil: :evil:
Avatar utente
Foto Utenteedgar
8.586 3 5 8
Master
Master
 
Messaggi: 4399
Iscritto il: 15 set 2012, 22:59

1
voti

[545] Re: COMMUTAZIONE AUTOMATICA DI TENSIONE

Messaggioda Foto Utentesetteali » 6 gen 2022, 23:13

È una caratteristica che non si nota in molti alimentatori, forse perché sono economici?
Alex
Cerco Condensatori Variabili
https://www.facebook.com/Elettronicaeelettrotecnica
Il Mercatino di EY
<< vedi di pigliare arditamente in mano, il dizionario che ti suona in bocca,
se non altro è schietto e paesano.
(Giuseppe Giusti) <<
Avatar utente
Foto Utentesetteali
9.625 5 5 9
Master
Master
 
Messaggi: 4799
Iscritto il: 15 dic 2013, 21:09

0
voti

[546] Re: COMMUTAZIONE AUTOMATICA DI TENSIONE

Messaggioda Foto Utentegianniniivo » 7 gen 2022, 0:09

Ciao Foto Utenteedgar, ciao Alex, Mi sono accorto adesso che, sull'alimentatore, per C3 ho messo 47uF che è il valore giusto,invece di 4,7uF come su schemi precedenti.
Avatar utente
Foto Utentegianniniivo
3.436 4 9 12
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 2127
Iscritto il: 5 feb 2019, 23:50

0
voti

[547] Re: COMMUTAZIONE AUTOMATICA DI TENSIONE

Messaggioda Foto Utentegianniniivo » 7 gen 2022, 0:13

Post lunghi e continue modifiche portano a errori anche di scrittura. Comunque tra qualche minuto pubblicherò le prove richieste da Bruno.
Avatar utente
Foto Utentegianniniivo
3.436 4 9 12
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 2127
Iscritto il: 5 feb 2019, 23:50

0
voti

[548] Re: COMMUTAZIONE AUTOMATICA DI TENSIONE

Messaggioda Foto Utentegianniniivo » 7 gen 2022, 0:22

Rientro con i valori di prova. Spero di aver compreso la richiesta perché questa prova è stata parecchio lunga a causa delle pause per il raffreddamento. Non sto a spiegare cos'ho fatto, l'esposizione è abbastanza chiara, il più è non aver frainteso la richiesta di Bruno...

Con 40V e carico 10A. potenziometro P2 a 500mV = tensione 38,94V. - corrente 9,74A

Con 40V e carico 20A. potenziometro P2 a 500mV = tensione 19,754V. - corrente 9,88A

Con 30V e carico 10A. potenziometro P2 a 500mV = tensione 29,41V. - corrente 9,80A

Con 30V e carico 20A. potenziometro P2 a 500mV = tensione 14,87V. - corrente 9,91A

Con 20V e carico 10A. potenziometro P2 a 500mV = tensione 14,87V. - corrente 9,91A

Con 20V e carico 20A. potenziometro P2 a 500mV = tensione 14,87V. - corrente 9,91A

Con 10V e carico 10A. potenziometro P2 a 500mV = tensione 9,95V. - corrente 9,95A

Con 10V e carico 20A. potenziometro P2 a 500mV = tensione 4,99V. - corrente 9,99A

