Pagina 1 di 2

multimetro parlante.

MessaggioInviato: 12 set 2016, 16:05
da danyto
:shock: salve a tutti, spero di stare a scrivere nel forum giusto. faccio una breve premessa per chi non mi conosce, ho perso la vista sedici anni fa a causa di un tumore alla testa, ma dopo i primi periodi di smarrimento mi sono ripreso, e si sono riprese anche le mie passioni e cioè l'elettronica, il modellismo e l'hi fi. per i miei piccoli lavori, mi sono reso conto che non posso fare molto senza l'ausilio di un tester, e mi rivolgo a voi per qualche aiuto o informazioni. un multimetro parlante, in realtà lo avevo trovato sul sito dell'unione italiana ciechi, ma costa un migliaio di euro. secondo voi esistono dei multimetri che collegati alla porta USB del PC io potrei sfruttare tramite la sintesi vocale del PC stesso? vi ringrazio fin d'ora e..... speriamo bene.

Re: multimetro parlante.

MessaggioInviato: 12 set 2016, 16:25
da simo85
Esistono i multimetri con collegamento diretto al computer (USB o RS232).

Se trovi un multimetro come tale, è questione di aprire lo stream del dispositivo (quindi sevono i driver per il SO) dal computer e leggere i dati, per poi sintetizzarli. Ovviamente con un programma dedicato.

Re: multimetro parlante.

MessaggioInviato: 12 set 2016, 16:32
da alev
Cercando in rete, oltre ad apparecchi con prezzi elevati, ho trovato un articolo che utilizza un multimetro dotato di data-logging (e prezzo accessibile) con uscita seriale

I dati estratti vengono poi convertiti in audio tramite Arduino

Ecco il link del progetto
http://www.mastrogippo.it/2014/03/a-talking-multimeter/

Se ti è possibile, leggi il link per capire se puoi realizzare il tutto

Re: multimetro parlante.

MessaggioInviato: 12 set 2016, 16:47
da danyto
:-o ciao ragazzi e grazie per le risposte. del multimetro di mastro gippo avevo gia letto, ma anche quello costa un pozzo di soldi, e dei multimetri dotati di USB ne ero anche a conoscenza, ma non trovo descrizioni plausibili, e non saprei cosa acquistare. boh, vediamo se arrivano buone notizie

Re: multimetro parlante.

MessaggioInviato: 13 set 2016, 10:50
da GuidoB
Prova a guardare i modelli PD-351 e PD-352 della ditta spagnola Promax. Il secondo è true RMS.

Sono multimetri che trasmettono la misura via Bluetooth a un'apposita applicazione su smartphone (iOS o Android), che può ripetere a voce la lettura effettuata.

Il modello true-RMS costa un centinaio di euro, l'altro circa 85 €.

È molto simile a un modello cinese (Owon B35T) che costa la metà.

Re: multimetro parlante.

MessaggioInviato: 13 set 2016, 12:10
da danyto
ciao guido e grazie per l'informazione, cerco di documentarmi e ti farò sapere.

Re: multimetro parlante.

MessaggioInviato: 13 set 2016, 12:53
da Kagliostro
Spero tu trovi una soluzione al problema ad un prezzo non esagerato

è una vera vergogna che non ci siano prodotti di questo tipo a prezzi medio bassi

K

Re: multimetro parlante.

MessaggioInviato: 13 set 2016, 16:30
da danyto
ciao cagliostro, me lo auguro anch'io. soprattutto con le tecniche che ci sono a disposizione non credo che un aggeggino del genere debba costare un migliaio di euro, come quello dell'unione italiana ciechi.

Re: multimetro parlante.

MessaggioInviato: 13 set 2016, 16:55
da GuidoB
Ma infatti il multimetro true-RMS che ho indicato costa 100 €, una cinquantina la versione cinese. Quei tester misurano anche capacità, frequenze, duty-cycle e con l'apposita sonda anche temperature. Non mi sembrano prezzi alti.

Questo è solo grazie ai grandi volumi di produzione, che permettono di diluire i costi di progetto e certificazione (costi fissi indipendenti dal numero di pezzi prodotti) su un gran numero di pezzi, diventando quindi trascurabili rispetto ai materiali e alla mano d'opera.

Quei multimetri costano poco perché, pur avendo la "voce", sono per tutti, non solo per i ciechi.

È l'effetto del "design for all", ovvero "progetto per tutti".

danyto ha scritto:non credo che un aggeggino del genere debba costare un migliaio di euro

In realtà gli aggeggini che siamo ormai abituati a utilizzare, dal multimetro al computer allo smartphone, sono oggetti di enorme complessità. Per progettarli ci sono team di centinaia di ingegneri (spesso cinesi o indiani) che lavorano per mesi e vanno pagati. I costi di progetto sono enormi.

Finché si tratta di applicazioni di nicchia i costi unitari sono alti, perché i costi fissi di progetto si possono diluire su un piccolo numero di esemplari finiti.

L'idea del "design for all" è produrre in grandi quantità oggetti utilizzabili da tutti, anche da chi ha problemi sensoriali, senza modifiche o eventualmente con una semplice configurazione.

Re: multimetro parlante.

MessaggioInviato: 13 set 2016, 17:56
da danyto
:ok: beh, caro guido, pensiero ineccepibile che mi trova pienamente d'accordo. quello che non sono mai riuscito a digerire è il fatto che ti si propone il tal prodotto specificatamente per il cieco, per il sordo etc. e dato che quella tal cosa è specifica la devi pagare un botto di soldi. e poi certe cose vengono adattate come un metro avvolgibile che costa pochi euro, ma il negozio di ausili soltanto perché sullo stesso tipo di metro ci sono i puntini ogni centimetro te lo fa pagare oltre trenta euro. ciao