Con 40V e carico 10A. potenziometro P2 a 1V = tensione 40,00V. - corrente 10,00A

Con 40V e carico 20A. potenziometro P2 a 1V = tensione 39,45V. - corrente 19,73A

Con 30V e carico 10A. potenziometro P2 a 1V = tensione 30,00V. - corrente 10,00A

Con 30V e carico 20A. potenziometro P2 a 1V = tensione 29,69V. - corrente 19,79A

Con 20V e carico 10A. potenziometro P2 a 1V = tensione 20,00V. - corrente 10,00A

Con 20V e carico 20A. potenziometro P2 a 1V = tensione 19,86V. - corrente 19,86A

Con 10V e carico 10A. potenziometro P2 a 1V = tensione 10,00V. - corrente 10,00A

Con 10V e carico 20A. potenziometro P2 a 1V = tensione 9,96V. - corrente 19,93A

Quest'ultima prova è stata funzionale alla verifica della corrente massima ma con intervento della protezione. La protezione non interviene per un carico da circa 23A.
Con 40V e carico 25A. potenziometro P2 a 1,217V (max) = tensione 38,49V. - corrente 24,06A
?%
Avatar utente
Foto Utentegianniniivo
3.436 4 9 12
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 2127
Iscritto il: 5 feb 2019, 23:50

1
voti

[549] Re: COMMUTAZIONE AUTOMATICA DI TENSIONE

Messaggioda Foto Utenteedgar » 7 gen 2022, 9:25

setteali ha scritto:È una caratteristica che non si nota in molti alimentatori, forse perché sono economici?

Difficile dirlo dato che ci sono svariate soluzioni circuitali. Pur con una maggiore complessità circuitale rispetto a tanti altri, questo tipo di alimentatore è facile da adattare alle proprie esigenze e garantisce buoni risultati.
In pratica è come un alimentatore basato su un MC1466 realizzato a componenti discreti
Avatar utente
Foto Utenteedgar
8.586 3 5 8
Master
Master
 
Messaggi: 4399
Iscritto il: 15 set 2012, 22:59

2
voti

[550] Re: COMMUTAZIONE AUTOMATICA DI TENSIONE

Messaggioda Foto UtenteBrunoValente » 7 gen 2022, 11:29

I valori mi sembrano ok, la regolazione di corrente pare stia funzionando regolarmente.
Durante tutte le prove il led rosso, quello che viene acceso da TR1, risultava acceso, confermi?

gianniniivo ha scritto:Quest'ultima prova è stata funzionale alla verifica della corrente massima ma con intervento della protezione. La protezione non interviene per un carico da circa 23A.
Con 40V e carico 25A. potenziometro P2 a 1,217V (max) = tensione 38,49V. - corrente 24,06A


Ecco, qui non ci ho capito molto, anzi niente :roll:.

Quale è l'ultima prova? Forse l'ultima dell'elenco? O ne hai fatta ancora un'altra?
Cosa intendi per protezione? Ti riferisci forse alla protezione crowbar? Perché a 23A non interviene? Cosa sarebbe dovuto intervenire?

Questo alimentatore, se la protezione crowbar non è inserita, non ha protezioni: quando il valore della corrente al carico è inferiore a quello impostato con P2 l'alimentatore si comporta come un generatore ideale di tensione, cioè mantiene il valore della tensione di uscita rigorosamente costante e pari a quello impostato con P1 indipendentemente dal valore della corrente assorbita dal carico, quando invece il valore della corrente al carico salendo vorrebbe superare il valore impostato con P2 l'alimentatore cambia modo di lavorare e inizia a comportarsi come un generatore ideale di corrente, cioè mantiene il valore della corrente al carico rigorosamente costante e pari a quello impostato con P2 indipendentemente dal valore della tensione che cade ai capi del carico.

Ricapitolando:

Si comporta come generatore ideale di tensione con un valore di tensione pari a quello impostato con P1 quando il valore della corrente al carico è inferiore a quello impostato con P2.

Si comporta come generatore ideale di corrente con un valore di corrente pari a quello impostato con P2 quando il valore della tensione al carico è inferiore a quello impostato con P1.

Di conseguenza, nella condizione limite di cortocircuito ai morsetti di uscita, il valore della tensione di uscita va a 0V ma quello della corrente che scorre nel cortocircuito non scende a 0A, bensì resta pari a quello impostato con P2.

Quindi non va mai in protezione.
Avatar utente
Foto UtenteBrunoValente
36,0k 7 10 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 7054
Iscritto il: 8 mag 2007, 14:48

PrecedenteProssimo

Torna a Elettronica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 53 ospiti